Rc Auto: controllare copertura online e con App partendo dalla targa

Quali strumenti informatici e multimediali per smartphone sono a disposizione degli utenti per verificare se un veicolo è assicurato e come si fa.

Come si può controllare se un’auto è coperta dall’assicurazione Rc Auto? Quali sono i servizi online e le App disponibili per gli utenti? È necessario registrarsi e pagare, oppure si tratta di prestazioni gratuite? In effetti, avere la possibilità di controllare se un veicolo è in regola con l’assicurazione obbligatoria è importante, perché nel caso in cui si sia rimasti coinvolti in un incidente è necessario sapere se il mezzo contro il quale si ha subito un sinistro è coperto dalla Rc Auto, Riguardo al veicolo di proprietà, si tratta di un’opportunità anche in questo caso fondamentale perché permette di accertarsi se la propria auto è stata assicurata presso una Compagnia regolarmente operativa.

Va tenuto conto, a questo proposito, che dal 2015 – cioè da quando non è più in vigore l’esposizione obbligatoria del contrassegno di assicurazione sul parabrezza – sapere se un veicolo è coperto dalla Rc Auto può non essere immediato.

In questa guida facciamo chiarezza sulle modalità di verifica online e mediante applicazioni per smartphone della copertura assicurativa sui veicoli a disposizione degli utenti: quali servizi ci sono e come funzionano.

Verifica della copertura assicurativa tramite il Portale dell’Automobilista

Il controllo dell’assicurazione Rc Auto attraverso il Portale dell’Automobilista – uno dei servizi di e-government gestiti dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili – è semplice, rapido e immediato.

È sufficiente accedere all’apposita sezione cliccando su un menu dedicato, a sinistra della schermata di homepage del portale dell’Automobilista.

Dopodiché, si compilano i campi richiesti:

  • Categoria del veicolo;
  • Numero di targa;
  • Inserimento di un “Captcha” di sicurezza.

Le informazioni che appaiono si riferiscono alla situazione assicurativa del veicolo, aggiornata in tempo reale dalle Compagnie assicuratrici. Lo stesso Portale dell’Automobilista avvisa gli utenti che se si sa di avere già sottoscritto un regolare contratto di assicurazione Rc Auto e dalla verifica nel Portale risulta che il veicolo non è assicurato, è importante mettersi subito in contatto con la propria Compagnia di assicurazione.

Controllo assicurazione auto sul portale CONSAP

Anche la CONSAP-Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici SpA (che, fra l’altro, è incaricata della gestione del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada) offre agli utenti la possibilità di verificare se un veicolo è regolarmente assicurato.

Attraverso il Portale Unico CONSAP, si può procedere – previa registrazione in area riservata e successiva compilazione dei dati richiesti – a compilazione, inoltro e monitoraggio delle domande che riguardano anche la copertura sinistri Rc Auto, relativamente ai mezzi a motore responsabili, a seguito di un sinistro avvenuto in Italia e causato da un veicolo immatricolato nel nostro Paese, così come accaduto all’estero e provocato da un veicolo immatricolato in uno dei Paesi dello Spazio Economico Europeo (differenza sostanziale, quest’ultima, rispetto al Portale dell’Automobilista che permette di ottenere informazioni relative solamente ai veicoli immatricolati in Italia).

Controllo dell’assicurazione Rc Auto con le App

Anche lo smartphone può essere utilizzato come strumento di verifica della copertura assicurativa obbligatoria dei veicoli a motore. In alternativa ai servizi online (Portale dell’Automobilista, CONSAP) si può in effetti controllare, tramite App, la situazione assicurativa di un mezzo. Le App disponibili sono piuttosto numerose, e disponibili per i device portatili Android e iOs. Elenchiamo di seguito alcuni esempi.

  • Infotarga;
  • iTarga;
  • RCA Security;
  • Scanner Veicoli;
  • Targa Scan;
  • Verifica RCA Italia.

Veicolo non assicurato: le sanzioni

Riguardo alle sanzioni per chi circola alla guida di un veicolo non assicurato, la legge parla chiaro: secondo l’art. 193 del Codice della Strada (“Obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile”), chiunque circola senza la copertura dell’assicurazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma che va da 866 euro a 3.464 euro. In più, ci sono la decurtazione di 5 punti dalla patente di guida e il sequestro del veicolo, che può tornare ad essere utilizzato dal proprietario soltanto dopo che quest’ultimo ha provveduto a pagare la multa, a regolarizzarsi dal punto di vista della copertura assicurativa per almeno sei mesi ed al pagamento delle spese accessorie (prelievo, trasporto e custodia del mezzo sequestrato).

Ultime notizie su Approfondimenti

Tutto su Approfondimenti →