Usain Bolt guida (con difficoltà) la replica di una Formula 1

Usain Bolt si è presentato al via della gara di Oslo della IAAF Diamond League al volante di una Formula 1 replica, chiarendo il motivo per cui non abbia finora mostrato di apprezzare la massima categoria automobilistica: l'abitacolo non riesce a contenere il suo metro e 95.

Usain Bolt è un appassionato di calcio. Lo ha dichiarato in molte interviste, diede inizio alla partita fra Real Madrid e Deportivo La Coruna e più recentemente si è candidato per uno provino al Manchester United, sua squadra del cuore. “L'anno prossimo giocheremo una partita contro una formazione di ex campioni del Real Madrid – dichiarò nel settembre 2012 sir Alex Ferguson, storico manager (ora in pensione) dei Red Devils –. Potrebbe essere l'occasione giusta per vedere come si comporta Bolt". Il velocista giamaicano non ha mai espresso una pari attenzione verso la Formula 1.

Ha dimostrato più volte di apprezzare le vetture potenti e veloci (con risultati non sempre incoraggianti), gli è stata cucita su misura una Nissan GT-R ed è stato persino invitato da Ferrari a Maranello. Però la Formula 1 non lo attrae. Questo video ci spiega forse il perché. Bolt ha partecipato nei giorni scorsi all’appuntamento di Oslo della IAAF Diamond League. Si è presentato al via nel suo stile guascone e cameratesco, guidando una Formula 1 replica. Il velocista non sembrava certo a suo agio nell’angusto abitacolo, disegnato per ospitare corporature ben diverse dalla sua: Bolt è infatti alto 1.95 chili e pesa 94 chili., quando ad esempio Mark Webber è alto 1.84 metri e pensa 74 chili…

Usain Bolt guida la replica di una Formula 1
Usain Bolt guida la replica di una Formula 1
Usain Bolt guida la replica di una Formula 1
Usain Bolt guida la replica di una Formula 1

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: