Porsche 997 GT3 3.8: i dettagli tecnici


La nuova Porsche 997 GT3 3.8, da molti già chiamata "MK2" come successe con la precedente 996 GT3, porta con sè un carico di novità tecniche di tutto rispetto. Se la nuova veste aerodinamica e l'aumento di cilindrata sono gli aspetti più evidenti, vale la pena approfondire i contenuti per capire dove e come la GT3 sia stata ancora una volta affinata e come giustifichi i 118.860 € del prezzo di listino italiano.

Il 6 cilindri boxer 3.8 ha toccato i 435Cv a 7600 giri e 430Nm di coppia a 6250 giri, sopporta un regime massimo di 8500 giri e tocca il valore di 115 Cv/litro nonostante l'omologazione Euro 5. Il sistema VarioCam di fasatura variabile è stato ulteriormente affinato con diversi step di intervento in base alla quantità di potenza richiesta. Confermato il cambio manuale a 6 rapporti, abbinato ad un differenziale autobloccante al 28% in accelerazione e 40% in rilascio. Le prestazioni, come già comunicato, sono di assoluto rilievo: 312 km/h di velocità massima, 0-100km/h in 4,1 secondi, 0-200km/h in 12,3 secondi, mentre il consumo medio è di 12,8 l/100km, con 303 g/km di CO2 emessi.



I nuovi cerchi da 19" color titanio vantano un nuovo sistema di serraggio monodado, come quello già visto sulla Carrera GT e recentemente proposto come optional sulla 997 Turbo. Oltre ad una maggiore leggerezza dell'insieme, il sistema consente cambio gomme più rapidi. I cerchi anteriori misurano 8,5x19" e montano pneumatici 235/35 ZR19, mentre i posteriori arrivano a 12x19" con pneumatici 305/30 ZR19, inoltre è disponibile come optional il sistema RDK di controllo delle pressioni attraverso il display del computer di bordo. L'impianto frenante prevede pinze anteriori in alluminio a 6 pistoncini abbinate a dischi da 380mm, mentre le posteriori a 4 pistoncini lavorano su dischi da 350mm. Le stesse misure vengono utilizzate anche per l'impianto carboceramico PCCB opzionale, che ha dischi più leggeri del 50% rispetto a quelli tradizionali in ghisa.



L'inedito sistema provvede alla gestione attiva dei supporti motore. Questo optional consente di minimizzare i movimenti del propulsore montato a sbalzo e, di conseguenza, l'effetto che questi movimenti hanno sulla dinamica di guida. Il sistema PASM di controllo degli ammortizzatori propone 2 programmi sportivi: il primo è adatto alla guida su strada o su pista bagnata, il secondo permette di raggiungere i massimi valori di accelerazione laterale e trazione su fondo asciutto. Debutta sulla GT3 anche il Porsche Stabily Management PSM, qui chiamato ad ottimizzare le prestazioni in ogni condizione. Porsche ha deciso di sdoppiare il controllo di stabilità da quello di trazione consentendone la disattivazione separata ed ha innalzato il limite tollerato dal sistema per non "mortificare" la guida sportiva anche con i sistemi attivati. Le sospensioni anteriori prevedono anche di serie un sistema per sollevare di 30mm il frontale, così da superare indenni dossi rallentatori o ostacoli particolarmente sporgenti.



Per contenere il peso portiere e cofano anteriore sono in alluminio, mentre il cofano motore posteriore è in materiale plastico. Porsche dichiara un peso a secco di 1395kg. Optando per i sedili a guscio si possono risparmiare fino a 24kg nel caso della versione in fibra di carbonio. Il paraurti anteriore presenta un nuovo sfogo d'aria superiore, ripreso dalle versioni da competizione, che lavora in combinazione con lo spoiler frontale per aumentare la deportanza sull'asse anteriore. Il nuovo alettone posteriore con doppio profilo è regolabile e porta sul fianco la scritta 3.8, che oltre ad identificare la nuova versione cita apertamente la 964 Carrera RS 3.8 degli anni '90. Il valore complessivo del Cx è comunque contenuto in 0.32.



Come tradizione è disponibile senza sovrapprezzo l'opzione Clubsport: in questo caso la 997 GT3 3.8 viene consegnata con roll bar smontabile a semigabbia, cintura a 6 punti per il guidatore, estintore in abitacolo e predisposizione per l'interruttore stacca batteria. Per chi non apprezzasse il nuovo volante rivestito in alcantara, Porsche prevede la versione in pelle liscia come opzione gratuita. Anche i fari bi-Xeno con regolazione dimanica in curva, proposti di serie, possono essere eliminati come opzione gratuita per contenere al massimo il peso complessivo. Per chi invece non vuole rinunciare a qualche comodità, è disponibile come optional il PCM Porsche Comunication Management, nella nuova versione comune a tutte le 997 restyling model Year 2009 con schermo 6,5 pollici touch screen, qui abbinabile al Pacchetto Chrono Plus con cronografo analogico e digitale, misurazione dei tempi sul giro, giri percorsi ed autonomia residua, oltre ad informazioni sul tratto di circuito percorso.



  • shares
  • Mail
71 commenti Aggiorna
Ordina: