Opel Combo e-Life elettrico: motore, autonomia, uscita

Il popolarissimo “LAV-Leisure Activity Vehicle” di Russelsheim si arricchisce con il prossimo debutto della versione “zero emission”: due allestimenti, quasi 2.700 litri di capienza massima nel bagagliaio, 136 CV e 280 km con una carica.

La versatilità di impiego propria del segmento Multispazio si unisce agli atout dell’alimentazione a zero emissioni. Ecco, in estrema sintesi, il messaggio che Opel intende diramare al pubblico, attraverso l’imminente esordio di Combo e-Life, ovvero l’inedita configurazione 100% elettrica del popolarissimo MPV (o meglio: LAV-Leisure Activity Vehicle, a sottolinearne l’immagine “loisirs”) di Russlesheim, che a poco meno di tre anni dal debutto commerciale si arricchisce con una nuova configurazione a batterie. Del resto, il “materiale” non manca: nella fattispecie, il gruppo di propulsione, che adotta il sistema già utilizzato per i modelli “alla spina” di Psa (su tutti: Opel Corsa-e, Opel Mokka-e, Citroen e-Jumpy ed e-C4, Peugeot 208-e). analogamente, il pianale EMP2 costituisce un elemento in comune ad una sostanziosa “fetta” della lineup franco-tedesca.

Ecco quando lo vedremo su strada

Opel Combo e-Life entrerà a brevissimo in fase di ordinazione: più avanti verranno dunque dettagliati i relativi prezzi di vendita. Riguardo all’esordio su strada, Opel annuncia che le prime consegne del nuovo Combo e-Life sono previste per l’inizio dell’autunno 2021. Con l’ingresso del nuovo “LAV” in listino che va ad arricchire le proposte elettrificate di Russelsheim (Opel Corsa-e, Mokka-e, Grandland X ibrido plug-in e Opel Zafira-e Life; ma anche la nuova generazione di Opel Astra e la gamma LCV Opel Vivaro-e, Combo-e e Movano-e), entro fine 2021 il marchio del “Fulmine” conterà su nove veicoli a zero, o del tutto assenti, emissioni di CO2 allo scarico, in funzione di un graduale sviluppo “green” il cui obiettivo consiste nel proporre una versione elettrificata per ogni modello di autovettura e veicolo commerciale entro il 2024.

Due versioni di gamma

Il corpo vettura è quello, ben conosciuto, dell’attuale generazione già proposta con motori benzina e diesel e vincitrice del titolo “Best Buy Car Europe 2019” da AutoBest.

  • Versione standard: lunghezza “fuori tutto” 4,4 m
  • Versione XL: lunghezza “fuori tutto” 4,75 m.

Entrambe le configurazioni vengono proposte con layout abitacolo a cinque posti ed a sette posti, a scelta, e dispongono di due porte laterali ad apertura scorrevole. A scelta, tanto per l’allestimento standard quanto per la versione XL, c’è la possibilità di ottenere un divanetto posteriore frazionabile a schema 60:40, oppure tre posti singoli, ripiegabili dal vano bagagli in tutta comodità. In un caso come nell’altro, ogni posto a sedere dispone di serie di un supporto Isofix, il che consente di montare tre seggiolini per bambini, uno accanto all’altro.

Gli equipaggiamenti

Con le versioni a propulsione termica, Opel Combo e-Life condivide anche il generoso “capitolato” di sistemi di comfort, sicurezza attiva ed ausilio attivo alla guida:

  • Hill Descent Control
  • Lane Keep Assist
  • Sistema di riconoscimento stanchezza conducente
  • Riconoscimento della segnaletica stradale
  • Allarme di rischio di urto frontale con protezione pedoni e frenata automatica d’emergenza
  • Telecamera Panorama Rear View, che aumenta la visuale posteriore e laterale.

A disposizione degli acquirenti ci saranno, inoltre, il sistema di controllo trazione IntelliGrip, particolarmente adatto per ottimizzare la trazione dell’avantreno in condizioni di scarsa aderenza (fango, neve o sabbia) ed il tetto panoramico apribile, con tendina parasole elettrica. Con quest’ultimo accessorio, Opel Combo e-Life viene equipaggiato con un vano portaoggetti collocato in corrispondenza del padiglione e si avvale di illuminazione a Led, nonché di un ampio spazio da 36 litri posizionato al di sopra della cappelliera.

Capacità di trasporto bagagli

Come sempre notevoli le possibilità di carico bagagli: in versione standard, la capienza del bagagliaio è di 597 litri nel normale assetto di marcia, mentre l’allestimento XL dispone di 850 litri. Con i sedili posteriori ripiegati, la capienza utile aumenta fino a 2.126 litri (versione “corta”) e ben 2.693 litri (versione XL). A scelta sarà possibile ordinare anche il sedile anteriore ribaltabile “a filo” di quelli posteriori, per estendere la lunghezza dell’area di carico in modo da consentire il trasporto di oggetti particolarmente ingombranti in lunghezza, come ad esempio le tavole da surf.

Infotainment e digitalizzazione

La connettività di bordo offerta da Opel Combo e-Life fa, anche in questo caso, riferimento ai dispositivi di nuova generazione che equipaggiano i più recenti modelli di Russelsheim: sistemi Multimedia Radio e Multimedia Navi Pro con display touch da 8.0”, connettività superiore e compatibilità con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto, tra l’altro funzionali – come vedremo – alla gestione dei numerosi servizi di ricarica delle batterie proposti.

I dettagli di motorizzazione e batteria

Sotto al cofano c’è, come si accennava in apertura, una… vecchia conoscenza: il motore elettrico da 136 CV di potenza massima e 260 Nm di coppia massima, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 50 kWh, composta da 216 celle e 18 moduli, collocata al di sotto del “pavimento” del veicolo, fra avantreno e retrotreno ed in modo da mantenere inalterati i valori di abitabilità e capacità di trasporto bagagli (due delle “voci” che i clienti di veicoli multispazio tengono ovviamente ai primi posti delle rispettive preferenze), nonché utile a migliorare ulteriormente la stabilità del veicolo.

Velocità, percorrenza, ricariche

Su strada, Opel Combo e-Life viene annunciato per una velocità massima di 130 km/h (autolimitata elettronicamente), un tempo di 11”2 per l’accelerazione da 0 a 100 km/h, ed un’autonomia dichiarata di 280 km a ciclo medio WLTP. Da segnalare una notevole capacità di traino: fino a 750 kg per un rimorchio frenato, ad aggiungere ancora più versatilità al veicolo.

Per la ricarica, Opel, Combo e-Life è, come i suoi “cugini” elettrici PSA, compatibile con un ampio ventaglio di infrastrutture ed opzioni: dalla Wallbox dedicata al “pieno” rapido, al cavo per l’allaccio del veicolo ad una comune “presa” domestica. L’utilizzo di una colonnina pubblica da 100 kW a corrente continua, ad esempio, consente di ottenere l’80% di energia in circa mezz’ora. A seconda del mercato e delle infrastrutture presenti, la dotazione di Opel Combo e-Life comprende un caricabatterie di bordo monofase da 7,4 kW, oppure un più potente caricabatterie trifase da 11 kW.

Ricariche e gestione più semplici con i programmi dedicati

Anche Opel Combo e-Life renderà disponibili ai propri clienti le soluzioni ad hoc per veicoli elettrici garantite dalla suite di servizi OpelConnect, dalla App myOpel e dall’applicazione Free2Move. Tutte le funzionalità sono accessibili mediante il proprio device portatile. Nello specifico, Free2Move offre la funzione “Charge my Car” per l’accesso, ed il pagamento unificato, a più di 220.000 stazioni di ricarica in tutta Europa. “Free2Move” si incarica di preselezionare gli “hub” sulla base della distanza dal punto di ricarica, alla velocità ed al prezzo attualizzato delle possibili opzioni di “pieno” di energia. Le funzoni “OpelConnect” dispongono, fra gli altri, dei servizi di chiamata d’emergenza eCall, delle richieste di soccorso in caso di guasto e di numerosi altri servizi quali, ad esempio, lo stato del veicolo ed ulteriori informazioni d’uso. Infine, i servizi “LIVE Navigation”, offerti in forma gratuita per 36 mesi dall’attivazione, forniscono informazioni sul traffico in tempo reale.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →