Curiosità: negli Stati Uniti gli incidenti stradali non sono più la prima causa di morte

Morti sulle strade negli USIl National Center for Health Statistics ha comunicato i risultati di una ricerca che interessa in misura evidente anche il panorama automobilistico, visto che nel 2010 e per il terzo anno consecutivo sono morti più statunitensi in seguito ad avvelenamenti (da droghe, medicinali) che in seguito ad incidenti stradali. I tecnici dell’NCHS hanno contato 32.885 persone rimaste vittime di incidenti stradali, mentre il numero dei cittadini uccisi da “poisoning” – questo il termine utilizzato e categoria nella quale spiccano Morpina e Vicodin – ammonta ad oltre 41.000. Questo triste passaggio di testimone assume una dimensione ancor più rilevante considerando che gli incidenti stradali hanno rappresentato la prima causa di morte da quasi 30 anni fino al 2008, quando venne registrato il sorpasso.

Di particolare interesse anche il grafico relativo all’evoluzione della statistica, visto che gli incidenti stradali causano un numero minore di morti dagli ultimi 30 anni ad oggi: nel 1980 morirono lungo le strade quasi 25 persone ogni 100.000, mentre nel 2008 la proporzione si è ridotta fino a circa 12.5 persone ogni 100.000.

Via | New York Times

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: