Jeep Grand Cherokee restyling

2014 Jeep Grand Cherokee Summit

La Jeep Grand Cherokee viene sottoposta al tradizionale aggiornamento di metà carriera e debutta per l’occasione in veste rinnovata, grazie alle modifiche introdotte da un Model Year 2014 che si presenta decisamente ricco e corposo. La nuova Grand Cherokee verrà esposta durante il salone di Detroit (14-27 gennaio) e riserva novità anche di tipo meccanico. Ci riferiamo ovviamente alla trasmissione automatica ZF ad otto marce (con paddles al volante), disponibile su tutti i motori e quindi anche per il sei cilindri 3.0 a gasolio. Come facile immaginare l’abbinamento fra il nuovo cambio ed il V6 diesel risulterà particolarmente vantaggioso, in virtù dei soli 7.8 litri richiesti ogni 100 chilometri. A partire dal MY2014 la Jeep Grand Cherokee sarà disponibile con il motore a gasolio anche in Nord America.

Gli interventi alla componente stilistica riguardano in misura maggiore i gruppi ottici. I fanali anteriori sono più sottili ed affusolati, incorporano le luci diurne a LED e richiamano la Chrysler 300, nonostante il trattamento dei rispettivi particolari interni sia completamente diverso. Nuovi anche il paraurti anteriore e le sue prese d’aria, mentre la tradizionale griglia a sette lamelle non è più cromata e guadagna una finitura in tinta carrozzeria. Gli stilisti hanno poi ridisegnato l’alloggiamento dei fendinebbia. Modifiche d’impostazione simile al posteriore, dove sono presenti gruppi ottici ristilizzati e terminali di scarico piatti. E’ poi inedita la cromatura della versione Summit, nuova top di gamma.

La Jeep Grand Cherokee MY2014 cambia in maniera radicale anche nell’abitacolo, dove sono presenti un nuovo volante a tre razze, l’inedito selettore del cambio ZF e ben due monitor: un pannello da 7 pollici è situato nel quadro strumenti, mentre uno schermo da 8.4 pollici a centro plancia consente di gestire le funzioni del sistema UConnect. In opzione debuttano poi i sistemi Adaptive Cruise Control, Front Park Assist e Front Collision Alert. Nessuna modifica alla voce ‘propulsori’, mentre la già citata versione Summit si posiziona un gradino sopra la Overland. Tutti questi interventi sono rivolti anche alla SRT, che guadagna una mascherina anteriore con elementi di colore nero, qualche cromatura all’anteriore, cerchi in lega a 5 razze e terminali di scarico circolari.
























































































































  • shares
  • Mail
23 commenti Aggiorna
Ordina: