Range Rover Evoque D200 MHEV AWD R-Dynamic S: prova su strada

Con il model year 2021 la Range Rover Evoque si migliora sotto diversi aspetti ma rimane sempre bellissima e con un comfort da ammiraglia.

Come ogni modello al passo con i tempi, anche la Range Rover Evoque viene aggiornata in occasione del model year 2021, e presenta novità sia nel suo sontuoso abitacolo che sotto pelle, dove la tecnologia non si vede ma si sente. L’abbiamo provata con il nuovo 2 litri turbodiesel da 204 CV forte del sistema mild hybrid a 48 volt.

Esterni: mostra il lato sportivo con l’allestimento R-Dynamic

Difficile se non impossibile fare anche il minimo appunto al design della Range Rover Evoque, per cui è più che comprensibile quanto la linea influenzata dalle soluzioni mutate dalla Velar, come le maniglie a scomparsa, non necessiti di interventi. La variante R-Dynamic S della nostra prova mette in mostra l’animo sportiveggiante del SUV britannico e particolari quali i cerchi da 20 pollici black, il tetto nero e le pinze dei freni rosse, rappresentano dettagli che fanno la differenza quando si desidera un look più grintoso ma pur sempre elegante.

Interni: più tecnologia per l’infotainment e arriva la ricarica wireless

L’abitacolo dell’Evoque rimane lo splendido salotto rivestito di materiali pregiati ma mai pacchiano, e il suo aspetto sofisticato viene reso più hi-tech attraverso il nuovo sistema multimediale, capace di aggiornarsi in automatico, che vanta l’integrazione con Spotify, sfrutta l’intelligenza artificiale e, nella variante Pro, consente anche di visionare le indicazioni del navigatore sul parabrezza attraverso l’head-up display.

Finalmente arriva anche la ricarica wireless per lo smartphone, in opzione; inoltre, viene assicurata la compatibilità con Apple CarPlay ed Android Auto. I due schermi centrali, e la strumentazione digitale da 12,3 pollici, offrono un colpo d’occhio degno di nota, ma al di là dell’effetto wow, la vettura si dimostra comoda per 4 persone e può contare su un bagagliaio da 472 litri adeguato allo scopo.

1

Al volante: sicura, brillante e confortevole, ma nel misto il peso si fa sentire

La parola d’ordine alla guida dell’Evoque è comfort, perché le sospensioni hanno la capacità di smorzare anche le asperità più importanti senza trasmettere la minima vibrazione nel silenzioso abitacolo. Ma l’aspetto interessante è che queste “coccole dinamiche” non vanno ad inficiare una tenuta di strada a prova d’errore, che in curva si dimostra rassicurante offrendo una stabilità degna di nota. Merito della trazione integrale, che fa sembrare poco impegnativa la gestione del peso.

L’impatto dinamico della massa generale è mitigato anche dal motore turbodiesel da ben 204 CV e 430 Nm di coppia massima, che sfrutta un sistema ibrido leggero a 48 volt per assicurare una percorrenza media di circa 14-15 km/l, garantendo, nel contempo uno scatto da 0 a 100 km/h coperto in 8,5 secondi. Particolarmente riuscito l’abbinamento con il cambio automatico a 9 marce, dolce e fluido nel funzionamento.

In pratica, l’Evoque è una vettura persino brillante, con cui viaggiare per ore ed ore senza stancarsi eccessivamente, ma che comunque va gestita nel misto, per via di un peso che si fa sentire in ingresso curva e nei cambi di traiettoria quando si incontrano tornanti in successione.

Prezzo: da 56.650 euro

Per accaparrarsi l’affascinante variante R-Dynamic S con il motore a gasolio mild hybrid da 204 CV bisogna mettere in conto un prezzo di partenza di 56.650 euro. Poi ci sono gli accessori da considerare, e la lista è lunga, per cui il prezzo finale è quello che decide il cliente in base alla sue necessità.

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →