Nuova Honda CR-V: video, foto e primi dati tecnici

Honda diffonde un video ed inedite immagini ufficiali della nuova CR-V: la quarta generazione della SUV giapponese, che si caratterizza per un design più atletico rispetto al passato, si distingue per le dimensioni esterne più contenute rispetto al modello che va a sostituire. Diminuiscono infatti altezza (-30 mm) e lunghezza (-5mm), ma senza compromettere la spaziosità interna: basti pensare che lo spazio per i bagagli è addirittura cresciuto, mentre il portellone di accesso vanta una servochiusura elettrica. Gli ingegneri della Honda hanno inoltre lavorato per conferire all’auto una posizione di guida del tutto simile a quella di una normale berlina. Avete notato le luci diurne e la fanaleria a LED?

Il parabrezza spostato in avanti di 60 mm, il volante ed il sedile del guidatore dotati di un’escursione in altezza incrementata di 10 mm, consentono una migliore manovrabilità dell’auto ed una posizione di guida ancora più personalizzabile. Il bagagliaio vanta invece una volumetria che va da 589 a 1648 litri, mentre la lunghezza del vano di carico è stata portata a 1570 mm (+140), con la soglia di accesso ora più bassa di 25 mm. Particolare cura è stata riservata agli interni per quanto riguarda ergonomia, spaziosità e cura costruttiva. Il sistema di radionavigazione si caratterizza per un display (i-MID) da 5 pollici ad alta risoluzione. Il divanetto posteriore si distingue invece per la seduta più bassa di 38 mm e per la possibilità di abbattere il suo schienale in maniera frazionata 60/40.

La vettura, che sarà disponibile anche con la trazione anteriore, si distingue inoltre per un aerodinamica ottimizzata, con un coefficiente di attrito inferiore del 6.5%. Al momento del lancio la CR-V sarà disponibile con 2 motorizzazioni 4 cilindri, una benzina e l’altra diesel: parliamo rispettivamente del 2.0 i-VTEC da 155 CV e 192 Nm di coppia motrice, con emissioni di CO2 di 173 g/ km (175 g/km con cambio automatico e 168 per la 2WD); e del diesel 2.2 i-DTEC che tocca una potenza massima di 150 CV ed una coppia motrice di 350 Nm, con emissioni di CO2 pari a 149 g/km (-12%) e 174 g/km per l’automatico a 5 rapporti. Altra novità è l’introduzione della modalità di guida “ECON”, attivabile tramite un tasto posto alla sinistra del volante: la risposta dell’acceleratore ed il climatizzatore vengono regolati per garantire il minimo consumo di carburante, mentre il display informativo segnala al guidatore come il suo comportamento di guida influisce sull’economia di esercizio dell’auto.

Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013

Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013

Nell’impostazione del telaio i tecnici Honda hanno lavorato per conferire all’auto un feeling di guida da berlina: in questo senso bisogna segnalare l’introduzione dello sterzo a sorvoassistenza elettrica e demoltiplicazione variabile in funzione della velocità “MA-EPS”, che contribuisce anche a limitare i consumi. Mentre per i modelli a trazione integrale debutta un sistema a gestione elettronica, più veloce nei trasferimenti di coppia fra gli assali. Il modulo 4WD è ora più leggero del 17% e con frizioni ridotte del 59%. Non mancano sistemi di assistenza alla partenza in salita e di discesa con velocità controllata. All’anteriore ci sono sospensioni con schema McPherson, mentre al posteriore un multilink: la capacità di ammortizzazione è stata incrementata del 10%. Il telaio vanta adesso una rigidità torsionale aumentata del 9% ed una rigidità alla flessione maggiore del 7%. Ricca la dotazione per la sicurezza attiva: il sistema ADAS (Advanced Driver Assist Systems) include il cruise control adattivo ACC che monitora il traffico mediante radar e regola autonomamente le fasi di accelerazione e frenata in base ad una velocità impostata fra 30 e 180 km/h. Utile anche il dispositivo "LKAS" che avverte il guidatore in caso di superamento della linea di mezzeria e provvede a fornire l’80% della forza necessaria per sterzare nella propria corsia (il 20% della forza deve essere invece applicata dal guidatore).

Menziona particolare merita il dispositivo di frenata automatica CMBS che avverte il guidatore in caso di pericolo di impatto e se necessario agisce autonomamente sul circuito frenante: basato su un sistema radar, il CMBS lavora a velocità superiori a 15 km/h, riconoscendo veicoli fermi o in movimento fino a 100 metri di distanza. Quando la vettura entra in una traiettoria di potenziale collisione, circa tre secondi prima dell’impatto il guidatore viene sollecitato ad intervenire sui freni con segnali acustici e visivi. A 2 secondi dall’impatto la cintura di sicurezza del guidatore viene strattonata 3 volte e la vettura inizia a frenare. Ad un secondo dalla collisione, quando questa è inevitabile, le cinture dei passeggeri vengono trazionate e viene applicata una forza frenante superiore, che può essere portata al massimo del potenziale dall’intervento del guidatore. Nelle frenate di emergenza invece l’ Emergency Stop System (ESS) attiva automaticamente i freni accendendo simultaneamente l’hazard per avvertire i veicoli che sopraggiungono di un arresto improvviso. Il costruttore non ha ancora comunicato i prezzi indicativi del mezzo, che dovrebbero comunque rimanere in linea con quelli della versione attuale, né i tempi di commercializzazione: quest’ultima dovrebbe comunque iniziare a partire da fine 2012, con inizio consegne nel 2013.

Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013
Nuova Honda CR-V MY 2013

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: