Mercedes EQS: la nuova ammiraglia elettrica

La nuova ammiraglia 100% elettrica di Mercedes-Benz stupisce per contenuti sofisticati e futuristici e per una spiccata sensibilità all’ambiente.

Mercedes-Benz è proiettata al futuro e ha una visione aziendale che risponde all’esigenza di salvaguardare l’ambiente. Per questo motivo la Casa di Stoccarda ha sposato il progetto “Ambition 2039”, per il quale si impegna a offrire in meno di 20 anni una flotta di vetture nuove “carbon neutral”. Di pari passo, il brand tedesco porta avanti l’ampliamento sostanziale della sua gamma di veicoli elettrici, alla quale va aggiunta la lussuosa e imponente EQS, la prima ammiraglia a trazione elettrica. Quest’ultima sale agli onori della cronaca anche per il suo coefficiente di resistenza aerodinamica da record (Cx 0,20), elemento che la rende l’auto di serie più aerodinamica al mondo. Il tutto va sempre a beneficio dell’ambiente, grazie a un’autonomia che aumenta in modo indiscutibile e riduce le occasioni di ricarica.

Mercedes EQS: autonomia di 770 km

L’autonomia, quindi, è la grande protagonista di questa auto, tanto che raggiunge la fatidica soglia dei 770 chilometri (secondo il ciclo WLTP). Un risultato eccezionale se si pensa, che a supporto del corpo vettura, sia ha una potenza fino a 385 kW, paragonabile a quella di una Classe S a motore termico. È inoltre in programma una versione Performance fino a 560 kW. Tutti i modelli EQS dispongono di una catena cinematica elettrica (eATS) sull’asse posteriore, mentre le versioni a trazione integrale 4MATIC montano un’eATS anche sull’anteriore.

Con questa nuova ammiraglia a zero emissioni nasce una nuova generazione di batterie che hanno una densità energetica incrementata. La maggiore delle due batterie ha un contenuto di energia utilizzabile di 107,8 kWh, vale a dire circa il 26% in più rispetto a EQC. Sviluppato inhouse, questo software di gestione della batteria consente di fare gli aggiornamenti “over the air” (OTA). In tal maniera la gestione dell’energia è sempre aggiornata lungo tutto il suo ciclo di vita. Per quanto concerne la composizione chimica delle celle, la percentuale di cobalto dei catodi è scesa al 10%.

La ricarica

EQS si ricarica in corrente continua presso le stazioni di ricarica rapida fino a 200 kW. Dopo un quarto d’ora, la corrente immessa nella batteria garantisce fino a 300 chilometri di autonomia (nel ciclo WLTP). A casa o alle stazioni di ricarica pubbliche, EQS si ricarica comodamente con il suo caricabatteria in corrente alternata fino a 22 kW. In Giappone, EQS supporterà anche la ricarica bidirezionale, ossia in entrambe le direzioni. Sono inoltre previsti programmi di ricarica intelligente, che possono attivarsi in automatico in base all’ubicazione, e funzioni che contribuiscono a ridurre le sollecitazioni cui è sottoposta la batteria durante la ricarica.

Si differenzia dalla Classe S

La EQS adotta quello che è chiamato purpose design, contraddistinto da una linea monoarco e dal design “cab forward” con coda fastback. Questa ammiraglia si differenzia dai modelli con motore a combustione e cerca di conquistare lo spettatore con delle forme “sensuali”. Il frontale forma nel sua completezza l’unità Black Panel. I fari moderni, uniti da una fascia luminosa, e la mascherina del radiatore in nero (Black Panel) ne danno una personalità originale.

La mascherina del radiatore Black Panel con la Stella Mercedes centrale può diventare ancora più esclusiva: scegliendo la versione con motivo a stelle tridimensionale. Questo pattern Mercedes-Benz è disponibile in abbinamento agli esterni AMG Line o Electric Art. Il motivo riprende la Stella originale della Daimler-Motorengesellschaft, registrata come marchio di fabbrica nel 1911.

1

Ultime notizie su Mercedes

Mercedes viene fondata nel 1902 ed è l’azienda a cui tutto ricondurre quando si parla di automobili. Non è infatti azzardato considerare Mercedes come un vero e proprio sinonimo di aut [...]

Tutto su Mercedes →