Alfa Romeo Giulietta: tutte le informazioni tecniche della piattaforma Compact

Alfa Romeo Giulietta

Alfa Romeo diffonde nuove dettagli tecnici sulla Giulietta e sulla sua inedita piattaforma compact, che in futuro sarà il punto cardine delle segmento C del gruppo e di molti modelli destinati all'Europa ed agli Stati Uniti. L'obiettivo è quello di primeggiare quanto ad handling, feeling di sterzo, rapporto tra prestazioni e peso, comfort di guida e sicurezza. Alfa descrive la Giulietta come "una vettura completamente nuova", proprio grazie al pianale inedito ed alla riprogettazione di moltissimi componenti.

Per raggiungere questo scopo si è lavorato sulla resistenza torsionale e sui materiali, utilizzando alluminio ed acciai ad alta resistenza con lavorazioni di stampaggio a caldo. Sfruttando un materiale termoplastico chiamato Xenoy ed estrusi d'alluminio per le zone d'assorbimento d'urto anteriore e posteriore è stato possibile risparmiare 12,5 kg, mentre 8kg è sono stati guadagnati riprogettando l'ossatura del sedile posteriore e la traversa sottoplancia in lega di magnesio, che migliora anche sotto il punto di vista delle vibrazioni. I lamierati del pavimento centrale e dei longheroni laterali sono stati progettati per poter variare il passo con modifiche molto limitate ed adattarsi ai futuri modelli del gruppo, inoltre è prevista la possibilità di ospitare la trazione anteriore o integrale.

La sospensione anteriore McPherson è realizzata con montanti in alluminio, così da risparmiare 4 kg, mentre al posteriore il nuovo schema Multilink, già predisposto per la trazione integrale, occupa meno spazio, a vantaggio del vano bagagli, e grazie ai bracci in alluminio si risparmiano 10 kg. La casa fa riferimento anche ad uno specifico Pack Sport dedicato alla Giulietta, con un setup sportivo delle sospensioni, senza però fornire ulteriori dettagli.

Alfa Romeo Giulietta
Alfa Romeo Giulietta
Alfa Romeo Giulietta
Alfa Romeo Giulietta

A livello di sicurezza attiva e passiva, Alfa Romeo ha lavorato per conseguire il massimo punteggio nei crash test EuroNCap: quindicimila ore di calcoli, 80 crash test, 150 prove su slitta HyGe e più di 100 prove su componenti e sottosistemi. 6 Airbag saranno di serie su tutta la gamma, così come i doppi pretensionatori per le cinture di sicurezza. L'impianto frenante potrà contare anche sull'inedita funzione Pre-Fill, attiva nella modalità Dynamic del sistema DNA e che consentirà di migliorare la prontezza di intervento tramite il setup del sistema VDC di controllo di stabilità. Tra i sistemi elettronici controllati dal manettino DNA, oltre al differenziale Q2, al nuovo servosterzo elettrico, al motore ed al cambio, da segnalare anche la presenza del Dynamic Steering Torque (DST), che aiuta il guidatore nelle manovre critiche con un feed back di coppia sul volante.

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO