Guard Rail rotante: sicurezza sulle strade

Niente più invasioni di corsia e carambole: il sistema di sicurezza definitivo costa 300 dollari al metro

Una barriera costituita di tamburi rotanti in plastica che assorbe gli impatti e rimette i mezzi in traiettoria. Con il suo brevetto la società sud coreana Eti ha mandato in pensione il classico Guard Rail, superando gli ultimi collaudi del suo sistema collaudando ETI Roller H1, guadagnandosi l'interesse di società assicurative e anche la benevolenza di una categoria, quella dei motociclisti in particolare, che le strutture di contenimento stradali attuali mettono a rischio della vita.

Le misure del sistema Roller H1 sono frutto di molti collaudi, con uno scheletro in alluminio sul quale sono incardinati i cilindri i plastica, che funzionano in sostanza come i parabordi delle barche. Nel momento dell'impatto, la rotazione del tamburo colpito assorbe l'energia e contemporaneamente accompagna il veicolo verso il cilindro successivo. La struttura è larga 50 cm, profonda 40 e alta 96, ovvero lo sviluppo in verticale che serve ad ottenere un secondo risultato , ovvero contenere le invasioni dell'altra corsia.

eti.jpeg

Cosa serve per dotare le nostre strade del sistema Roller H1? Un investimento anche modesto: costa una cifra compresa tra i 300 e i 400 dollari al metro ed è regolarmente a disposizione delle aziende che si occupano di lavori pubblici.

  • shares
  • Mail