Come funziona il bollo auto in Piemonte

Tutti i metodi di pagamento della tassa di proprietà in Piemonte, come si calcola l’importo e quando va pagato, le agevolazioni e le esenzioni.

La tassa di proprietà è obbligatoria per tutti i veicoli iscritti al PRA (Pubblico Registro Automobilistico), è di competenza delle Regioni, delle Province autonome di Trento e Bolzano, e dell’Agenzia delle Entrate (per Friuli-Venezia Giulia e Sardegna), e riguarda non solamente i proprietari di veicoli, ma anche gli utilizzatori (leasing e noleggio a lungo termine), gli usufruttuari e gli acquirenti con patto di riservato dominio sul veicolo.

In questa guida analizziamo tutte le modalità di pagamento del bollo auto in Piemonte: come si calcola, quando pagarlo, i metodi di pagamento del bollo auto online, con gli intermediari autorizzati, e quali sono le agevolazioni e le esenzioni sulla tassa automobilistica previste dalla Regione Piemonte.

Quando si paga il bollo auto in Piemonte

La tassa di proprietà relativa al primo bollo auto va pagata entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di immatricolazione del veicolo (il mese di immatricolazione deve essere pagato per intero, anche se l’immatricolazione del veicolo è avvenuta l’ultimo giorno del mese). Per gli anni successivi al primo bollo, la scadenza della tassa automobilistica in Piemonte è stabilita nell’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza. Se l’ultimo giorno utile è festivo, si considera il primo giorno feriale successivo.

Ad esempio: se il bollo di un’autovettura scade a maggio 2023, l’annualità di copertura della tassa automobilistica andrà pagata entro il 30 giugno 2022.

Per le auto usate, in Piemonte vale la regola generale per cui se la vettura al momento dell’acquisto è già coperta dal bollo auto in corso di validità l’acquirente deve attenderne la naturale scadenza prima di pagare il bollo successivo. Se invece l’auto acquistata usata aveva il “bollo sospeso”, si applicano le stesse regole della prima immatricolazione.

Come si calcola il bollo auto in Piemonte

Per calcolare l’importo della tassa automobilistica in Piemonte, è possibile utilizzare il servizio online “Tassa Auto Piemonte” messo a disposizione dall’amministrazione regionale. La sezione “Calcola il bollo” permette di visualizzare la tassa di proprietà partendo dal numero di targa e dal tipo di veicolo (autoveicolo, motoveicolo, rimorchio). Lo stesso portale Web permette, con “Memobollo”, di ricevere – previa iscrizione dell’utente – una mail oppure un SMS gratuito che informa per tempo della scadenza del bollo auto.

Pagamento online bollo auto in Piemonte

Attraverso il portale “Tassa Auto Piemonte” è possibile procedere al pagamento online del bollo auto, per l’anno corrente così come degli anni precedenti se devono ancora essere pagati. Il calcolo, effettuato in tempo reale, determina già l’importo del bollo auto gravato di sanzioni e interessi nel caso di pagamento in ritardo. Con “Tassa Auto Piemonte” l’utente può pagare il bollo del proprio veicolo con carta di credito oppure con un bonifico online tramite PagoPA. In alternativa, la tassa automobilistica in Piemonte può essere pagata mediante il servizio “PagoBollo” online dell’Automobile Club d’Italia.

Pagamento bollo auto in Piemonte con gli intermediari autorizzati

La tassa automobilistica in Piemonte può essere versata attraverso diversi intermediari abilitati:

  • Sportelli e casse automatiche degli Istituti di credito che aderiscono al sistema PagoPA;
  • Sportelli di Poste Italiane, limitatamente alle tasse automobilistiche per l’anno corrente;
  • Tabaccherie abilitate che aderiscono al circuito Lottomatica;
  • Ricevitorie Sisal abilitate;
  • Agenzie di pratiche auto autorizzate ed associate alle reti ACI, Isaco, Italia Net Service, Stanet, PTAvant, con possibilità di far aggiornare i propri dati se risultano inesattezze dall’avviso di pagamento;
  • Altri canali collegati al sistema di pagamento PagoPA.

Pagamento bollo auto Piemonte: veicoli ultraventennali e ultratrentennali

In Piemonte, i veicoli (autoveicoli e motoveicoli) con immatricolazione compresa fra 20 e 29 anni usufruiscono di una riduzione del 50% sulla tassa di proprietà se in possesso del Certificato di Rilevanza storico-collezionistica per iscrizione nelle liste ASI (Automotoclub Storico Italiano) o FMI (Federazione Motociclistica Italiana), oppure ad uno dei Registri storici Fiat, Lancia e Alfa Romeo. I veicoli ultratrentennali sono esenti dalla tassa automobilistica se non circolano, e se circolanti devono essere coperti da una tassa di circolazione forfettaria di 30 euro (autoveicoli) e 20 euro (motoveicoli).

Bollo auto Piemonte: esenzioni

Sono esenti dal pagamento del bollo auto in Piemonte le seguenti categorie:

  • Auto destinate ai disabili (proprietari o familiari a carico di un cittadino ai sensi della Legge 104), purché con cilindrata fino a 2.000 se alimentati a benzina e 2.800 cc se a gasolio;
  • Autovetture omologate Euro 6, per tre anni, in sostituzione di autovetture Euro 0, Euro 1 ed Euro 2 avviate alla rottamazione;
  • Veicoli di ogni specie in dotazione fissa dei Corpi armati civili e militari dello Stato e della Protezione civile, provvisti di speciali targhe di riconoscimento;
  • Veicoli esclusivamente destinati, per conto dello Stato, delle Regioni, delle Province e Comuni o di associazioni umanitarie, al servizio di estinzione incendi e di Protezione Civile;
  • Autoveicoli degli agenti diplomatici e consolari, regolarmente accreditati in Italia, a condizione di reciprocità di trattamento;
  • Autobus utilizzati per trasporto pubblico di linea;
  • Autoambulanze;
  • Veicoli per il carico, scarico e la compattazione dei rifiuti solidi urbani oppure utilizzati per spurgo dei pozzi neri, la cui attrezzatura deve essere fissa e permanente oppure, qualora siano scarrabili, in caso di intercambiabilità vincolata al caricamento di sola struttura con le stesse caratteristiche, per i quali si prevede l’esenzione dal pagamento sia della tassa di possesso che dell’integrazione dovuta per la massa rimorchiabile;
  • Veicoli delle organizzazioni di volontariato iscritte al Registro regionale del Piemonte, utilizzati esclusivamente per l’attività propria di volontariato, delle cooperative sociali iscritte all’apposito albo regionale, delle aziende pubbliche di servizio alla persona e degli Istituti pubblici di assistenza e beneficenza (IPAB) che svolgono in via esclusiva attività nei confronti dei minori, degli anziani, dei portatori di handicap fisici e psichici.

Bollo auto Regione Piemonte: facilitazioni per auto a basse emissioni

Per alcune categorie di veicoli sono previste esenzioni e riduzioni della tassa automobilistica in Piemonte, in base alla tipologia di alimentazione alternativa oppure a basse (o del tutto assenti) emissioni di CO2 allo scarico.

Veicoli elettrici e monofuel GPL e metano: esenzione completa “a vita”;

  • Veicoli a doppia alimentazione benzina-GPL e benzina-metano installata dalla Casa costruttrice prima della loro messa in circolazione: 5 anni di esenzione a decorrere dalla data di immatricolazione. A partire dal sesto anno, la tassa di proprietà viene ridotta al 25% per i veicoli GPL e al 20% per i veicoli a metano, partendo dalla tariffa-base di 2,58 euro per kW, a prescindere dalla classe di inquinamento (“Euro”) e dalla potenza;
  • Veicoli elettrici o a doppia alimentazione benzina-metano o benzina-GPL “trasformati” dopo la messa in circolazione: 5 anni di esenzione a decorrere dall’omologazione del nuovo impianto. Dal sesto anno, la tassa di proprietà è a tariffa intera, basata sempre su 2,58 euro per kW. I veicoli di potenza superiore a 100 kW non hanno alcuna agevolazione;
  • Autoveicoli ibridi: in Piemonte, tutti gli autoveicoli ad alimentazione benzina-elettrico usufruiscono di 5 anni di esenzione dal pagamento del bollo auto, a decorrere dalla data di immatricolazione. Anche in questo caso, la potenza massima per l’esenzione è di 100 kW.

Ultime notizie su Tasse

Tasse

Tutto su Tasse →