Tata comprerà parte di Pininfarina?

Sembra profilarsi un destino indiano anche per Pininfarina: se per Bertone si parla di un interessamento da parte di Mahindra, casa indiana intenzionata a rilevare l’attività dell’atelier torinese, per un’altra firma storica dell’automotive design italiano inizia ad affacciarsi un colosso indiano, in questo caso Tata Motors. Tuttavia questa volta non si tratta di un’operazione che

Sembra profilarsi un destino indiano anche per Pininfarina: se per Bertone si parla di un interessamento da parte di Mahindra, casa indiana intenzionata a rilevare l’attività dell’atelier torinese, per un’altra firma storica dell’automotive design italiano inizia ad affacciarsi un colosso indiano, in questo caso Tata Motors.

Tuttavia questa volta non si tratta di un’operazione che prevede l’acquisizione in blocco, ma più semplicemente una significativa partecipazione azionaria da parte del magnate Ratan Tata, che evidentemente non è sazio dopo aver rilevato Jaguar e Land Rover dal Gruppo Ford. L’operazione, a detta di Ratan stesso, prevederà una partecipazione concreta in termini di capitale liquido, una sorta di contributo stimabile nella cifra di circa 100 milioni di euro.

Ma non è tutto qui, perchè se consideriamo che Pininfarina aprirà nei prossimi anni un centro di ricerca nell’enorme paese asiatico, ecco che prendono corpo nuovi scenari, sebbene ancora ipotetici. Non è un’eresia infatti pensare che nel caso di un eventuale legame più stretto tra Pinin e gli indiani, questi ultimi potrebbero beneficiare del prezioso apporto italiano nella realizzazione stilistica dei prossimi modelli Jaguar, Land Rover e Tata. Staremo a vedere.

Via | MotorPasion

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →