Conferme sulle future strategie del gruppo Fiat

Lancia Delta 2008 e Ypsilon 2009

Il rinnovato dinamismo del gruppo Fiat è ormai un dato di fatto e le ultime notizie lo confermano. Tra i dati presentati in questi giorni in una riunione interna agli investitori, Sergio Marchionne ha esposto la situazione attuale ed alcuni dati strategici per il futuro, confermando il larga parte le notizie che da tempo stanno circolando.

Partiamo da Fiat: Bravo ha già superato il target 2007 previsto, con 103.000 ordini ed un mix di allestimenti che per il 90% ha interessato gli allestimenti più ricchi e sportivi. In arrivo il nuovo 1.6 mjet diesel già pronto per l'Euro 5, mentre il target 2008 si attesta su 120.000 unità. Analizzato anche l'andamento della berlina Fiat Linea, che ha avuto una ottima accoglienza sul mercato in Turchia, Portogallo e Polonia, con 21.000 ordini. Prossimi debutti in Grecia, Brasile e Russia, inoltre Fiat prevede di costruire 280.000 esemplari annui quando saranno a regime i 5 siti di produzione entro il 2012.

Fiat 500 è ormai un successo conclamato e l'arrivo del riconoscimento come Auto dell'Anno 2007 non fa che confermare quello che già era noto. Sono ormai oltre 100.000 gli ordini raccolti, con un mix di allestimenti composto per il 18% da versioni Pop, 55% Lounge e 27% Sport. Pronti gli investimenti per aumentare la produzione fino a 190.000 unità annue. Nessuna anticipazione circa la Topolino, progetto di Microcar da anteporre alle future Volkswagen Up! e Toyota IQ, nè della Uno, futura segmento B che sostituirà la vecchia Punto e la Palio.

Capitolo Lancia: La nuova Delta viene introdotta come un modello che abbraccierà più segmenti di mercato, con la sua carrozzeria in stile "shooting Brake", o, per dirla come i "lancisti", HPE. Grande attenzione a materiali e qualità, disponibilità di motori benzina e diesel turbocompressi, stime di vendita di 70.000 esemplari annui, con presentazione confermata nel 2008. L'anno seguente, nel 2009, sarà la volta della Ypsilon totalmente nuova, anticipata sul documento con un disegno inedito. Indicata come "ultimate small luxury car" continuerà sulla scia dell'attuale modello, puntando sull'eleganza e le dotazioni e richiamando molto il design della nuova Delta ed il futuro family Feeling di Lancia.

Alfa Romeo Junior, 149, 169 e C Crossover

Alfa Romeo: La Junior porta ancora questo nome (se mai verrà cambiato...) ed è confermata nell'estate 2008 con motori da 95 a 230Cv. Nel 2009 sarà la volta della 149, solo a 5 porte e con motori da 120 a 265 Cv, oltre che la 8C spider in edizione limitata. Per il 2010 viene data come sicura una crossover a metà tra un coupè ed una SUV, chiamata al momento "C Crossover", oltre alla nuova berlina 169, per la quale non si specifica alcun dato saliente. Il target del 2010 per Alfa Romeo è di 300.000 unità, un traguardo importante che e richiede forzatamente un rinnovamento così grande della gamma. La Junior rappresenterà il 25% di queste vendite, la 149 circa il 28%, la 159 il 25% (ma non si accenna alle prossime modifiche a scocca e motorizzazioni) e la Crossover il 14%. Per la 169 si ipotizza un risicato 5%, mentre Brera e Spider non superano il 3%.

Nell'ambito della tecnologia pura, Fiat Powetrain punterà sulle nuove tecnologie allo studio, in parte già note. Parliamo del sistema Stop & Start, del Multiair, dei nuovi motori turbo benzina di piccola cilindrata e dei carburanti alternativi, ma nel documento di parla anche di Multijet II e "Driver Behavior", probabile sviluppo del software Ecodrive presentato sul prototipo Panda Aria a Francoforte. L'obiettivo più grande è quello di produrre la vettura con il miglior rapporto peso-emissioni CO2 per il 2012, probabilmente proprio grazie al nuovo bicilindrico 900cc presentato sulla Panda Aria.

Il documento completo è disponibile in rete a questo link.

  • shares
  • Mail
1210 commenti Aggiorna
Ordina: