Il surriscaldamento del motore dell'auto: cosa fare, le cause e le conseguenze

Man checking engine of sports utility vehicle at roadside, side view, spaniel at front window

Siete alla guida della macchina e vedete un fumo bianco e una spia si accende: attenzione, è in atto il surriscaldamento del motore! Possono essere diverse le cause per questo malfunzionamento, ma quello che è certo è che le conseguenze potrebbero essere gravi, quindi ecco che cosa bisogna fare per porre un rimedio, almeno temporaneo, al problema.

Cosa fare in caso di surriscaldamento del motore dell'auto


Se la spia rossa della temperatura dell'acqua si è accesa, vuol dire che l'impianto di raffreddamento della vettura ha un malfunzionamento e quindi non riesce più a raffreddare il motore. In questo caso bisogna accostare subito il veicolo e aspettare che si raffreddi, magari aprendo il cofano dell'auto per permettere all'aria di circolare e dissipare il calore più rapidamente.
Trascorso un po' di tempo, quando tutto si sarà raffreddato, controllate che il livello dell'acqua sia sopra il minimo, e in caso rabboccate con acqua distillata o con il liquido apposito; fate attenzione a non effettuare questa operazione a motore caldo, perché il vapore interno potrebbe uscire molto rapidamente appena tolto il tappo, causandovi ustioni gravi.
Se, dopo aver effettuato queste operazioni, doveste riscontrare ancora dei problemi con il surriscaldamento del motore, probabilmente vi sono delle perdite nel circuito di raffreddamento: in questo caso è necessario portare l'auto dal meccanico per fare un controllo.

Nel caso in cui non vi sia la possibilità di fermare subito l'auto, cercate in primo luogo di ridurre il sovraccarico con questi consigli:


  • spegnete l'aria condizionata e tutto ciò che trae alimentazione dall'energia prodotta dal motore, in modo da ridurre gli sforzi che questo deve compiere;

  • provate a dissipare il calore del motore accendendo l'impianto di riscaldamento al massimo, se la temperatura ambientale è già calda, aprite i finestrini e dirigete le prese d'aria verso l'esterno;

  • cercate di ridurre il lavoro del motore evitando accelerazioni o brusche frenate e spegnete il motore quando siete fermi nel traffico.


Il problema del surriscaldamento del motore dell'auto può essere causato anche da un effettivo affaticamento del veicolo: se state percorrendo lunghi tragitti, se avete un traino molto pesante o se state percorrendo delle salite ripide, cercate di accostare il prima possibile e fate raffreddare il motore, in modo che possa tornare efficiente il prima possibile.

È utile notare una cosa: una azione sempre valida da fare in questi casi è cercare di fermarvi il prima possibile per accertarvi del malfunzionamento che può aver generato il surriscaldamento del motore. Nel caso in cui vi rendiate conto che non è una cosa che potete riparare facilmente (come il rabbocco dell'acqua del radiatore), affidatevi al meccanico per risolvere il problema, prima di causare danni seri alla macchina.

  • shares
  • Mail