Tesla-Apple: indiscrezioni su un incontro fra top manager. Cosa bolle in pentola?

Era la scorsa primavera quando l'ad del marchio Tesla avrebbe incontrato il dirigente Apple con delega alle fusioni ed alle acquisizioni. I temi affrontati nell'incontro sono tuttavia sconosciuti, con buona pace dei sognatori.

ipad_mini_in_dashboard

Elon Musk avrebbe incontrato nella scorsa primavera il responsabile Apple delegato a valutare eventuali fusioni o accordi di collaborazione (Adrian Perica). E’ quanto scrive il San Francisco Chronicle, citando una gola profonda ed alimentando in tal modo la indiscrezioni relative ad un impegno della mela morsicata anche nel settore delle quattro ruote. I contenuti dell’abboccamento sono tuttavia ignoti. I commentatori più realisti ipotizzano che i due abbiano valutato una collaborazione di natura software, volta cioè a determinare l’arrivo del sistema SIRI sulle Tesla del prossimo futuro. C’è inoltre chi accenna ad una possibile sintonia sulle batterie agli ioni di litio.

L’imprenditore sudafricano – fondatore ed amministratore delegato Tesla – ha infatti promosso la costruzione della Gigafactory, ‘la “fabbrica di batterie più grande al mondo’, mezzo con il quale raddoppiare la produzione annuale di accumulatori agli ioni di litio e progetto a cui i vertici della mela morsicata guarderebbero con estremo interesse. Pare invece senza fondamento l’ipotesi di un’Apple interessata addirittura a rivelare Tesla, opzione nata per giustificare l’ipotetico arrivo di una iCar. Le due aziende non hanno fornito alcun commento ufficiale. Certo è che i rapporti fra i due giganti californiani sono decisamente fitti e vivaci: nel 2010 Tesla assunse George Blankenship, responsabile del progetto Apple Store, mentre alle dipendenze di Musk c’è un’abilissima hacker (Kristin Paget) proveniente proprio da Cupertino.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: