KIA Sportage 1.6 T-GDI HEV: la prova su strada

La KIA Sportage full hybrid è comoda e potente, con uno stile unico, ed un interno a tutto schermo.

La KIA Sportage ha riscritto le regole del gioco, rinnovandosi profondamente nello stile e nella meccanica. L’abbiamo provata nella versione full hybrid, che è una delle tre proposte elettrificate del SUV coreano. L’allestimento, denominato GT-Line, le conferisce un look più sportivo.

KIA Sportage: design futuristico

Se le dimensioni sono praticamente invariate rispetto al modello precedente, con una lunghezza superiore di appena 3 cm, la KIA Sportage vanta uno stile rivoluzionato. Il frontale presenta una calandra a tutta larghezza, mentre le firme luminose hanno un andamento unico. Sottili e allungate nella parte interna, più ampie all’esterno. E’ molto originale, forse sin troppo, per questo è indicata a chi ricerca una vettura carica di personalità. Meno audace nella fiancata, comunque dall’andamento dinamico, il SUV mostra un maggiore equilibrio dei volumi nel posteriore, dove il taglio dei gruppi ottici è particolarmente riuscito.

KIA Sportage: una guida a tutto schermo

Con l’allestimento GT-Line, la KIA Sportage mette in mostra elementi sportivi nell’abitacolo come il volante tagliato in basso con tanto di logo GT-Line riproposto anche negli schienali dei sedili anteriori. Le cuciture su quest’ultimi, e la pedaliera racing, completano il quadro, ma sono i grandi schermi a stupire. In pratica, strumentazione ed infotainment sfruttano 2 display da 12,3 pollici che formano un corpo unico intorno al guidatore.

L’effetto è quello di essere integrati perfettamente con l’auto. Certo, le informazioni sono tante e bisogna prendere confidenza con il sistema multimediale, ma per fortuna il climatizzatore ha i comandi separati. Altri pulsanti circondano il rotore da cui si gestisce la trasmissione in un tunnel centrale che vanta prese USB differenti e la piastra di ricarica ad induzione per lo smartphone. Intelligente l’idea di proporre altre 2 prese USB-C negli schienali delle sedute anteriori, oltre a dei pratici ganci.

Dietro la temperatura è gestibile separatamente, così come i flussi, grazie alla presenza di un display per il climatizzatore separato e delle bocchette d’areazione. Il bagagliaio è ampio, 587 litri, e guadagna 84 litri rispetto al modello precedente. Inoltre, il piano di carico è regolare e non presenta scalini.

È comoda ma all’occorrenza viaggia veloce

Con l’elettrico che viene in supporto del termico, la KIA Sportage full hybrid viaggia fluida, silenziosa, e invoglia a non sforzare troppo il cambio automatico a 6 marce. La potenza comunque è sempre ben presente sotto il piede destro, e i 225 CV, uniti ai 350 Nm di coppia massima, si sentono. Così, volendo, lo 0-100 km/h è una pratica da sbrigare in appena 8 secondi. Di livello la tenuta di strada, anche se l’assetto non è mai troppo rigido.

Indovinata la taratura dello sterzo: consistente, preciso e progressivo. I consumi si attestano tra i 13 ed i 14 km/l di media, bisogna dire però, che se ci si fa ingolosire dalla spinta dell’ibrido, le percorrenze diminuiscono… A livello di ADAS non mancano tutti quei dispositivi che consentono la guida autonoma di livello 2. Il sistema più interessante è senza dubbio quello che ripropone la visuale dell’angolo cieco nella strumentazione. Grazie a delle telecamere, quando si inserisce la freccia per un sorpasso o un cambio di corsia, viene inquadrata la zona in questione e vengono attivate tutte le segnalazioni del caso.

Prezzo: da 35.950 euro

La KIA Sportage HEV ha un listino che parte dai 35.950 euro della variante Style, mentre la GT-Line, a cui non le manca quasi nulla, ha costo di 38.950 euro. Per averla integrale occorrono altri 2.000 euro, ma il listino del SUV coreano origina dai 29.950 euro della 1.6 mild hybrid in versione Business. 

Ultime notizie su Test Drive

Tutto su Test Drive →