Fabrizio Giugiaro non occupa più alcuna posizione in Italdesign

La decisione sarebbe imputabile a quello che Repubblica definisce 'gran rifiuto', successivo alla mancata disponibilità di occupare il ponte di comando di un marchio di lusso del gruppo Volkswagen.

2014_fabrizio_giugiaro

Repubblica ha dedicato quest’oggi un articolo a Fabrizio Giugiaro ed alle sue recenti vicende professionali. Sembra infatti che il designer piemontese non ricopra più alcun ruolo operativo in Italdesign, azienda fondata dal padre Giorgetto e ceduta quattro anni fa al gruppo Volkswagen.

Il ribaltone è legato ad un cambio di posizione: i vertici del gruppo tedesco avrebbero spostato Giugiaro jr nella squadra di lavoro capitanata da Walter De Silva, autore – fra le altre – dell’Alfa Romeo 156 ed oggi responsabile dello stile per l’intero Volkswagen Auto Group. La composizione dell’organigramma è nota da ieri, ma il cambiamento risale ad inizio 2014. Repubblica cita ‘ambiti del design torinese’ e scrive che

alla base del cambiamento ci sarebbe un “gran rifiuto”. A inizio febbraio Volkswagen ha spostato Wolfgang Egger dalla Audi alla direzione dello stile di Italdesign e in quel frangente avrebbe proposto a Fabrizio Giugiaro di prendere il timone di uno dei marchi di lusso del gruppo (si parla di Bugatti o Bentley), ricevendo però un “no” come risposta. Questo avrebbe indotto i tedeschi a rimuoverlo, tenendolo comunque sotto contratto

Questa ricostruzione è stata però smentita dall’azienda torinese, secondo cui Fabrizio Giugiario è un componente della squadra di De Silva e lavora fra le sedi di Wolfsburg, Monaco e Moncalieri. Lui e il padre restano comunque proprietari di una fetta (pari al 9.9%) della quota azionaria della Italdesign. Giugiaro è stato dal 2006 al 2014 direttore dell’Area Stile.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: