Hyundai Kia: presto l'ibrida anti Prius

I coreani vogliono primeggiare nella tecnologia ibrida e nel settore delle auto eco-friendly: nel mirino c'è la Toyota Prius.

Hyundai i20 Coupè

La Toyota, con Prius, è la regina indiscussa del segmento ibrido; ma Hyundai e Kia si stanno preparando per assaltare il “regno” del brand giapponese. "Assumeremo un ruolo di punta nel futuro, aumentando la competitività delle nostre vetture ecocompatibili come le ibride, le ibride plug-in e le fuel cell”, ha affermato su Reuters Kim Choong-ho, CEO di Hyundai Motor. Il boss coreano non ha specificato quando il primo modello di questa nuova famiglia di vetture eco-friendly calcherà le strade: tuttavia, secondo rumors di corridoio, la prima auto del gruppo coreano progettata da subito per essere ibrida (nome in codice “DE”) potrebbe debuttare nel giro di 24 mesi.

Il veicolo in questione dovrebbe avere dimensioni da segmento C, una hatchback a 5 porte con uno stile più convenzionale rispetto alla Prius. Il suo power-train dovrebbe invece basarsi su un’unità endotermica da 1.6 litri abbinata ad un motore elettrico. Una versione plug-in potrebbe seguire a breve distanza insieme ad altre tipologie di carrozzeria costruite sulla medesima piattaforma. Secondo la Reuters, Hyundai e Kia avrebbero deciso di spingere l’acceleratore sull’ibrido per soddisfare le severe normative di alcuni mercati in termini di emissioni inquinanti, a cominciare dagli USA.

Sul mercato nordamericano Hyundai vende già la Sonata Hybrid (che però non è un modello nato per essere esclusivamente ibrido), mentre Kia è presente con la Optima Hybrid e la Soul EV, che abbiamo appena provato. Gli analisti del settore prevedono che le ibride potrebbero avere nei prossimi anni un momento di contrattura commerciale rispetto alle auto vendute con motori a combustione interna. Inoltre Toyota non rimarrà a guardare inerme “l’avanzata coreana”: per alcune versioni della prossima generazione della famiglia Prius si parla già di percorrenze da record; del resto esperienza e know-how sono dalla parte dei giapponesi. Il derby asiatico è quanto mai aperto.

  • shares
  • Mail