Benzina al posto del gasolio: cosa fare

Un errore che può comportare gravi danni oltre ad essere molto pericoloso.

Prezzi benzina

Può accadere, basta essere sovrapensièro, una piccola distrazione e il gioco è fatto: nel serbatoio della nostra auto con propulsore diesel mettiamo la benzina al posto del gasolio. Un errore che comporta rischi e rotture, in tutti i sensi, non solo del motore, con elevati costi potenziali. Se lo sbaglio è stato commesso dall’addetto alla pompa del distributore, allora siete fortunati, avrete diritto ad un risarcimento, ma se siete stati voi a fare il rifornimento sbagliato, purtroppo non c’è niente da fare.

E’ pur vero che oggi molte auto sono dotate di tappi speciali, sia di serie che come optional, in grado di impedire il passaggio della pompa di tipo sbagliato o, in alternativa, possono essere acquistati e installati per una maggiore sicurezza, ma si tratta pur sempre di un’eventualità non così remota.

I motori diesel hanno bisogno di una maggiore lubrificazione che viene effettuata anche attraverso il gasolio stesso grazie alla miscelazione di quantità di olio più elevate rispetto alla benzina. Per questo motivo, il danno più immediato in seguito al malaugurato errore, riguarderà proprio la lubrificazione del motore. Subito dopo inizierà a bloccarsi la pompa di iniezione e poi il resto dell’impianto, dopodiché è facile danneggiare anche le valvole e i pistoni.

Inoltre, la camera di combustione diesel raggiunge pressioni elevatissime e la benzina, bruciando a temperature inferiori, potrebbe incendiarsi in maniera violenta con i gas di scarico che raggiungerebbero temperature molto elevate, fattori che potrebbero far subire un forte shock termico al motore rischiando la rottura.

Sussiste anche una possibilità di incendio se l’auto monta un filtro antiparticolato, come accade per le vetture Euro4 e superiori. Le polveri vengono eliminate dal filtro con le alte temperature, ma il catalizzatore del diesel non è stato studiato per trasformare le sostanze presenti nella benzina incombusta, cosa che comporterebbe un passaggio del carburante sul filtro rovente innescando così un pericoloso incendio.

Cosa fare


Una volta che ci rendiamo conto dell’errore, l’importante è non avviare l’automobile, in questo modo si prevengono possibili danni, dopodiché bisogna svuotare completamente il serbatoio e l’intero impianto di alimentazione, infine, occorrerà controllare accuratamente il motore. In questo caso sarà meglio spostare a spinta la vettura e chiamare un carroattrezzi. Se la chiusura centralizzata è attiva evitate di sbloccarla e di aprire la portiera lato guida, nonché di inserire le chiavi nel quadro, operazioni che mettono in funzione la pompa d’iniezione.

Nel caso in cui non ve ne rendiate conto subito, sarà lo strano comportamento della macchina a farvi capire l’errore commesso con una marcia singhiozzante e l’emissione di una grande quantità di gas di scarico, meglio fermarsi in sicurezza subito, spegnere la vettura e chiamare il carroattrezzi.

Gasolio al posto della benzina


Un evento molto più raro, oggi le pompe del gasolio hanno un diametro maggiore e non entrano nei serbatoi delle auto a benzina più moderne, ma se l’auto è un po’ vecchiotta è un’eventualità da prendere ancora in considerazione. In questo caso intervenire è più semplice. Se la quantità inserita nel serbatoio è poca, intorno ai cinque o sei litri, basta riempire il resto del serbatoio con la benzina e avviare normalmente l’auto. A metà serbatoio fate di nuovo rifornimento, così facendo il diesel verrà diluito e il motore non subirà alcun danno. Se invece avete fatto il pieno di gasolio occorrerà svuotare tutto e far controllare l’impianto di alimentazione e il motore.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail