Jeremy Clarkson contro la guida autonoma: mi ha quasi ucciso

Il noto conduttore di Grand Tour jeremy Clarkson ha guidato un'auto con funzioni di guida autonoma, ma il mezzo avrebbe fatto due gravi errori.


Jeremy Clarkson contro la guida autonoma: mi ha quasi ucciso
Il giornalista e conduttore britannico Jeremy Clarkson mette in guardia dalla guida autonoma: secondo lui non è affatto pronta a debuttare sulle nostre strade perché, afferma, non è ancora sicura e a prova di errori.
Anzi, l'auto a guida autonoma che ha guidato lui, di errori ne avrebbe fatti troppi.

In realtà, però, Clarkson ci da molte poche informazioni sui fatti. Sul Sunay Times Clarkson ha affermato solamente, così riporta il Sun, che ha guidato una macchina "che dichiara di avere capacità di guida autonoma e due volte nello spazio di cinquanta miglia sull'autostrada M4 ha fatto un errore, un enorme errore, che avrebbe potuto causare la mia morte".

I dettagli sull'episodio finiscono qui, Clarkson aggiunge solo che il fatto lo ha convinto che la tecnologia delle auto che si guidano da sole è ancora "molto lontana dall'arrivare, al momento siamo molto distanti da essa. Guidate una delle vostre auto senza conducente sulla Strada della Morte in Bolivia e io ne comprerò una... sedetevi con le mani incrociate e lasciatela guidare lì, passate vicino a un camion con mezzo copertone che che sporge su un dirupo di 1.000 piedi mentre l'auto si guida da sola. Bene, allora la comprerò".

Non è dato sapere quale auto abbia guidato Clarkson sulla M4, di quale tecnologia di guida autonoma sia dotata, né quali enormi errori abbia commesso il sistema di intelligenza artificiale di questo veicolo. Quel che è certo è che Clarkson è famoso per le sue idee sulla sicurezza stradale, che vanno spesso oltre e contro il senso comune.

Lui che è abituato a guidare su strade comuni (debitamente chiuse al traffico dalla polizia di turno per fare le riprese, ovviamente) a velocità elevatissime a bordo di bolidi che farebbero paura persino in pista, ad esempio, recentemente ha affermato che un buon modo per ridurre gli incidenti stradali in Gran Bretagna sarebbe quello di vietare la circolazione su strada a biciclette e autobus.


Per il resto è verissimo che Clarkson abbia una buona parte di ragione: le auto a guida autonoma ancora devono dimostrare di essere sicure non solo durante i test su circuiti chiusi al traffico, ma anche nelle strade che percorriamo tutti i giorni. In UK, però, proprio in questi giorni si sta discutendo la nuova legge sulle auto elettriche e sulla guida autonoma. In discussione ci sono le norme su come, dove e quando potranno circolare nel Regno Unito le auto driverless e la relativa normativa sulle assicurazioni dei veicoli che si guidano da soli.

  • shares
  • Mail