Lucidatura dell’auto: come far risplendere la carrozzeria

Una carrozzeria bella e lucente dura di più nel tempo e aiuta anche a farsi vedere meglio dagli altri: ecco tutti i consigli per una buona lucidatura.

Come si lucida la carrozzeria dell’auto? Quali sono le tecniche utilizzate dagli esperti, per un ottimo risultato? Quali accessori bisogna utilizzare? Quali sono gli errori da evitare? Si tratta di una serie di questioni non banali. Anche se si può in prima battuta pensare che la cura costante della carrozzeria possa sembrare secondaria rispetto alla manutenzione della meccanica, è bene tenere presente che l’auto “bella” non riveste un’importanza soltanto e puramente estetica, ma anche di sicurezza.

In questa guida analizziamo come si effettua una corretta lucidatura della carrozzeria, quali strumenti devono essere utilizzati, cosa è meglio evitare.

Lucidare l’auto: perché è importante

Una carrozzeria pulita e lucente conferisce alla vettura un bell’effetto, aiuta la vernice esterna a durare più a lungo e incide positivamente sulla sicurezza di marcia. In effetti, se si lasciano per troppo tempo eventuali graffi o piccole righe, è possibile che la carrozzeria della vettura si rovini più rapidamente. Inoltre, utilizzare un’auto con la carrozzeria sempre in perfetto ordine aiuta ad essere individuati meglio nel traffico.

Per questo è importante dare la giusta attenzione alla cura della carrozzeria. Recarsi ad intervalli regolari dal carrozziere è peraltro un costo che si può affrontare una volta ogni tanto. Durante la normale manutenzione della vettura, è conveniente lucidare l’auto con procedimenti fai-da-te. L’importante è sapere come procedere, e utilizzare prodotti e accessori dedicati.

Lucidare la carrozzeria dell’auto: prima di tutto, il lavaggio

Lucidare la carrozzeria dell’auto presuppone il rispetto di una serie di passaggi, che vanno eseguiti con cura. Questo è ancora più importante per chi sceglie di lucidare la vettura a mano: operazione chiaramente più faticosa rispetto all’utilizzo di strumenti ad hoc (come ad esempio una lucidatrice), tuttavia il risultato può essere eccellente perché permette di raggiungere i punti più difficili della vettura.

Per un corretto intervento di lucidatura della carrozzeria, è fondamentale procedere innanzitutto con alcune operazioni preliminari, prima fra tutte il lavaggio esterno del veicolo. Lavare con attenzione la carrozzeria dell’auto serve ad eliminare qualsiasi traccia di sporco, polvere e smog.

Se la carrozzeria della vettura presenta dei segni poco profondi, è possibile intervenire da soli per eliminarli. In caso contrario (vale a dire se le scheggiature sono più profonde, o ci sono ammaccature più evidenti) è meglio portare l’auto da un carrozziere.

Lucidare la carrozzeria dell’auto a mano: cosa serve

La lucidatura a mano della carrozzeria necessita l’impiego di alcuni accessori fondamentali:

  • Uno o più panni morbidi e puliti: meglio se di microfibra, devono resistere al meglio alla pressione effettuata con la mano per lucidare la carrozzeria;
  • Un polish per carrozzerie;
  • Cera protettiva.

Occorre fare attenzione che il polish e la cera siano di buona qualità e adatti al tipo di vernice della vettura.

Quando la carrozzeria dell’auto è stata accuratamente lavata e asciugata, è possibile passare allo step successivo: appunto, la fase di lucidatura vera e propria. È importante avere cura di non lucidare l’auto sotto il sole: bisogna scegliere un luogo fresco e ombreggiato.

Lucidare carrozzeria: come si usa il polish

Il polish va steso con mano leggera e movimenti circolari, aiutandosi con un panno, e su tutta la carrozzeria in modo da ottenere poi uniformità di risultato: attenzione all’esatta quantità di prodotto, perché si tratta di un composto lievemente abrasivo che, se usato in quantità eccessiva, può opacizzare la vernice esterna. Per questo, si rivela particolarmente utile ad eliminare le piccole imperfezioni sulla carrozzeria. Una volta steso un velo di polish, si aiuta a proteggere l’auto dall’azione degli agenti atmosferici.

Cera protettiva: come si utilizza per la lucidatura della carrozzeria

La cera va data sulla carrozzeria soltanto dopo che il polish si è assorbito del tutto. I migliori risultati si ottengono stendendo un sottile velo sul veicolo, proprio per formare un ulteriore strato di protezione contro gli agenti esterni che possono intaccare la carrozzeria.

Lucidatura carrozzeria con la lucidatrice

Se si ha a disposizione una lucidatrice, questo è l’accessorio più indicato per la lucidatura della carrozzeria. Il suo compito è, in effetti, garantire la migliore uniformità di risultato su tutto il corpo vettura esterno, e per di più in un tempo inferiore rispetto alla lucidatura a mano.

Per l’impiego della lucidatrice, la metodologia di lavoro è sostanzialmente simile alla lucidatura a mano. Anche gli accessori sono gli stessi. Si tratta, in effetti, di avere a portata di mano un polish, la cera protettiva e almeno un panno microfibra.

La prima fase, se si tratta la carrozzeria con una lucidatrice, consiste nel lavaggio della vettura, e successiva asciugatura.

La lucidatrice va preparata utilizzando un tampone apposito (ne esistono di grana differente a seconda dell’effetto che si vuole ottenere), che andrà usato con movimenti circolari e uniformi sul polish nel frattempo applicato (sempre in modo da stendere soltanto un velo di prodotto) sulla carrozzeria. Vale, anche qui, la raccomandazione di distribuire una esatta quantità di prodotto sulla vernice, e di non premere troppo sulla carrozzeria per evitare il formarsi di fastidiosi aloni.

In alternativa alla lucidatrice, può essere utilizzato un comune trapano, al quale adattare l’accessorio apposito per la lucidatura della carrozzeria da fissare nel mandrino. Il procedimento da seguire è lo stesso di quello descritto qui sopra.

Cosa non fare quando si lucida la carrozzeria dell’auto

In ultimo, vediamo quali sono gli errori più comuni che bisogna evitare se si vuole ottenere una carrozzeria dell’auto perfettamente lucida.

  • Non lucidare l’auto sotto i raggi del sole: qualsiasi operazione di cura della carrozzeria (lavaggio, eliminazione di piccoli graffi con la pasta abrasiva, lucidatura) va effettuata all’ombra e, preferibilmente, in un ambiente aerato;
  • Non tentare una lucidatura della carrozzeria se, prima, la vettura non è stata lavata e asciugata: è sufficiente un po’ di sporco o di polvere per rovinare la carrozzeria. Allo stesso modo, se l’esterno della vettura non è del tutto pulito, è importante non utilizzare alcun panno per cercare di togliere lo sporco: non si fa altro che peggiorare la situazione;
  • Non utilizzare i prodotti per lucidare la carrozzeria in quantità eccessive: in caso contrario, c’è il rischio che si formino aloni sulla carrozzeria e la vernice si opacizzi;
  • Non versare polish né cera direttamente sulla carrozzeria, ma applicarli sul panno morbido che a sua volta va utilizzato sulla vettura con movimenti circolari.

Ultime notizie su Approfondimenti

Tutto su Approfondimenti →