Suzuki: arriva in gamma l'ibrido/GPL

La doppia alimentazione ibrido/GPL è disponibile su Suzuki Swift, Ignis e Baleno, con un sovrapprezzo compreso tra 1.600 e 1.700 euro

Suzuki logo

L’ibrido/GPL è una soluzione già abbastanza diffusa, ma nel ‘fai da te’. Ora Suzuki porta questa possibilità nelle vetture di serie: la casa giapponese, infatti, ha annunciato l’arrivo della doppia alimentazione sull’ibrido per Swift, Ignis e Baleno. Oltre alla possibilità di avere l’impianto GPL sulle stesse vetture (e su Celerio, Vitara e Jimny), anche se spinte dalla classica alimentazione tradizionale a benzina.

Tornando all’ibrido/GPL, è reso possibile dalla compattezza del sistema Suzuki Hybrid, che è alimentato da un leggero pacco di batterie agli ioni di litio, con un peso di soli 6 chilogrammi. Quest'ultimo è alloggiato sotto il sedile del guidatore, non toglie spazio ai passeggeri e dà la possibilità di montare anche l’impianto GPL, lasciando immutato il volume utile del bagagliaio.

L’accoppiata ibrido/GPL, oltre ad un risparmio sul costo del carburante, permette anche delle agevolazioni fiscali in alcune regioni, oppure l’accesso libero ad alcune ZTL o la circolazione in alcune città durante i blocchi del traffico. Per quanto riguarda il prezzo: per la Baleno vanno aggiunti 1.600 euro alla cifra della vettura di serie, mentre per Ignis e Swift il sovrapprezzo è di 1.700 euro.

  • shares
  • Mail