Lexus Hybrid Experience: abbiamo provato la mobilità sostenibile

Lexus propone la propria Experience, mostrando al mondo, non solo la nuova IS, ma anche come l’evoluzione ibrida sia il trampolino di lancio per una mobilità sostenibile.

L’uomo è un animale sociale, raccontava Aristotele nella sua Politica. Per sua natura, tende ad aggregarsi e a costituirsi in una società. La cosidetta rivoluzione urbana è un fenomeno che ha portato allo sviluppo, anche tecnologico, all’interno del complesso sociale. Dal fuoco allo smartphone, dalle capanne ai grattacieli, sono serviti secoli e millenni per sviluppare e realizzare le conoscenze. Il mondo dell’auto è un concetto relativamente recente, giovanissimo se pensiamo all’evoluzione del concetto di casa. Eppure, nel giro di poco più di un secolo, il concetto di mobilità è passato da semplice trasporto a vera e propria esperienza che converge e si interconnette sia con chi è al volante, sia con l’evoluzione del mondo esterno. Ecco, salire in macchina risulta essere un vero e proprio momento, sempre più personalizzato, personalizzabile ed evoluto. Per questo si parla di esperienza, e non a caso Lexus ha creato la sua “Experience”, incentrata principalmente sul suo cavallo di battaglia, la propulsione ibrida. In un discorso di esperienza, l’interconnessione tra auto e ambiente è stato il motivo principale di questo brand, che ha sempre più posto l’accento, per la propria flotta su quattro ruote, sul mondo dell’ibrido. Una seconda rivoluzione copernicana dopo quella di venti anni fa avvenuta con il Diesel che, secondo Lexus, sta giungendo a giusta consacrazione. Risultato Un’esperienza tra le strade della Toscana con un marchio che ci ha mostrato la sua intera flotta Hybrid ma anche la sua evoluzione comunicativa e mediatica.

Con l’introduzione della nuova IS Hybrid, la casa giapponese ha cosi confermato la propria scelta di proporre sul mercato solamente delle vetture a motorizzazione ibrida: la compatta CT Hybrid, la nuova IS Hybrid, il SUV RX Hybrid, la GS Hybrid e l’ammiraglia LS Hybrid. Un nuovo corso, quello di Lexus, focalizzato sulla volontà di proporre piacere di guida, affidabilità e qualità del prodotto: l’ibrido non diviene più un “accessorio” su cui puntare, ma una vera e propria motorizzazione alla base. Una tecnologia lanciata nel lontano 1997, in continuo sviluppo e miglioramento. Da soluzione per l’eco sostenibilità e la riduzione dei consumi, tale tecnologia si è affinata nel corso degli anni raggiungendo la piena maturità. Per rispondere alle diverse esigenze del mercato, Lexus ha quindi proposto tre diverse motorizzazioni ibride: 1.800cc, 3.500cc e la nuovissima unità 2.500cc.
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience

L’ibrido sul Mercato

Lexus Experience
Durante la presentazione di Forte dei Marmi, ad opera di casa Lexus, i responsabili comunicazione ci hanno mostrato un contatore in continuo aumento, il cui numero aumentava di una unità ogni 20 secondi circa. Si trattava del numero di vetture ibride vendute nel mondo. Già, perchè se da un punto di vista culturale generalista, il concetto di ibrido ancora deve esprimere il suo potenziale comunicativo, in realtà l’evoluzione di questo messaggio veicolato, ha portato ad una crescita continua e costante di vendite di Lexus, con un aumento sia totale che marginale.

Se si è partiti da 26.000 unità nel 2005, nel 2012 si è arrivati a 124.000 unità, con una previsione di 135.000 vetture stimate vendute nel 2013. Un continuo aumento totale, ma sostanzialmente anche marginale: nel periodo di crisi del settore automotive 2007-2009 le vendite mondiali del marchio erano passate da 518.000 a 367.000, mentre il calo dell’ibrido era passato da 47.635 a 44.900 per poi risalire a 57.700, arrivando inoltre ad un implementazione che porta alla stima di 135.000, su un totale di vetture Lexus pari a 480.000. Ciò significa che il differenziale di guadagno della gamma ibrida è stata una scelta sempre più vincente, tanto da arrivare a creare una gamma interamente hybrid, per soddisfare una mentalità di una specie automobilistica, invero sempre più eterogenea, ma comunque più “educata” e responsabilizzata sul tema dei consumi, dell’inquinamento anche acustico,oltre che portatrice di doti dinamiche, funzionali e di valore percepito secondo le aspettative.

Ecco perchè l’ibrido di Toyota arriverà nel 2013 ad una quota superiore all’1% del mercato, e si stima una quota superiore del 2% sul mercato nel 2016. A testimonianza del lungo percorso intrapreso da Lexus, e dalla volontà di voler percorrere esclusivamente la strada dell’ibrido, si può sottolineare un dato comparativo fondamentale: la IS Executive viene venduta ad un prezzo di 40.500 Euro. Se guardiamo alla concorrenza “teutonica” a gasolio, i prezzi sono allineati e concorrenziali, anche in relazione alla qualità e agli allestimenti, ma se invece guardiamo alle dirette concorrenti ibride troviamo una variabile di prezzo più alta in una forbice compresa tra il 38 ed il 45%: la BMW Serie 3 Active Hybrid ha un prezzo di 55.700 Euro, la Volvo V60 Plug-in 59.900 Euro e l’Audi A6 Hybrid Tiptronic 58.800 Euro. Insomma, stiamo parlando di una rivoluzione non dissimile da quanto proposto con il Diesel. Nel 1991 la Golf lancia la sua terza serie con il 1.9 TDi da 90 cavalli, oggi una vettura su due è diesel. Non è un percorso scontato, e probabilmente non arriveremo mai al rapporto uno a due, ma la percentuale di ibride circolanti è destinata a inevitabilmente crescere.

Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience

Lexus Is Hybrid – prova su strada

Lexus ExperienceDurante questa esperienza Lexus abbiamo avuto modo di provare anche l’ultima protagonista della flotta, la IS Hybrid dotata del sistema LHD, il Lexus Hybrid Drive. Una berlina sportiva arrivata alla sua terza generazione, non solo per quanto concerne le linee, ma anche per quanto riguarda dinamica e piacere di guida.

La Is Hybrid può essere considerata infatti come un’ottima sintesi tra performance e dinamicità, abbianti però ai ridottissimi costi di gestione e manutenzione. Questo grazie alla tecnologia Hybrid di casa Toyota, che permette di eliminare componenti quali frizione, motorino di avviamento e alternatore. Un concetto che influisce sulla dinamica in frenata ad esempio, grazie alla frenata rigenerativa.

Ma andiamo con ordine e parliamo delle sue linee, nette, decise, muscolose e spigolose in un unicuum però equilibrato. Grazie al frontale aggressivo, con i fari a Led, le linee tese della fiancata, il posteriore slanciato ma al contempo sobrio, la Is Hybrid può sicuramente esser considerata come una berlina atipica. Ciò che è sicuro è che questa non è una classica 3 volumi. Rispetto alla versione passata, è 80 mm più lunga, 10 mm più larga, e 5 più alta, con un passo aumentato di 70 mm. Una ricerca per l’estetica che sfocia ovviamente e basicamente sulla volontà di cura aerodinamica, rapportabile ad un Cx di 0,25.

Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience

Interni: alta qualità percepita

Lexus Experience

Il passo allungato e la disposizione delle batterie sotto al pianale hanno permesso alla Is di accrescere lo spazio a bordo, e di disporre di un volume bagagliaio di ben 450 litri. Predominante la cura dei dettagli a bordo, a cominciare dall’abitacolo rifinito e sviluppato intorno al concetto di “pilota”: tutti i comandi infatti si trovano a portata di mano, con un raggio d’azione veramente ridotto, con un’attenzione particolare all’ergonomia del mezzo.

Il ponte di comando è sicuramente ispirato alla supersportiva LFA, con il display digitale al centro e il volante multifunzione da 370 mm con paddle del cambio solidali. Il tunnel centrale, con il selettore del cambio e le modalità di guida compreso il tasto “EV” propone un aspetto decisamente sportivo. Ergonomia, ma anche interazione e connettività per lo schermo da 7 pollici del sistema multimediale e del navigatore che lavora simbioticamente con Google Street View e Panoramio.

Menzione d’onore per l’impianto stereo firmato Mark Levinson da 835 Watt e 15 speaker, ( ottenibile come optional da 1.200 Euro) che offre una qualità del suono eccellente, senza alcuna distorsione nemmeno ad altissimo volume. Una volta saliti a bordo, ci troviamo subito a “contatto” con una seduta bassa e al contempo confortevole grazie alla “schiumatura integrata”. Di cosa stiamo parlando? Di una vera e propria “memoria” della seduta che elimina le pieghe. Inoltre, ecco presente uno spazio maggiore sul  divanetto posteriore, con un tunnel centrale che divide le due sedute.

Ottima qualità se ci si trova in due dietro, leggermente più scomoda se ci si trova con un terzo passeggero costretto a sedersi proprio nel mezzo. Stiamo però parlando di piccole sfumature. Sempre in ambito di dettagli, non possiamo non citare una menzione d’onore per  la strumentazione che in modalità Sport e Sport + cambia la propria cromia, il display e addirittura la posizione, spostando la corona del contagiri frontalmente al pilota.

Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience

Tecnica: perfettamente bilanciata

Lexus Experience

La IS 300 è la prima vettura della famiglia IS  che adotta una meccanica full hybrid di seconda generazione. Totalmente rinnovato il motore termico: si tratta di un 2,5 litri quattrocilindri con doppia iniezione diretta e indiretta figlia del know-how di casa Toyota con sistema D4-S, motore a ciclo Atkinson da 181 Cv, dual VVT-i e sistema di ricircolo dei gas di scarico (EGR). In aggiunta – ovviamente – ecco il motore elettrico che porta la potenza passima alla quota di 223 cavalli, consentendo alla IS Hybrid uno scatto da zero a 100 in soli 8,3 secondi, con un consumo medio di 4,3 l/100 km e un record di categoria per i 2,25 CV per grammi di CO2, ovvero 99 g/km.

La trazione è posteriore con una trasmissione “improved E-CVT”, ovvero a variazione continua di rapporti a gestione elettrica. Il nuovo cambio adotta una trasmissione figlia dalla GS Hybrid, con uno solo rapporto di riduzione però. Il funzionamento è molto simile a quello di un più classico cambio automatico, a cui si aggiunge però una funzione in grado di riprodurre quella tipica di un cambio sequenziale gestibile con i paddle al volante.

Soluzioni tecniche che, per loro natura, hanno un forte impatto anche sugli intervalli di manutenzione, letteralmente abbattuti rispetto ad una qualsiasi vettura Diesel, proprio per l’assenza di tutte quelle componenti “critiche”, quali possono essere la pompa dell’alta pressione, il turbo o i suoi iniettori. Una vettura perfettamente bilanciata nella distribuzione dei pesi tra anteriore e posteriore – 50:50 – grazie al posizionamento del pacco batteria sotto il pianale posteriore.

Il telaio inoltre è stato irrigidito per migliorare ancor di più la qualità della guida, con saldature al laser che ne aumentano la rigidità in abbinamento alla tecnica dell’incollaggio. Sospensione anteriore a geometria Prolift, per migliorare il comfort, con posteriore multilink a molla e ammortizzatore separato per offrire più sportività e più praticità. Nuovo anche il servosterzo elettrico, ora più sensibile e accurato nella risposta ai comandi tanto da sentire tra le mani in maniera diretta le risposte della gomma sull’asfalto, senza “intermezzi”. Il peso infine è un altro buon indizio per comprendere che la dinamica della IS Hybrid è tutt’altro che insignificante: i 1.620 kg infatti sono in linea con quelli dichiarati dalle concorrenti e assolutamente adeguati per una ibrida di 4.665 mm.

Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience

La guida su strada: economica e divertente

Lexus Experience

Premiamo il tasto start, e mettiamo in moto questa IS che, fin dai primi passi, lo ammettiamo, ci sorprende! La IS si muove morbida riempiendo l’abitacolo di un silenzio assordante; inutile non ammetterlo: la rumorosità è pari a zero, sembra di ritrovarsi quasi a fluttare se dovessimo dare ascolto solo al nostro udito.

Quando parlavamo di evoluzione e di esperienza, non lo facevamo per puro caso: la sensazione di “qualità percepita” è veramente elevata, sia in termini di qualità di guida, che di interazione con la vettura stessa. Per intenderci: rispetto ad una vettura Turbo Diesel della concorrenza, si intuisce immediatamente la differenza riguardante le minori vibrazioni e l’assoluta silenziosità. Questo ci viene confermato in un tratto urbano dove, a partire dal sistema Start&Stop, passando poi per i movimenti tipici di una guida in mezzo al traffico, la silenziosità e l’assenza di vibrazioni sono un puro riferimento, considerando l’utilizzo di un’unità a propulsione elettrica.

Vogliamo però analizzare più a fondo anche le pure prestazioni di questa IS: giù sul pedale del gas, inserimento automatico del motore termico quindi, ma che avviene in maniera dolce e quasi impercettibile. E’ come se ci trovassimo dentro una campana di vetro: tutto è ovattato e, almeno per i primi chilometri, a farla da padrone sono fluidità scorrevolezza. Come detto precedentemente, lo sterzo è diretto, ed in grado di regalare un ottimo feedback. Molto pronto e diretto anche l’impianto frenante che, in altre parole, non offre la classica sensazione spugnosa delle auto ibride.

Alziamo il ritmo per sfruttare al meglio il duo termico-elettrico, che ci offre un ottimo spunto e, sopratutto, un’eccellente ripresa. Colpisce il fatto che il regime di marcia sia quasi ininfluente quando l’elettrico è carico, poichè la risposta al comando del gas è sempre pronta e chiara. Ovviamente, una volta finito questo “extra”, si torna ad una vettura con ottime doti di spinta e allungo, ma più “normali”, se cosi possiamo definire i 180 cavalli termici.

E’ chiaro, diventa leggermente meno brillante. Piccola nota sul cambio che risulta essere comunque un bel passo in avanti rispetto al passato, ma comunque ancora non al livello di un cambio sequenziale vero e proprio. Con cambiate veloci si ha comunque una situazione di controllo immediato e positivo; di contro quando si da fondo al gas, la vettura punta forte fino al limite dei giri posto a 6000 giri/min, trascinando la marcia fino al momento di cambiata, come una trasmissione CVT.

Dinamicamente la Is risulta essere decisamente precisa e stabile, con una nota di sottosterzo, anche se controllabile e graduale. Stiamo parlando però di momenti in cui si da fondo alle doti di questa vettura. Già perchè il grip meccanico è elevatissimo, grazie alla taratura delle sospensioni, e agli pneumatici da 18 pollici opzionali.
Capitolo consumi: partiamo dal presupposto che, verosimilmente, il dato varia in funzione di quanto sfruttiamo la macchina. Provandola a fondo, siamo riusciti ad ottenere il dato di 14.3 km con un litro, offrendo una guida eterogenea tra momenti di tranquillità alternati a chilometri in cui abbiamo voluto dar fondo sul pedale dell’acceleratore. In estrema sintesi, questa Lexus IS risulta essere un’ottimo punto di incontro tra prestazioni, rispetto per l’ambiente, abitabilità e piacere di guida. Una via alternativa al Diesel. Che questa via culturalmente provvisoria dell’ibrido possa tramutarsi in una strada definitiva?
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience

Una comunicazione ibrida – #TraceYourRoad


In ambito comunicativo, Lexus si è distinta negli anni per aver realizzato esempi di lungimiranza comunicativa, insistendo su canali multimediali che, fino a poco tempo fa, potevano risultare inusuali. All’interno di una società comunicativa 2.0, l’utilizzo e l’abbinamento di strutture e mezzi cinematografici per video virali, sarebbe potuto essere considerato come uno spreco.

D’altronde, mezzi quali Youtube, Twitter e Facebook sono partiti con una connotazione riferita all’utente più che alle aziende. L’evoluzionismo comunicativo ha portato ha però compiuto il suo percorso: chi si è voluto inserire ed ha usufruito di questi nuovi mezzi di comunicazione, si è ritrovato per le mani un patrimonio non indifferente. La diretta conseguenza di questa politica, ad opera di Lexus Italia, fu un video riguardante la GS Hybrid, in cui veniva proposta una sfida ai potenziali clienti Lexus: mantenere il proprio battito cardiaco al di sotto delle 120 pulsazioni a bordo della vettura con, al proprio fianco, un pilota professionista. Il video ebbe un successo talmente elevato da ottenere più di 2.5 milioni di visualizzazioni sul canale Youtube, essere richiesto da oltre dieci paesi – inclusi Stati Uniti e Giappone – ed essere trasmesso in televisione.

Per la campagna della nuovissima Is Hybrid, il team di comunicazione di Lexus Italia ha voluto fare di più, rivolgendosi ad una squadra di registi famosa nel mondo per aver prodotto i video Gymkhana di Ken Block. Obiettivo? Realizzare un vero e proprio video-game umano. All’interno di un Hangar vicino Roma, alcuni fortunati fan della pagina ufficiale Facebook di Lexus Italia, sono stati invitati per essere protagonisti di un evento unico: essere “co-piloti” di Jarno Trulli, e tracciare letteralmente la strada da percorrere. Tramite l’ausilio di un tablet infatti, questi protagonisti del video disegnavano il percorso che il pilota, a bordo della IS 300 Hybrid, simultaneamente doveva percorrere, tra bonus e punti di penalità. Come detto, un vero e proprio video-gioco live.

Nessun utilizzo di grafica post-prodotta, niente computer, ma proiettori che tracciavano la strada in base a quanto disegnato. Un video altamente spettacolare e adrenalinico, il cui risultato, dopo sole due settimane di permanenza sul canale ufficiale Youtube, ha portato a più di 1,5 milioni di visualizzazioni. Segno evidente di come la comunicazione attraverso i canali social, sia oramai un elemento imprescindibile per..tracciare la strada di una vettura.

Per la cronaca, il contest all’interno della campagna “Trace Your Road”, che diventerà anche un internet film, è stato vinto da Mattia Bello. A margine di quest’originale esperienza Jarno Trulli ha detto: “Il difficile è stato interpretare le traiettorie tracciate dai concorrenti all’ultimo momento. Ma sono rimasto sorpreso dalla maneggevolezza e dalla brillantezza della IS Hybrid”.
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience

Box – Il design Lexus

Lexus Experience
Tutto iniziò alcuni anni fa quando, all’interno dello stabilimento di Tahara, vennero inseriti dieci Takumi, dieci mastri artigiani. Uno stabilimento dove, tra i vari modelli, viene ancora prodotta anche la Lexus LS. I Takumi godono di grande rispetto all’interno del mondo dell’auto. Questi infatti hanno il compito di garantire, con la loro esperienza e professionalità, che le vetture prodotte all’interno dello stabilimento di Tahara siano realizzate seguendo standard di elevatissima qualità, in sinergia con le più innovative tecnologie, per poter offrire un continuo interscambio tra mondo tecnologico ed esperienza umana, non solo all’interno di un singolo stabilimento, ma anche con tutti gli stabili di produzione Lexus. Ovviamente i Takumi, svolgono il proprio compito in aree distinte a seconda della loro competenza:

Assemblaggio del motore – Il Takumi seleziona un motore campione e verifica i requisiti tecnici di ogni singolo componente per garantire la corretta risonanza acustica richiesta per ogni Lexus. I motori, dopo essere stati assemblati, vengono avviati personalmente dal Takumi che ne ascolta i meccanismi interni con lo stetoscopio per rilevare eventuali variazioni di suono.

Reparto verniciatura – In questo reparto, lo specialista nell’applicazione di vernice – inclusa l’arte della levigatura manuale a umido per creare una finitura a specchio – ispeziona i dettagli esterni in particolari condizioni di illuminazione. Per farlo usa uno speciale tunnel di illuminazione per esaminare il flusso superficiale sull’intera carrozzeria, confrontandolo con i database di immagini del team CAD (Computer Aided Design). Il risultato? Una superficie priva di ogni minima imperfezione.

Dinamica – Il Takumi responsabile della dinamica del veicolo si occupa di testare su strada i modelli Lexus di pre-produzione e produzione, i prototipi e le auto della concorrenza. Analizzando i dati ottiene feedback utili per ulteriori perfezionamenti assicurando così eccellenti risultati in termini di guida, maneggevolezza e rumorosità.

L-FIinesse – con questo termine si intende una progettazione e tecnologia d’avanguardia applicate con classe. Ma in questa semplice definizione c’è molto di più, c’è la filosofia Lexus. Classe è la parola che la ispira e che sta dietro all’ idea di eleganza. Una filosofia che trova i suoi principi più profondi nell’ospitalità e nell’estetica giapponese, ed è al tempo stesso un concetto evolutivo altamente dinamico.
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience

Fotogallery

Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience
Lexus Experience

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →