Renault, ultimatum da Putin: "salvate Avtovaz o uscite dalla proprietà"

Logo Avtovaz Il primo ministro russo Vladimir Putin, ha esortato il gruppo Renault-Nissan a salvare la controllata Avtovaz. Minacciando in caso contrario di ridurre la quota del colosso nel più grande costruttore nazionale, che intende dimezzare il programma di investimenti per il periodo 2010-2013, portandolo a poco meno di un miliardo di euro.

"O Renault continuerà a finanziare i progetti futuri o dovremo ridiscutere i termini della sua partecipazione in Avtovaz". La casa russa ha annunciato tagli pesantissimi: entro la fine di quest'anno ci potrebbero essere 27.000 nuovi disoccupati. Un numero elevatissimo, anche se i licenziamenti incideranno soprattutto sui lavoratori in età pensionabile.

Avtovaz è sommersa dai debiti sin dalla fine di settembre 2008, quando si parlava di 497 milioni di dollari di perdite e il presidente Boris Alyoshin insisteva a sostenere che tutto andasse per il meglio, nonostante la fabbrica lavorasse già per quattro giorni a settimana. Poi a marzo le linee produttive si sono fermate lasciando a casa 12.500 dipendenti. Una sorte che i 27.000 a rischio non si augurano certo di condividere.

  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: