Conferenza Piano Industriale Fiat - le novità per l'America Latina

Piano Industriale Fiat Sudamerica

Eccola qui, la nuova Fiat Uno: dopo la fuga delle prime immagini nei giorni scorsi, oggi a Torino sono state diffuse le foto ufficiali nell'ambito della presentazione del piano industriale Fiat 2010-2014. Nemmeno a dirlo, lei è la regina delle novità in programma per il Sud America.

Sarebbe però riduttivo affermare che quanto esposto da Fiat in merito ai promettenti mercati dell'America Latina (e a quello brasiliano in particolare) si possa riassumere nella Uno. La casa è riuscita a mantenere la sua posizione di leadership in Brasile grazie ad un'accorta politica tesa a rafforzare quattro punti cardine: prodotto, rete di vendita, fornitori e percezione del brand.

La casa si è inoltre affermata negli ultimi tempi in alcune particolari nicchie, specifiche del paese: con la linea Adventure ed i suoi prodotti dallo stile vagamente off-road, ha di fatto aperto un nuovo segmento dove poi è stata seguita dai competitors. Segmento tutt'altro che irrilevante in termini di volumi.

Piano Industriale Fiat Sudamerica

Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica


Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica

L'anno scorso la famiglia Adventure ha venduto 70.000 esemplari in Brasile e grazie all'arrivo della nuova Palio Adventure -basata sulla familiare Weekend, che da sola copre il 51% delle immatricolazioni nazionali di station wagon, con 92.000 unità vendute nel 2009-, conta di aumentare il successo.

Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica

Se Palio e Strada continuano a regalare grandi soddisfazioni commerciali (l'ultima ha venduto 162.000 unità nel 2009, coprendo il 52% del segmento dei piccoli pick-up), d'altro canto è vero che non si può rimanere fermi su un mercato come quello brasiliano, dove la concorrenza si va rafforzando: ecco allora la nuova Uno, risposta ai nascenti bisogni di un mercato che va evolvendosi da prevalentemente lower-class a middle-class.

Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica

Con questo modello, Fiat conta di avere in mano l'arma giusta per confermarsi leader assoluta tra le compatte in Brasile, tanto che non nasconde le sue ambizioni, e anzi già annuncia una variante, la Uno Way, che contribuirà all'ampliamento dei margini sfruttando la stessa base del modello di partenza ed essendo proposta ad un prezzo superiore.

Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica
Piano Industriale Fiat Sudamerica

Le dimensioni della realtà Fiat in Sudamerica sono riassumibili in pochi numeri: 808.000 auto prodotte tra la fabbrica di Betim (729.000) e quella argentina di Cordoba (79.000) per un totale di 13 modelli declinati in 69 differenti versioni. Cifre che compongono -compreso l'indotto- il secondo polo industriale di tutto il paese, una realtà che peraltro è ben supportata dalla rete di vendita locale, che è quella con il miglior rapporto tra auto vendute e dealer (1400 l'anno per ognuno di essi).

E per quanto riguarda il futuro? Fiat prevede che il mercato brasiliano crescerà entro il 2014 fino a raggiungere quota 4.300.000 unità l'anno tra auto e commerciali leggeri (nel 2009 le immatricolazioni hanno raggiunto quota 3.010.000). I volumi della casa torinese passeranno secondo le stime da 737.000 a 1.025.000 unità annue. La percentuale di mercato potrà così mantenersi stabile per i prossimi cinque anni, scendendo meno di un punto percentuale, dal 24,5% al 23,8%.

Contemporaneamente, il resto degli altri mercati latino-americani passerà da 1.995.000 immatricolazioni annue fino ai 2.790.000 del 2014. Fiat si aspetta di passare da 62.000 a 100.000 unità l'anno e di aumentare così la propria quota di mercato dal 3,1 al 3,6%. Complessivamente dunque, in un mercato -quello dell'intera America Latina- che passerà da 5 a 7 milioni di auto, Fiat conta di crescere da 799.000 a 1.125.000 unità, mantenendo la propria posizione complessiva, che scenderà dal 16% al 15,8% in cinque anni.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: