CarPlay Apple su Ferrari FF al Salone di Ginevra 2014 Live

CarPlay è un sistema integrato che permette di utilizzare al meglio il proprio iPhone sulle future vetture. Ecco il video sulla Ferrari FF

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:30:"Apple CarPlay arriva a Ginevra";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:2064:"

La Ferrari California T è il lancio del marchio di Maranello al Salone di Ginevra 2014, ma c’è anche una novità tecnologica per la casa modenese: il CarPlay Apple sulla Ferrari FF. Questo sistema permette di utilizzare al meglio il proprio iPhone sulla ‘rossa’, senza dover distogliere l’attenzione dalla guida: in particolare, può essere gestito il telefono, gli sms, le mappe ed ascoltare la musica, solamente toccando il display dell’interfaccia di infotainment oppure tramite il controllo vocale sul volante, che attiva Siri.

Come utilizzarlo? Basta collegare il proprio telefono alla presa USB presente sulla vettura di Maranello, per connetterlo con l’interfaccia centrale. A questo punto, premendo il pulsante Apple CarPlay, si apre il menu sulla consolle della Ferrari FF, con le applicazioni: telefono, musica, mappe e messaggi, oltre ad altre app disponibili o scaricate dall’utente sul telefono. In modo intuitivo, toccando sul touchscreen la applicazione richiesta si accede ai vari servizi, come potete vedere dal nostro video live girato nello stand Ferrari al Salone di Ginevra.

Non solamente la casa di Maranello utilizzerà questo sistema sulle proprie vetture, visto che Apple ha già firmato gli accordi anche con Mercedes e Volvo. Inoltre, dagli spifferi arrivati da Cupertino, ben presto anche tante altre case si uniranno: BMW, Ford (pur avendo appena lanciato il suo aggiornato sistema SYNC 2) General Motors, Honda, Hyundai, Jaguar Land Rover, Kia, Mitsubishi, Nissan, Peugeot, Citroën, Subaru, Suzuki e Toyota.

";i:2;s:3506:"

Apple CarPlay arriva a Ginevra

La nuova app di Apple: Carplay

Ferrari, Volvo, Mercedes. Cosa accomuna questi ed altri marchi, per un totale di sedici case? Un nome, Carplay, che racchiude dentro un nuovo mondo riguardante l'infotainment. Cerchiamo di essere più chiari: è partita ufficialmente l'avanzata di Apple verso il mondo automotive, con una chiara sinergia d'intenti volta a inglobare le funzionalità del proprio sistema iPhone con i vari sistemi infotainment. Una strada ben definita, che va a contrastare quindi i vari 'sistemi proprietari' di infotainment che alcune case hanno sviluppato. Il debutto ufficiale di CarPlay è previsto proprio in occasione del Salone di Ginevra 2014.

La lista delle case e dei marchi che usufruiranno di CarPlay è piuttosto lunga: come detto, già firmati gli accordi con Ferrari, Volvo e Mercedes-Benz, a detta di Cupertino si aggiungeranno in futuro BMW, Ford (anche se ha lanciato il suo sistema SYNC 2) General Motors, Honda, Hyundai, Jaguar Land Rover, Kia, Mitsubishi, Nissan, Peugeot, Citroën, Subaru, Suzuki e Toyota.

Cerchiamo di andare più nello specifico. Apple Carplay è una vera e propria piattaforma che lavora in sinergia con iPhone (5, 5C o 5S). Ogni interazione passa quindi direttamente attraverso l'interfaccia natia della macchina - con il classico sistema touch - o attraverso controllo vocale.

"CarPlay è stato progettato da zero per fornire a chi guida un'esperienza incredibile utilizzando il proprio iPhone in macchina" ha detto il Vice Presidente Product Marketing iPhone e iOS di Apple, Greg Joswiak "Gli utenti iPhone vogliono sempre i propri contenuti a portata di mano e CarPlay consente a chi guida di utilizzare il suo iPhone in macchina riducendo al minimo la distrazione. Abbiamo una straordinaria gamma di partner che stanno adottando CarPlay, e siamo entusiasti del suo debutto questa settimana a Ginevra."

Ovviamente, al di là del sistema touch, elemento centrale sarà senza dubbio Siri, l'interfaccia vocale con cui si riesce a colloquiare direttamente. CarPlay inoltre, interagirà anche con Google Maps, offrendo la funzione di navigazione. Non ultimo, supporterà anche un determinato numero di applicazioni audio terze, come ad esempio Spotify.

Insomma, Apple entra a gamba tesa in quello che le case costruttrici stanno provando a fare da tempo: convergenza tecnologica tra auto e cellulare per il mondo infotainment. Negli ultimi anni sono nate diverse strade che le case hanno percorso, cercando di replicare i sistemi di interazione vocale - Ford con SYNC ad esempio - oppure riproducendo sistemi ad interfaccia Touch - come il sistema R-Link - fino ad arrivare al concetto di Hub che Opel ha approntato per la sua Adam, sfruttando proprio Siri.

Qui i ruoli si ribaltano: Non più un sistema primario di infotainment che replica o si interallaccia con un sistema secondario cellulare, bensì il contrario: lo smartphone che diviene sistema primario interlacciandosi con il sistema infotainment di ogni vettura, sfruttando il proprio sistema operativo. Un ulteriore passo verso una connessione totale tra gli strumenti del viver quotidiano, creando ancor di più le basi di quel concetto di rete figlia dell'ideale di società 2.0.

";}}

  • shares
  • Mail