Hennessy Venom F5: caratteristiche e prezzi della nuova hypercar

Pronta per il debutto commerciale, la ultracoupé texana 6.6 V8 biturbo da 1.842 CV e che promette oltre 500 km/h sarà realizzata in 24 unità, con prezzi a partire da 2,1 milioni di dollari.

“Mostruosa” è dire poco. Meglio sarebbe dire, in senso assoluto, “unica in tutto e per tutto”. Dalle specifiche di progetto alla tecnologia di telaio, corpo vettura e propulsione, alle prestazioni dichiarate. E anche al prezzo: due milioni e passa di dollari non sono certamente uno scherzo per nessuno, neanche per il ristretto club di super-enthusiast che possono accaparrarsene una.

Sarà la vettura più veloce del mondo?

Del resto, l’obiettivo che John Hennessey si prefigge è quanto di più ambizioso ci sia nella corsa alla realizzazione dell’autovettura “stradale” (con tutte le virgolette del caso) più veloce del mondo: anche più, per intenderci, di SSC Tuatara, che ad ottobre 2020 ha fatto registrare i 508 km/h di punta. Nella fattispecie, che quindi sia in grado di raggiungere – e, magari, anche superare – la soglia fantastica di 500 km/h, e per di più facendo affidamento su un motore di stampo “tradizionale”. Senza, cioè, alcun “aiutino” di elettrificazione, ma soltanto partendo da un V8 biturbo (provvisto, per di più, di distribuzione ad aste e bilancieri, come vedremo: sistema arcaico tuttavia, a quanto pare, efficace) da oltre 1.800 CV di potenza massima (per la precisione: 1.842 CV).

È il “regalo” per i 30 anni dalla fondazione

Per raggiungere questo traguardo, il tecnico texano, titolare della factory che porta il suo nome, si accinge a celebrare i 30 anni dalla fondazione dell’azienda (avvenuta nel 1991) con il prossimo debutto sul mercato della ultra-hypercar Hennessey Venom F5, svelata in configurazione definitiva e pronta per debuttare in produzione al prezzo di 2,1 milioni di dollari (come dire circa 1,72 milioni di euro) per ognuno dei 24 esemplari programmati, e che saranno equamente destinati per gli USA e per l’esportazione. Le prime consegne sono previste nel 2021.

“Dove eravamo rimasti?”

“Erede” diretta della precedente Hennessey Venom GT – vettura di tipo coupé e spider sviluppata su base Lotus Exige – prodotta in 13 unità fra il 211 ed il 2017 che di CV ne erogava “soltanto” 800, 1.000 oppure 1.262 (a seconda dello step di elaborazione per l’”Ottovù” da sette litri LS7 biturbo), la nuova hennessey Venom F5 si presenta come la hypercar che innalza di un livello ancora superiore gli straordinari atout di potenza bruta del modello precedessore.

Niente ibrido: c’è un “motorone” V8 biturbo

Sotto al cofano (o, per meglio dire: immediatamente dietro l’abitacolo, in posizione centrale), Hennessey Venom GT – che ricordiamo svelata in anteprima al SEMA di Las Vegas 2017 ed annunciata per la produzione l’anno successivo – viene provvista di un’unità motrice che più tradizionale non si potrebbe. Il motore, un V8 da 6,6 litri (ribattezzato “Fury”) con lubrificazione a carter secco e dalla distribuzione ad aste e bilancieri (sistema che, è possibile ipotizzare, sia stato scelto proprio per ottimizzare ulteriormente la distribuzione dei pesi verso il basso, nello specifico dal posizionamento laterale degli alberi a camme), sprigiona ben 1.842 CV di potenza massima, ma è stato sviluppato per lavorare fino a ben 8.500 giri/min (regime raggiungibile in modalità “F5” per brevi tratti).

Tecnologia di propulsione

Il blocco è in ghisa, le testate (collocate con un angolo di 90°) sono in alluminio. Per sopportare un simile livello di potenza ed una forza motrice straordinariamente elevata, le valvole di aspirazione, inclinate, sono in titanio, e le valvole di scarico sono state realizzate in Inconel, lega ultraleggera progettata originariamente per la F1 (del medesimo materiale, per intenderci, è il sistema di scarico di Ferrari SF90 Stradale). L’impianto di scarico è in acciaio inox. Per la sovralimentazione viene utilizzata una coppia di turbocompressori con palette in alluminio. Per sopportare le elevatissime temperature di esercizio, il rivestimento del vano motore è in Cerakote, un trattamento a base ceramica.

Trasmissione progettata per superare i 500 all’ora

La trasmissione si avvale di un cambio semi-automatico CIMA a sette rapporti e frizione singola, collocato in posizione longitudinale: la selezione delle “marce” avviene mediante due levette al volante. Lo studio della rapportatura è stato condotto dai tecnici Hennessy in maniera specifica per oltrepassare di larga misura i 500 km/h. Nello specifico, in settima velocità (cui il pilota può arrivare dalla “sesta” portata a limitatore, che in termini velocistici si traduce in circa 460 km/h) Hennessy Venom F5 viene annunciata per essere in grado di superare i 530 km/h. La soglia massima di velocità è raggiungibile selezionando il programma di guida F5, ovvero la modalità più “estrema” fra quelle, immediatamente inferiori, programmate da Hennessey:

  • Sport
  • Track
  • Drag
  • Wet.

La velocità massima è un dato stimato, in quanto la determinazione definitiva verrà sancita all’inizio del 2021 in partnership con Racelogic, presso una struttura NASA in Florida.

Corpo vettura

Le immagini della versione definitiva di Hennessy Venom F5, messe a disposizione dalla factory texana in ordine al prossimo esordio commerciale della ultra-hypercar “a stelle e strisce”, parlano da sole. Le linee sono, del resto, pienamente funzionali alle eccezionali performance annunciate: assoluta attenzione ai flussi aerodinamici, nessuna concessione a “preziosismi”. Una “ciabatta” da 4,66 m di lunghezza, quasi due metri di larghezza e poco più di 1,1 m di altezza su un passo di 2.800 mm realizzata su un telaio monoscocca in fibra di carbonio ed una carrozzeria realizzata nel medesimo materiale, per un peso a secco di 1.360 kg. Da segnalare, rispetto alla concept vista al SEMA 2017, l’assenza dell’ala fissa posteriore. L’abitacolo, volutamente “minimal”, si fa notare per la presenza di un volante multifunzione tagliato nella zona superiore della corona, e per due schermi che ospitano, rispettivamente, il quadro strumenti digitale ed il pannello di controllo e visualizzazione dei parametri di bordo e delle funzionalità infotainment.

Ruote, freni e sospensioni

I gruppi ruota si compongono di cerchi da 19” all’anteriore e da 20” al posteriore, con pneumatici da 265/35 – 19 e da 345/30 – 20. Le gomme, riferisce Hennessey, saranno fornite da Michelin: si tratta degli pneumatici Pilot Sport Cup 2 che il colosso francese si appresta a testare per assicurarsi che possano resistere alle velocità ed agli elevati carichi generati dal veicolo. L’impianto frenante è “ovviamente” di tipo carboceramico. Per le sospensioni, Hennessey si è rivolta a Penske, che ha messo a disposizione un tipo di ammortizzatori multiregolazione a sistema “Lift”, ribassabili fino ad 85 mm in compressione e fino a 160 mm in estensione.

1

Configurazione del veicolo

  • Architettura telaio: coupé a motore collocato in posizione centrale dietro l’abitacolo; monoscocca in fibra di carbonio
  • Posizione di guida: a richiesta disponibile a sinistra e a destra
  • Trazione: posteriore.

Dimensioni esterne

  • Lunghezza: 4,67 m
  • Larghezza: 1,97 m (con gli specchi retrovisori)
  • Altezza: 1,13 m
  • Passo: 2.800 mm
  • Carreggiate: 1.574 anteriore; 1.684 posteriore
  • Peso a secco: 1.360 kg
  • Peso a vuoto: 1.385 kg
  • Regolazione dell’altezza minima da terra con HLS: fino a 75 mm ed 85 mm (anteriore e posteriore) in compressione; fino a 140 mm e 160 mm (anteriore e posteriore) in estensione.

La scheda tecnica

  • Tipo motore: Hennessey “Fury”
  • Architettura: 8 cilindri a V
  • Blocco motore: in ghisa
  • Testate: in alluminio
  • Angolo fra le bancate: 90°
  • Alesaggio x corsa: 104,8 mm x 95,3 mm
  • Cilindrata totale: 6.555 cc
  • Rapporto di compressione: 10:1
  • Distribuzione: comando ad aste e bilancieri; valvole di aspirazione in titanio, inclinate; valvole di scarico in Inconel con doppie molle
  • Sistema di lubrificazione: a carter secco
  • Sovralimentazione: doppio turbocompressore
  • Peso complessivo del motore: 280 kg
  • Potenza massima: 1.817 HP (1.842 CV) ad 8.000 giri/min
  • Coppia massima: 1.617 Nm a 5.000 giri/min
  • Regime massimo di rotazione: 8.200 giri/min (8.500 giri/min in modalità “F5”)
  • Rapporto peso/potenza: 1,36 kg/CV.

Valori prestazionali dichiarati

  • Velocità massima: oltre 500 km/h
  • Tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h: 2”6
  • Tempo di accelerazione da 0 a 200 km/h: 4”7
  • Tempo di accelerazione da 0 a 300 km/h: 8”4
  • Tempo di accelerazione da 0 a 400 km/h: 15”5.

Ultime notizie su Super Car

Ultime notizie sulle supercar più belle: foto e video, commenti.

Tutto su Super Car →