La Ferrari 330GT di John Lennon all'asta: l'ultima di una lunga serie

La vettura appartenuta al cantante dei Beatles sarà venduta, parla di un prezzo tra 275 e 335mila dollari. In passato i prezzi sono stati ben più elevati


Il prossimo 12 luglio la Ferrari 330GT di John Lennon andrà nuovamente all'asta. La vettura è ora di proprietà di un modenese, che l'aveva acquistata negli anni '80, colorandola successivamente del classico rosso. Ora è stato ripristinato l'azzurro originale e si parla di un prezzo compreso tra 275mila e 335mila dollari. Il leader dei Beatles ha utilizzato questa vettura per circa tre anni, percorrendo circa 20.000 miglia.

Questa è solo l'ultima rossa ad andare all'asta, visto che nel passato sono state numerose le vetture di Maranello, appartenute a personaggi famosi, ad essere vendute. Il modello da record è la GTO 1962 di Stirling Moss, acquistata all'incredibile cifra di 35 milioni di dollari nel 2012: si tratta del modello che l'ex pilota inglese avrebbe dovuto guidare a Le Mans, ma non riuscì a mettersi al volante, dopo il grave incidente avuto qualche settimana prima a Goodwood.

Pur senza più raggiungere questo costo esorbitante, due esemplari di California Spyder sono stati battuti all'asta per oltre sette milioni negli anni scorsi: la vettura dell'attore James Coburn (7.040.000 euro nel 2008) e quella di Cameron Diaz (7.500.000 dollari nel 2012), guidata nel film Charlie's Angels. Quest'anno, invece, è stata già venduta la Ferrari Testarossa del 1989, appartenuta ad Alain Delon: il prezzo è stato decisamente più basso, 'solamente' 171.500 euro.

Non solo le Ferrari dei personaggi famosi vengono messe all'asta, in più di un'occasione l'asta 'rossa' è servita a scopo benefico. In occasione dei disastri peggiori degli ultimi anni, la casa di Maranello ha messo in vendita alcuni modelli rari o altri oggetti legati alla rossa. Ad esempio, nel giugno 2012, è stata battuta all'asta una 599XX Evo, realizzata con una targa con le firme di Montezemolo, Alonso e Massa, per ricavare fondi per il terremoto in Emilia.






  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: