Android Auto: nuove App a disposizione degli automobilisti

Su Google Play Store ulteriori applicazioni di navigazione e gestione delle ricariche per i veicoli elettrici nonché ulteriori release.

Nuove App entrano a far parte della libreria Android Auto, piattaforma di Google sviluppata a partire dal 2014 e adottata per prima dal modulo infotainment di Hyundai Sonata nel maggio del 2015. Peculiarità di Android Auto è quella di essere un progetto in continuo sviluppo, le cui nuove “release” vengono progettate e successivamente rese operative in parallelo ad un costante miglioramento dell’esperienza di utilizzo da parte degli utenti finali.

Via libera

In una nota pubblicata nel blog degli sviluppatori Android, il Product manager di Android Auto Eric Bahna annuncia che dalla pubblicazione della libreria di App Android for Cars all’interno di Jetpack (raccolta di librerie per gli sviluppatori della piattaforma di applicativi messa a punto dal colosso di Mountain View), avvenuta lo scorso marzo, gran parte degli sviluppatori stessi ha già migrato le rispettive implementazioni in essa: i riscontri da parte dei beta tester sono stati positivi. Via libera, dunque, al rilascio delle più recenti (in ordine di tempo) applicazioni per smartphone, da trasferire nel display infotainment della propria vettura compatibile con lo standard Android Auto.

Ecco alcune delle principali App

Secondo le linee guida rilasciate ad agosto 2020, le applicazioni che compongono la nuova libreria possono essere sviluppate attraverso un kit per sviluppatori compatibile con gli standard tecnici necessari per la loro pubblicazione su Google Play Store: nella fattispecie, le nuove App devono riferirsi a navigazione, ricarica di veicoli elettrici e ricerca delle aree di parcheggio. Di seguito un elenco delle applicazioni già aggiornate e disponibili nel Google Play Store.

  • TomTom AmiGO: App di navigazione “alternativa” a Google Maps e Waze;
  • A Better Routeplanner: servizio di pianificazione dei tragitti con veicoli elettrici;
  • ChargePoint: dispositivo online di localizzazione e rilascio di informazioni utili (corrispondenza con il modello, distanza, disponibilità sul momento) sulle stazioni di ricarica per veicoli elettrici;
  • PlugShare: database di individuazione di stazioni di ricarica per veicoli elettrici (più di 300.000 gli “hub” censiti, e che appartengono ad alcune delle principali reti, quali Tesla Destination, Innogy, Enel Drive, Ionity, ChargePoint, GE WattStation, Oplaadpalen, Supercharger), con strumenti di filtro in base al tipo di caricabatterie a disposizione, alla distanza dal veicolo, alla istantanea disponibilità ed alle modalità di pagamento e molto altro;
  • Sygic: dispositivo di navigazione offline, con servizio di visualizzazione mappe, aggiornamenti gratuiti, navigazione Gps con istruzioni vocali, milioni di POI (Point Of Interest), navigazione Gps per pedoni, funzionalità di sicurezza avanzate, avvisi sui limiti di velocità, assistenza dinamica di corsia;
  • 2GIS: App di navigazione offline;
  • Flitsmeister: App di navigazione per autotrasportatori;
  • Mapfactor: App di navigazione Gps gratuita con mappe offline OpenStreetMaps, pianificazione percorso “door-to-door”, POI, limiti di velocità ed avvisi autovelox, modalità 2D o 3D, routing per auto, Truck&Bus, bici, pedoni, evitare un percorso o blocco di alcune strade dal tragitto, possibilità di personalizzazione.
  • T-Map: App di navigazione di origine coreana.

Da segnalare, inoltre, l’arrivo di ulteriori feature: dallo split-screen, che consente la visualizzazione contemporanea di due App sul display centrale del veicolo; ad una tavolozza di nuovi sfondi e wallpaper; alla possibilità di scaricare alcuni giochi.

Ultime notizie su Tecnica

Tecnica

Tutto su Tecnica →