Mercedes Classe B 250e: la prova di redazione

La Mercedes Classe B 250e offre una grande praticità e consumi ridotti come si evince nella prova di redazione.

La Mercedes Classe B 250e è una delle poche MPV presenti sul mercato e nella nostra prova di redazione ogni tester ha potuto studiare i diversi aspetti dell’ibrida plug-in da famiglia.

Mercedes Classe B 250e: tester n.1

La Mercedes Classe B 250e è un’auto intelligente,  con la variante ibrida plug-in il monovolume della Stella ha praticamente costretto la BMW a seguirla su questa soluzione tecnica facendo diventare anche la Serie 2 Active Tourer alla spina. Attualmente, le MPV stanno scomparendo e questo non è un bene in assoluto, perché se da un lato ci sono SUV sempre più avveniristici, dall’altro, le auto pratiche, al 100% al servizio della famiglia, sono sempre di meno.

Così, arrivano prodotti particolari, come la Dacia Jogger, ma per chi cerca una vettura premium con determinate caratteristiche il panorama è sempre più ristretto. Un peccato, considerando che le dimensioni di questa classe B che sono speculari a quelle di una vettura compatta, ma con quello sviluppo in altezza che regala tanto spazio interno sopra la testa. Il tutto senza pregiudicare un Cx che è di 0,25.

Mercedes Classe B 250e: tester n.2

Con la Mercedes Classe B 250e la Casa della Stella a Tre Punte combina la praticità delle compatte alla versatilità di una wagon. Certo, il bagagliaio risente di una diminuzione di volume di carico per via della batteria, ma comunque 450 litri non sono pochi e, volendo, possono essere incrementati quando non si occupa il divano posteriore. É l’ideale per le famiglie e con gli schermi del sistema MBUX, che si fondono in un corpo unico, accontenta anche i millennials.

Certo, le funzioni da gestire sono tante, e bisogna prendere confidenza con i comandi a sfioramento sul volante, ma la mole d’informazioni è particolarmente esaustiva. Interessante la schermata che consente di comprendere i consumi e l’andamento dei flussi energetici. Avveniristico il sistema di navigazione con realtà aumentata.

Tester n.3

La potenza della Mercedes Classe B 250e è sin troppa in certi frangenti, perché i 218 CV, ma soprattutto i 450 Nm di coppia massima, le regalano prestazioni di tutto rispetto. Dove consentito, infatti, la velocità massima può toccare i 235 km/h, mentre bastano 6,8 secondi per scattare da 0 a 100 km/h. Il cambio automatico ad 8 marce si presta ad una guida più spavalda in modalità Sport, ma se lo si impegna può dar vita a qualche ritardo, comprensibile, in scalata. Viaggiando con un piglio meno deciso, la vettura della Stella offre un comfort di altissimo livello, accompagnato da consumi nell’ordine dei 25 km/l con la batteria da 15,6 kWh carica.

Quando finisce l’energia, che in elettrico le consente di percorrere ben 70 km, allora le percorrenze peggiorano, e si scende intorno ai 15 km/l. Per recuperare l’80% di energia da una colonnina rapida sono sufficienti 25 minuti. Mentre per fare il pieno di corrente da una wallbox da 7,4 kWh bisogna mettere in conto circa 2 ore. Tempistiche interessanti, soprattutto se si percorre molta strada in città, dove si può sfruttare a pieno il motore elettrico da 102 CV, per poi combinarlo con il termico nei viaggi. 

Tester n.4 

Incentivi e promozioni a parte, la versione Sport della Mercedes Classe B 250e parte da poco meno di 44.000 euro. Una cifra importante, ma comunque in linea con i contenuti dell’auto. La lista degli accessori è piuttosto nutrita, ma è importante scegliere quelli più adatti alle proprie esigenze senza farsi sedurre dai vari optional disponibili. Pena un aumento di prezzo importante. Non caso la versione in prova, nell’allestimento Premium, ed equipaggiata di tutto punto, supera di slancio i 50.000 euro. 

Ultime notizie su Mercedes

Mercedes viene fondata nel 1902 ed è l’azienda a cui tutto ricondurre quando si parla di automobili. Non è infatti azzardato considerare Mercedes come un vero e proprio sinonimo di aut [...]

Tutto su Mercedes →