Fiat Panda Integral-e by Garage Italia Customs: 2 motori elettrici per le 4 ruote motrici

Fedele al più recente layout di propulsione che, nel caso delle 4×4 elettriche, raddoppia le unità di propulsione per eliminare l’albero di trasmissione, la “superutilitaria” per eccellenza assume una nuova identità.

Poco più di quarant’anni, una capacità camaleontica di reinventarsi di continuo, adeguandosi all’evoluzione del costume (magari anche anticipando le mode), o assumendo un’immagine tutta personale in funzione dei gusti e delle esigenze dei singoli proprietari. È la immortale Fiat Panda, che seppure evoluta all’inizio del nuovo Millennio in una serie che con la storica progenitrice ha in comune soltanto il nome, le dimensioni compattissime ed il segmento di appartenenza, ne prosegue il ruolo di bestseller per il marchio torinese (quattro milioni e mezzo gli esemplari complessivamente prodotti dal 1980) ed il simbolo per le basi della mobilità all’italiana.

Sono numerose, in effetti, le versioni di Fiat Panda che si sono succedute in quattro decenni; moltissime anche le elaborazioni, fra progetti artigianali e declinazioni in piccola serie. L’ultima delle quali si chiama “Integral-e“, porta la firma di Garage Italia ed ha ricevuto un sistema di propulsione “zero emission” tutto nuovo ed un inedito catalogo di finiture. Ma andiamo con ordine.

Una seconda giovinezza

Da diverso tempo, il carattere volutamente “minimal” di Fiat Panda è oggetto dell’attenzione da parte di Garage Italia Customs: l’atelier milanese fondato da Lapo Elkann ha, nella seconda metà del 2019, dato vita ad un programma di rielaborazione (battezzato Icon-e) per la intramontabile “superutilitaria” torinese, che prevede la realizzazione di una serie di modelli speciali – ognuno dei quali in possesso di una propria personalità – e contrassegnati dall’alimentazione 100% elettrica. Una linea di Fiat Panda 4×4 “zero emission” peraltro corretta anche dal punto di vista filologico, in quanto ha ripreso un percorso avviato giusto trent’anni fa (Fiat Panda Elettra del 1990) ed accompagna, seppure in forma… “amatoriale”, il new deal di Fiat-Chrysler Automobiles in materia di elettrificazione.

Ecco l’ultima novità

L’ultimo esempio di Fiat Panda Icon-e by Garage Italia Customs (“l’ultimo” in ordine di tempo: in precedenza c’erano state “Panderis”, “Pandoro”, “Pand’Art”, Pandina Jones” e “00Panda”) si chiama “Integral-e”, viene proposta in serie limitata – come le altre “sorelle” Icon-e –, e si caratterizza per un “capitolato” di dotazioni tecniche e di contenuti quanto più personali.

Alimentazione, modalità di guida e ricarica

Innanzitutto, è da considerare il modulo di propulsione: in luogo dell’unità motrice 965, 999 cc o 1.108 cc (ovvero i tre motori che, nel tempo, equipaggiarono la storica 4×4 prodotta fra il 1983 ed il 2003), sono stati installati due motori elettrici, ciascuno dei quali dotato di un proprio differenziale-riduttore in modo da mantenere la trazione integrale senza dovere necessariamente fare ricorso all’albero di trasmissione. Il cambio manuale di serie è stato ovviamente eliminato: a disposizione del conducente, Panda Integral-e by Garage Italia Customs viene equipaggiata con un cambio automatico a tre comandi di marcia (“D”, “N”, “R”) selezionabili attraverso una pulsantiera posta fra i sedili.

Due le modalità di guida: “Sport” (che ripartisce la coppia motrice al 50% fra avantreno e retrotreno), ed “Eco”, che trasferisce l’80”% di coppia alle ruote anteriori. I valori relativi a potenza ed autonomia non sono stati comunicati. La ricarica avviene tramite una “presa” collocata nella parte bassa della fiancata di destra, laddove in origine si trova il bocchettone per il rifornimento di benzina. Una particolarità: la particolare collocazione delle unità motrici elettriche ha permesso a Garage Italia di poter mantenere la ruota di scorta all’interno del vano motore.

Gli equipaggiamenti dedicati

Come ogni realizzazione Garage Italia, anche Panda Integral-e ha ricevuto una serie di accessori ad hoc e che ne impreziosiscono l’immagine: nel dettaglio, l’abitacolo presenta nuovi rivestimenti in Alcantara, una strumentazione digitale dedicata che sostituisce il conosciutissimo quadro strumenti analogico, un volante Nardi di forma sportiva e senza airbag, ed un impianto audio (fornito dallo specialista JBL) con altoparlanti su misura.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →