Subaru XV e-boxer: la prova su strada

Il SUV delle pleiadi si converte all’ibrido leggero per essere al passo con i tempi, ma è sempre una garanzia oltre l’asfalto

La XV è un’auto dalle grandi potenzialità ed alla Subaru hanno pensato di renderla più idonea alle richieste del mercato dotandola di una motorizzazione che adotta un sistema ibrido leggero. L’abbiamo provata per vedere come se la cava nella vita di tutti i giorni.

Esterni: piccoli ritocchi per un look più cool

Squadra che vince non si cambia, recita un famoso detto, o perlomeno si evolve aggiungiamo noi, come si evince dalla calandra rivisitata, dalla zona dei fendinebbia con tanto di cromature e dallo spoiler posteriore che spicca per la sua colorazione in nero lucido. Per il resto, rimane quella luce da terra di 220 mm che fa presagire prestazioni degne di nota oltre l’asfalto, e non mancano delle protezioni per la parte bassa del frontale, della fiancata e dei passaruota, che si estendono fino alle estremità del paraurti posteriore. Completano il quadro l’antenna a forma di pinna, le barre portatutto, e dei cerchi in lega dal design a stella con verniciatura bicolore.

Interni: abitacolo ricco e senza fronzoli

L’abitacolo della Subaru XV ricorda molto da vicino quello della Impreza, per cui la plancia presenta la medesima organizzazione con una strumentazione di stampo classico impreziosita da uno schermo centrale, per avere tutti i dati della vettura sott’occhio, un display centrale da 8 pollici dedicato all’infotainment e poi un altro sopra quest’ultimo per sorvegliare il funzionamento del sistema ibrido.

Non ci sono soluzioni avveniristiche ma c’è tutto, e materiale ed assemblaggi sono fatti per durare. Le Subaru non sono auto appariscenti ma in quanto a sostanza rappresentano un punto di riferimento, comunque sulla XV non mancano dettagli sportiveggianti come la pedaliera in metallo, ed il volante a 3 razze. Comoda per 4 persone, presenta un bagagliaio di 385 litri ma la visibilità posteriore non è il massimo per via del piccolo lunotto.

Al volante: sicura ed equilibrata, peccato per il CVT

A livello dinamico la XV ibrida non delude, perché la nuova piattaforma garantisce maggiore stabilità, l’assetto digerisce bene le buche presenti sulle strade italiane, mentre la trazione integrale, insieme all’altezza da terra di 220 mm e ad angoli d’attacco, d’uscita e di dosso, rispettivamente, di 18°, 28,6° e 21,5°, garantisce prestazioni degne di nota anche in percorsi fangosi. Oltretutto, con il tasto X-Mode il sistema aiuta a regolare l’andatura in discesa quando si affrontano terreni tortuosi.

Non mancano gli ADAS di ultima generazione, che agiscono tramite il sistema di telecamere posizionate sulla parte alta del parabrezza denominato EyeSight v3. Il 2 litri boxer a 4 cilindri aspirato da 150 CV può contare sull’apporto dell’unità elettrica da 16 CV e 66 Nm di coppia alloggiato all’interno della trasmissione automatica a variazione continua CVT. In alcuni frangenti, quando la piccola batteria agli ioni di litio che lo alimenta è carica, la XV può procedere per brevissimi tratti in città con il solo motore elettrico, ma è una procedura che la vettura effettua autonomamente.

A livello di consumi il SUV delle Pleiadi assicura una percorrenza di circa 14 km/l e, considerando la trazione integrale e l’altezza da terra, si tratta di un dato positivo. L’aspetto meno gratificante della dinamica di questo modello, come è stato evidenziato anche su altre proposte con la stessa power-unit, è rappresentato dall’effetto scooter del cambio nel momento in cui si spinge a fondo l’acceleratore per riprendere rapidamente velocità. Chiaramente, con una guida attenta e una pressione progressiva del pedale del gas, questo fenomeno viene ridotto in maniera importante, ma bisogna fare l’abitudine ad uno stile di guida più consapevole. Va detto però, che in questo modo si migliorano le percorrenze e si riducono le soste dal benzinaio.

Prezzo: da 32.500 euro

La Subaru XV con il sistema ibrido leggero ha un costo di partenza di 32.500 euro nella variante Style, che sale a 34.000 euro per la stessa versione dotata di navigatore ed arriva a 36.500 euro per la più ricca Premium.

Ultime notizie su Test Drive

Tutto su Test Drive →