Volkswagen CCS per abbattere le emissioni

Volkswagen CCS

Grazie ad uno scoop di Autoexpress scopriamo che Volkswagen lavora alacremente a grosse innovazioni tecnologiche per i propri propulsori. Grazie agli enormi passi avanti dei motori TDI a gasolio ed FSI a benzina, è adesso possibile combinare il meglio delle due tecnologlie per ottenere risultati incoraggianti per l'abbattimento delle emissioni inquinanti. Un prototipo basato sulla attuale generazione della Touran, ad esempio, è stato equipaggiato con un propulsore sperimentale CCS (Combined Combustion System) con una tecnologia capace di ottimizzare l'iniezione diretta ed il controllo della fasatura.

Gran parte dei gas di scarico vengono reimessi nella camera di combustione e la produzione di particolato ed emissioni nocive si abbassa drasticamente, senza peggiorare la fluidità di guida o la potenza disponibile. Questo motore può funzionare a gasolio, visto che è basato sul 2.0 TDI da 140Cv, oppure utilizzare un biocarburante sperimentale chiamato SunFuel.

Un altro prototipo, basato sul 1.6 FSI benzina, monta invece la tecnologlia GCI (Gasoline Compression Injection), che si basa sull'iniezione diretta tipica dei TDI, sempre votato all'abbattimento delle emissioni. Al momento questi prototipi non hanno una data ufficiale d'uscita, ma mostrano chiaramente quanto sia forte l'impegno del gruppo VAG verso le problematiche ambientali, senza dimenticare il caro, vecchio piacere di guida.

Via | Autoexpress.co.uk

  • shares
  • Mail
44 commenti Aggiorna
Ordina: