Renault Twingo Electric: la prova su strada

Abbiamo guidato l’ultima elettrica della Renault, la Twingo Electric, che ha un costo vantaggioso al netto delle promozioni ed è perfetta per la città

La Renault amplia la gamma elettrica con la Twingo Electric, che appare una proposta molto interessante per via delle caratteristiche del modello ideali per la guida in città. L’abbiamo guidata nella variante Vibes Limited Edition che offre un tocco fashion.

Esterni: pochi dettagli distinguono la versione elettrica

Più compatta della Zoe, la Twingo alla spina non stravolge l’immagine della citycar della Losanga. Infatti, esteticamente la linea rimane sostanzialmente la stessa, eccezion fatta per i nuovi gruppi ottici con firma luminosa a C, le griglie anteriori, le scritte e le strisce adesive. Volendo, la nuova livrea Orange Valencia regala un tocco di colore esotico, mentre nella Vibes Limited Edition spiccano anche i cerchi in lega di colore chiaro.

Interni: l’infotainment fa la differenza

Anche l’abitacolo non presenta rivoluzioni rispetto a quello della Twingo a motore termico: lo spazio a bordo è per 4 persone, ed il bagagliaio ha una capienza di 240 litri ampliabile fino 980 litri. La strumentazione è particolare per via delle informazioni in formato digitale che spiccano all’interno del tachimetro analogico, ed il sistema multimediale, che si gestisce attraverso uno schermo touch da 7 pollici, parla la lingua delle auto moderne, visto che si aggiorna in autonomia, consente di programmare il climatizzatore, e di verificare lo stato ricarica mediante un’app dedicata.

Al volante: è ideale per la vita di città

A suo agio nel traffico, la Twingo Electric è scattante, come dimostra lo 0-50 km/h coperto in 4,2 secondi. Inoltre, con il motore da 82 CV e 160 Nm al retrotreno e la trazione posteriore si manovra con grande facilità e si svolta in un fazzoletto. Però, se pensate che possa essere incline ad allargare con il posteriore siete fuoristrada, perché l’elettronica sorveglia ogni propensione alla derapata. Per recuperare più energia in città, è possibile guidare con un pedale solo incrementando il freno motore con la modalità B3.

Certo, nel contesto urbano il sistema di sorveglianza dell’angolo cieco dei retrovisori avrebbe fatto comodo, così come la frenata automatica d’emergenza, ma nessuno è perfetto. Inoltre, l’intervento del sistema di avviso acustico per i pedoni alla lunga può diventare abbastanza fastidioso, ma è necessario. Parlando di autonomia, la batteria da 22 kWh, che trova posto sotto i sedili anteriori, promette di percorrere 190 km nel ciclo misto, un dato a cui ci siamo avvicinati molto nel test. Mentre, analizzando i tempi di ricarica, possiamo dire che questi variano dalle 15 ore necessarie utilizzando una presa domestica, all’ora e mezzo sfruttando le colonnine trifase a 32 A.

Prezzo: da 22.450 euro

La Twingo Electric ha un listino che parte dai 22.450 euro della versione Zen e supera di poco i 24.000 euro nella variante Vibes, ma tra incentivi statali, sconti della Casa e bonus rottamazione, il prezzo di partenza scende a 11.500 euro. Quindi, il momento è molto favorevole, soprattutto per chi vive in città e può sfruttare a pieno i vantaggi dell’auto elettrica.

1