Porsche controlla Volkswagen. Quali saranno gli sviluppi?

porsche-vw Proprio come succede nei primi capitoli delle saghe cinematografiche, ieri vi avevamo lasciato in sospeso in merito al futuro delle relazioni tra Porsche e VW dopo l'annuncio della scalata di Stoccarda: "Da questo momento inizia verosimilmente un nuovo capitolo nella storia del terzo costruttore più grande del mondo", scrivevamo poche ore fa. E ora già iniziano a circolare le prime illazioni sugli sviluppi che si avranno nei prossimi anni.

Secondo alcune voci vicine al management VW, il partito di Piëch si starebbe preparando ad un'azione di ostruzionismo o quantomeno di forte opposizione alle decisioni sui piani di sviluppo che prenderanno Wiedeking e Wolfgang Porsche.

Alleati del presidente saranno i sindacati dei lavoratori VW, spaventati da eventuali tagli di personale, e una clausola legata alla scalata di Porsche, che porterà uomini VW all'interno del cda di Stoccarda, il quale ha potere di veto sui piani aziendali di Wolfsburg. Chiaro? Leggete e rileggete con attenzione perchè la clausola suddetta è un passaggio chiave in questo Risiko tutto tedesco.

Ma le divergenze sulla pianificazione sono così grandi da giustificare una tale guerra fredda? Assolutamente sì: Porsche ha in mente piani radicalmente differenti per il futuro del Gruppo tedesco, e intende cambiare le carte in tavola soprattutto su due fronti.

Il primo: secondo il management di Porsche, c'è troppa sovrapposizione tra le gamme di Seat, Volkswagen e Audi: urgerebbe una radicale sforbiciata.

Il secondo: alcuni prodotti attuali di Audi e Bentley fanno concorrenza troppo da vicino ai modelli Porsche. Il che, per Stoccarda, è qualcosa che non può durare un minuto oltre la conquista della maggioranza assoluta del gruppo.

Insomma, per chi non avesse ancora capito, su in Sassonia si preannuncia la più classica delle guerre fratricide...

Via | Autocar

  • shares
  • Mail
125 commenti Aggiorna
Ordina: