Nissan Juke Hybrid 2022: prova, prezzo e allestimenti

Con la nuova Nissan Juke Hybrid il crossover nipponico si rinnova nel segno della modernità offrendo la massima efficienza e un ottimo piacere di guida.

Dopo circa 3 anni dal debutto della seconda generazione della Nissan Juke, lanciato nel 2019, la Casa giapponese arricchisce la gamma del B-SUV dalle forme sportive con il lancio dell’inedita Nissan Juke Hybrid, equipaggiata da un moderno e tecnologico motore full-hybrid in grado di ottimizzare prestazioni ed efficienza di guida. La storia di Juke è costellata di successi fin dal debutto della prima generazione avvenuta nel 2010 e diventata subito un successo commerciale senza precedenti. Così come allora, la Juke si rinnova nel segno della modernità, raggiungendo una maturità tecnica al passo con i tempi.

Nissan Juke Hybrid 2022: il design

La nuova Juke Hybrid porta in dote nuove caratteristiche estetiche che puntano a migliorare l’efficienza aerodinamica della vettura senza però stravolgere la sua linea accattivante e ben riuscita. Il frontale sfoggia una griglia con design a rete con un’area di apertura più compatta studiata per ottimizzare i flussi aerodinamici, mentre la parte bassa del paraurti anteriore è stata migliorata per ottenere una circolazione dell’aria più efficiente.

Come se non bastasse troviamo anche un nuovo sistema automatico di regolazione del flusso d’aria che viene gestito a secondo delle esigenze di raffreddamento. Tra le novità segnaliamo anche uno spoiler completamente nuovo e inediti cerchi in lega bicolore da 17 pollici che in alternativa possono essere sostituiti da cerchi aerodinamici da 19 pollici (optional). La variante hybrid si riconosce inoltre per il badge specifico che si trova sulle porte anteriori e sul portellone posteriore. Non manca il nuovo logo Nissan al centro del frontale e una banda in nero lucido che si estende orizzontalmente.

Nissan Juke Hybrid 2022: gli interni

Le novità di questa inedita versione ibrida hanno interessato anche l’abitacolo della vettura, a partire dalla strumentazione analogico-digitale che offre al guidatore in maniera molto leggibili tutte le informazioni relative alla meccanica ibrida e al suo funzionamento, a partire dal flusso di energia che può essere visualizzato sullo schermo a colori da 7 pollici posizionato tra i due elementi circolari analogici. Nella parte superiore della plancia troviamo il display flottante dedicato all’infotainment che permette di gestire impianto audio, navigazione satellitare e connettività per smartphone.

Il tunnel centrale ospita i comandi del cambio a variazione di tipo modale, il selettore per le tre modalità di guida: eco, normal e sport e il pulsante per attivare l’e-pad (che permette di guidare con un solo pedale e aumenta la ricarica di energia in fase di decelerazione). Non mancano infine il pulsante per il freno di stazionamento e quello per attivare la modalità 100% elettrica, con quest’ultimo posizionato tra le due bocchette della console centrale. Anche se molto potente, l’impianto di climatizzazione elettronica vanta soltanto una regolazione monozona e i comandi risultano posizionati un po’ troppo in basso.

Nissan Juke Hybrid: qualità e dettagli sportiveggianti

Comodi, sportivi e ben contenitivi, i sedili della Juke che abbiamo avuto il piacere di provare in anteprima. Rifiniti in pelle, avvolgono molto bene il corpo e vantano un poggiatesta integrato che sulla nostra versione incorporava anche le casse dell’impianto ad alta definizione Bose. La Juke hybrid è rifinita con materiali premium, oltre ai rivestimenti in pelle dei sedili, pannelli porta e della zona superiore della plancia, spiccano le plastiche morbide al tatto e prive di rumori e scricchiolii.

Anteriormente c’è molto spazio sia per guidatore che passeggero, dietro si sta comodi in due anche se i più alti devono fare il conto con un padiglione molto inclinato. La capacità del bagagliaio risulta ridotta a causa della presenza dei componenti che equipaggiano il powertrain ibrido: in totale si hanno 354 litri, circa 68 litri rispetto alla versione con motore termico. Se si abbattono i sedili posteriori la capacità migliora sensibilmente raggiungendo i 1.237 litri.

Motore full hybrid

Il sistema ibrido (HEV), di tipo full-hybrid, utilizzato dalla nuova Juke Hybrid, si caratterizza per l’uso di un un motore a benzina da 1,6 litri da 94 ​​CV e 148 Nm di coppia massima, abbinato ad un motore elettrico compatto da 36 kW (49 CV) e 205 Nm di coppia massima, per un totale di 143 CV. Il tutto viene coadiuvato da una unità d’avviamento/generatore ad alta tensione da 15 kW, abbinato ad un inverter e a una batteria agli ioni di litio da 1,2 kWh raffreddata ad acqua. Grazie a questa tecnologia è possibile godere di una potenza superiore al 25% rispetto al motore termico rispetto alla Juke, mentre i consumi scendono addirittura del 40% nel ciclo urbano e del 20% in quello combinato.

Primo contatto su strada

Abbiamo avuto il piacere di provare la nuova Nissan Juke in un breve test tra le strade che circondano Milano e la campagna pavese. La posizione di guida ideale si trova facilmente e la strumentazione risulta sempre molto ben leggibile in qualsiasi condizione di luce. La macchina parte in modalità elettrica, quindi nel più totale silenzio, anzi ricordiamo che in città dove riesce a coprire quasi l’80% del tragitto con motore elettrico, basta non superare i 55 km/h.

Mentre guidiamo la Juke abbiamo la sensazione di essere su un tappeto volante, grazie ad una fluidità di marcia molto spiccata, merito anche del cambio modale. Quando si preme con vigore sull’acceleratore la spinta si fa sentire, così come il rumore all’interno dell’abitacolo. Per ovviare a ciò basta adottare una guida più fluida ed evitare gli scatti superflui. Le sospensioni assorbono bene le asperità della strada e anche i dossi più elevati, questo non vuol dire però che la Juke non disdegna le curve più veloci, dove si comporta in modo ineccepibile evitando fastidiosi coricamenti.

La Juke trova la sua dimensione ideale in città e nei brevi tratti extraurbani dove regala il meglio delle sue qualità risultando un’ottima compagna per la guida di tutti i giorni. Degno di nota anche il sistema e-Pedal che permette di guidare il veicolo utilizzando solo il pedale dell’acceleratore, inoltre questo sistema ottimizza il recupero dell’energia in frenata.

Allestimenti e prezzi

La nuova Nissan Juke Hybrid è proposta in tre allestimenti: N-Connecta, N-Design e Tekna. Le prime consegne sono previste per settembre 2022 e i prezzi di listino sono i seguenti:

Prezzi

  •     Nissan Juke 1.6 Hybrid N-Connecta: 30.300 euro;
  •     Nissan Juke 1.6 Hybrid N-Design: 31.500 euro;
  •     Nissan Juke 1.6 Hybrid Tekna: 32.860 euro.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →