Nissan Leaf 2018: si rinnova l'elettrica più venduta al mondo

Presentata in anteprima a Tokyo la seconda generazione dell'elettrica Nissan Leaf.

La grande attesa è terminata: la nuova Nissan Leaf, erede del modello uscito nel 2010 che si poteva fregiare dei titoli di auto dell'anno 2011 e di auto elettrica più venduta al mondo con 283 mila esemplari venduti, è stata presentata in anteprima mondiale a Tokyo.

Riprogettata ex novo, la nuova Leaf è caratterizzata da un inedito design che abbandona le linee originali del modello precedente, allineandosi perfettamente al nuovo corso stilistico di casa Nissan, che la rende una berlina cinque porte con una sua precisa identità. Parliamo della mascherina frontale a "V" già vista su Qashqai e Micra, con al centro un motivo a maglie 3D blu che identifica i modelli elettrici,  oltre ai fari a Led dal taglio aggressivo e non più a sviluppo verticale.

Le novità più interessanti sono però nascoste sotto le vesti della zero emissioni giapponese, dove è trova posto un nuovo motore elettrico da 110 kW/150 Cv e coppia massima di 320 Nm, con un'autonomia di 378 chilometri (calcolati con il metodo Nedc) alimentato da batterie agli ioni di litio da 40 kWh.

Tanta la tecnologia a bordo compresa nel pacchetto Nissan Intelligent Driving, che include i sistemi di assistenza alla guida ProPilot, ProPilot Park, Nissan Safety Shield ed e-Pedal. Il ProPilot, attivabile tra i 30 e i 144 km/h (velocità massima dichiarata), è in grado di mantenere la vettura al centro della corsia, frenando fino a fermare automaticamente la vettura in caso di rallentamento dell'auto che precede anche senza intervento del guidatore. Si disattiva con una leggera pressione sul pedale del gas.

Una delle novità più interessanti della nuova Leaf riguarda proprio il pedale dell'acceleratore, dove debutta l'e-Pedal, di serie su tutte le versioni, che permette al guidatore di accelerare, decelerare e fermarsi, semplicemente aumentando o diminuendo la pressione sul pedale: al completo rilascio, il sistema di recupero dell'energia cinetica interviene automaticamente insieme ai freni tradizionali, fermando l’auto.

Naturalmente rimane al suo posto il pedale del freno, da usare in caso di frenate brusche. Chi ha difficoltà nel parcheggio può contare sull'aiuto offerto dal ProPilot Park, che si avvale di 12 sonar e quattro telecamere per compiere da solo l'intera manovra, lasciando al guidatore il solo compito di tenere premuto il pulsante.

Anche l’abitacolo è stato completamente riprogettato, con materiali robusti e di qualità ed un design più moderno. Spicca il monitor da 7", le cui funzionalità sono state riviste per rendere più intuitiva la fruizione delle funzionalità del Safety Shield, dello stato di carica, dell’audio e l'utilizzo del navigatore.

Sono comprese le interfacce Apple CarPlay e Android Auto. La nuova Leaf arriverà nei concessionari europei ad inizio 2018, mentre non sono stati ancora resi noti i prezzi per l'Italia.

  • shares
  • Mail