DS 7 2022: prezzo, prova, novità, motori

Abbiamo provato su strada in un primo contatto la nuova DS 7 2022, il SUV parigino che si rinnova nello stile e nei contenuti. Prezzi da 42.000 euro.

Nell’universo premium di DS Automobiles la DS 7 Crossback ha rappresentato un grimaldello per entrare di diritto alla tavola degli aristocratici delle quattro ruote. Con questo modello la Casa parigina si è svincolata da “mamma” Citroen e ha intrapreso un cammino sulle proprie gambe, in modo indipendente. Il SUV è stata infatti la prima auto progettata in modo autonomo da questo Marchio. A distanza di cinque anni il bilancio si può dire molto positivo, perché ha avuto uno straordinario impatto commerciale, specialmente in Italia dove è stata apprezzata in larga misura. Adesso però è tempo di voltare pagina e di dare il benvenuto alla nuova DS 7 2022, che abbandona la dicitura “Crossback” e abbraccia una serie di rinnovamenti che la proiettano direttamente verso un futuro roseo. Sulle strade del sud della Francia abbiamo misurato le qualità delle nuove motorizzazione E-Tense 225 ed E-Tense 360.

Cambiamenti miranti nel design

Se un’auto ha avuto successo ed è stata amata soprattutto per il suo design, il lavoro più complicato è quello di non stravolgere uno schema che ha portato molte fortune. I designer di DS sono stati attenti e nel restyling della propria ammiraglia SUV hanno operato in modo oculato. Rispetto al passato le differenze sembrano minime, ma non è così. Prima di tutto sono state generate delle luci diurne verticali che hanno un disegno inedito e che diventano parte integrante della carrozzeria: merito di una lavorazione a laser che ha tolto una percentuale della verniciatura, in modo da rendere trasparente il policarbonato.

A prima vista i gruppi ottici principali sembrano i medesimi di ieri, invece adesso sono più rastremati e possiedono una tecnologia chiamata DS Pixel Led Vision 3.0. In questo sistema operano 84 LED per ciascun abbagliante, in grado di illuminare lo scenario di fronte fino a 380 metri, oltre che a spegnersi e accendersi in modo automatico con alcune parti per non abbagliare gli altri automobilisti e, sempre in automatico, dare un fascio di luce alla curva che si sta percorrendo. Al posteriore fa capolino la scritta DS Automobiles al centro del portellone. Una firma che sottolinea l’orgoglio del Brand.

Un abitacolo raffinato

All’interno della DS 7 si percepisce ancora di più la voglia di trasmettere qualità e prestigio a chiunque avrà l’opportunità di sedersi sui suoi comodi sedili. Ottima la cura degli assemblaggi, con pelle, Alcantara e plastiche morbide (specie nella parte centrale dell’abitacolo) un po’ dappertutto, mentre le plastiche più dure sono state relegate a pochi frammenti, in particolar modo in quegli angoli dove raramente si poggia l’occhio. Un’iniezione di rinnovamento è stata apportata anche a livello di tecnologia, con la strumentazione digitale e il sistema di infotainment chiamato “Iris”.  A disposizione di entrambi ci sono degli schermi da 12″, con quello centrale mosso da un software migliorato che integra anche l’assistente vocale. Ovviamente la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto è garantita. Buono lo spazio un po’ dappertutto, specialmente quello del bagagliaio che ha una capienza di 555 litri.

DS 7 2022: i motori

La gamma motori di DS 7 vede delle novità, con la scomparsa dei benzina che hanno lasciato il posto alle unità ibride e a un diesel. Dopo questa opera di razionalizzazione abbiamo un 1.5 diesel da 130 CV e 300 Nm di coppia e tre powertrain ibridi plug-in “E-Tense” con potenze di 225, 300 e 360 CV. Le prime due sono a trazione anteriore, mentre la più potente sfoggia un raffinato sistema 4×4 che scatena la sua grandiosa potenza a terra su tutte e quattro le ruote.

DS 7 2022: come va su strada

Abbiamo avuto la fortuna di saggiare le qualità della nuova DS 7 nelle due versioni ibride plug-in da 225 CV e 360 CV. Partiamo nella nostra narrazione dalla più potente e a trazione integrale, dunque siamo andati alla scoperta delle sue doti stradiste nelle suggestive vie che dividono Nizza da Cannes, in affascinanti panorami e scorci mozzafiato, dove il SUV è stato messo alla prova in curve e tornanti di montagna. Nonostante la mole generosa i 360 CV e 520 Nm di coppia possono spingere la DS 7 da 0 a 100 km/h in appena 5,2 secondi, ma questi sono freddi numeri.

Questo SUV non è un’auto prioritariamente sportiva, il suo diktat è più quello di una gran turismo, quindi performance abbinate a un grande comfort. La comodità e l’insonorizzazione risaltano sempre rispetto alle altre qualità; ben intenso al suo volante ci si diverte, con 360 CV la reazione dell’auto alla sollecitazione del pedale dell’acceleratore è repentina (specialmente in modalità Sport o 4×4), tuttavia si percepisce un po’ di rollio nelle curve più dinamiche e dove si può osare un tantino più del normale. Ribadiamo, quest’auto ha un’indole più da passista e da lunghi viaggi, è una vettura da famiglia e non da pista.

Passando, invece, al volante della DS 7 E-Tense 225 ci troviamo forse al cospetto di una creatura più in linea con la sua vera anima. La differenza si nota subito, l’assetto è più morbido, le sospensioni sono superlative e il comfort di marcia complessivo merita le cinque stelle. Con lei si ha la giusta misura tra la crociera di lusso e l’ebbrezza della prestazione, perché i suoi 225 CV complessivi non sono pochi, e quando si vuole spingere il SUV ama slanciarsi in impeti di velocità. Per entrambe le versioni della nostra prova merita una menzione d’onore il raggio di sterzata, assolutamente straordinario e sorprendente, così come lo sterzo tanto deciso e robusto, quanto morbido e preciso. La guida poi è coadiuvata da sistemi di assistenza di Livello 2 che contano su cruise control adattivo, mantenitore attivo della corsia e Night Vision, che grazie a telecamere a infrarossi è in grado di vedere anche al buio, proiettando le sagome di ciclisti, pedoni o animali sul monitor della strumentazione.

DS 7 2022: i prezzi

BlueHDi 130 CV diesel:

  • Business 42.000 euro;
  • Rivoli 46.750 euro;
  • Opera 51.750 euro;
  • Performance Line 43.950 euro;
  • Performance Line+ 46.750 euro.

E-Tense 225

  • Business 51.200 euro;
  • Rivoli 55.600 euro;
  • Opera 60.700 euro;
  • Performance Line 52.800 euro;
  • Performance Line+ 55.600 euro.

E-Tense 300

  • Business 58.400 euro;
  • Rivoli 60.800 euro;
  • Opera 65.900 euro;
  • Performance Line 58.000 euro;
  • Performance Line+ 60.800 euro.

E-Tense 360

  • La Premiére 74.100 euro.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →