Il più grande ingorgo di sempre: 100 km e nove giorni di coda in Cina!

ingorgo_record_cina Non azzardiamo più a lamentarci di Raccordo, Tangenziale, esodi o controesodi estivi: tra Pechino e Huai'an è in corso un ingorgo che secondo molti avrebbe già tutti i crismi per conquistare il titolo del più lungo di tutti i tempi. Dallo scorso 14 agosto si è andata formando tra le due città una interminabile colonna di auto e camion che ad oggi ha raggiunto i 100 km di lunghezza.

Il bello è che non c'è un motivo specifico dietro questo evento eccezionale: l'ingorgo non è nato da un incidente, e le autorità affermano che la responsabilità va piuttosto addossata alle condizioni precarie in cui versa l'arteria di collegamento, analoghe del resto a quelle di molte altre strade del paese.

Velocità di percorrenza ridottissime e volume di traffico superiore alle limitate capacità di "sopportazione" della G110 sono state il cocktail micidiale che ha portato a questa surreale ed incontrollabile situazione. La statale è aperta anche ai mezzi pesanti oltre le 8 tonnellate e l'intensificarsi di questo tipo di traffico ha peggiorato velocemente le condizioni del manto stradale, fino a ridurlo in condizioni pressoché impraticabili, con tanto di grosse buche dovute all'asfalto che si stacca.

La presenza di cantieri di manutenzione qua e là (avviati il 19 agosto, per inciso...) ha inflitto il colpo finale alla circolazione. E le autorità competenti non sono intenzionate a chiuderli, nonostante stimino che la coda potrebbe durare anche un mese. A godere di questa situazione sono i negozianti che gestiscono attività lungo la statale, i quali -secondo le notizie provenienti dalla Cina-, starebbero speculando pesantemente sui prezzi di acqua e generi alimentari...

Via | AutoEvolution

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: