GP Abu Dhabi F1 2018: le pagelle di Yas Marina

I migliori e i peggiori dell'ultimo appuntamento de Mondiale di Formula 1 2018

Ad Abu Dhabi vince ancora Lewis Hamilton, grazie ad una strategia impeccabile. Secondo posto per Sebastian Vettel, che ha certamente dato il massimo. Terzo posto per Max Verstappen, che ha preceduto di un soffio il compagno di squadra. Nonostante il titolo piloti e quello costruttori siano già stati assegnati nelle gare precedenti, la corsa è stata abbastanza vivace. Quello arabo è stato pure l'ultimo Gran Premio di Fernando Alonso, che lascia la Formula 1 dopo 17 anni.

Lewis Hamilton: Voto 10



Nel weekend di Yas Marina Lewis Hamilton trionfa nuovamente: pole e vittoria per il brittannico della Mercedes. A dirla tutta, il grosso del merito va dato al muretto box, che ha prontamente scelto di farlo rientrare per il pit stop durante il regime di virtual safety car. Ciò ha permesso all'inglese di guadagnare diversi secondi nei confronti dei rivali e di poter gestire comodamente il vantaggio fino al traguardo.

Sebastian Vettel: Voto 8,5



Il tedesco della Ferrari termina la sua gara alle spalle di Lewis Hamilton con un distacco di circa due secondi. Un risultato che rispecchia esattamente l'andamento della stagione appena conclusa: vicino, ma non abbastanza! Del resto i numeri parlano chiaro: quest'anno solamente 5 vittorie per Vettel contro le 11 di Hamilton.

Max Verstappen: Voto 8,5



Sul gradino più basso del podio troviamo il talento olandese della Red Bull. In una pista come quella di Yas Marina dove il motore è fondamentale, Verstappen non poteva fare di più, soprattutto se consideriamo che partiva dalla sesta casella. Inoltre, durante la rimonta si è anche tolto lo sfizio di sorpassare in modo "sporco" Ocon, che in Brasile lo aveva centrato mentre Max era al comando della corsa.

Daniel Ricciardo: Voto 8



Si chiude con un quarto posto l'avventura in Red Bull di Ricciardo, destinato ad approdare in Renault il prossimo anno. Fortunatamente, la sua ultima gara non è stata compromessa da guasti meccanici, come è spesso accaduto durante la sua catastrofica stagione. Speriamo di rivederlo al top nel 2019.

Valtteri Bottas: Voto 6



Non un gran finale di stagione per la seconda guida della Mercedes: il finlandese, che partiva dalla seconda posizione, taglia il traguardo solamente quinto. Il prossimo anno dovrà cercare di essere più costante se non vorrà perdere il posto in favore di Ocon (terzo pilota Mercedes dal 2019).

Carlos Sainz: Voto 7,5



Sesto posto per lo spagnolo della Renault, che è stato autore di un'ottima prestazione. Sicuramente al suo compagno di team è andata molto peggio: infatti, a seguito di un contatto con un'altra vettura, la monoposto di Hulkenbarg si è ribaltata e ha iniziato a prendere fuoco. Fortunatamente, grazie all'intervento tempestivo dei commissari, non ci sono state conseguenze per il pilota tedesco.

Charles Leclerc: Voto 7



Ennessima prestazione eccellente per il talento monegasco, che conclude la sua gara in settima posizione. Aumentano ulteriormente le aspettative su di lui per il prossimo anno, quando sostituirà Kimi Raikkonen in Ferrari.

Fernando Alonso: Voto 6



Undicesimo posto per il due volte campione del mondo spagnolo nella sua gara di addio alla Formula 1. Una prestazione incolore, come del resto l'intera esperienza in McLaren (non certo per demeriti suoi). Lo rivedremo correre in F1 in futuro? "Solo se sarò disperato", aveva detto l'asturiano.

Stoffel Vandoorne: Voto 3



Termina il GP in penultima posizione, persino dietro a Stroll (con tutto il rispetto). Certamente la macchina che guida non è un fulmine, ma non è neanche ai livelli della Williams vista quest'anno. In tutte le 21 sessioni di qualifiche della stagione appena conclusa, non è mai riuscito a piazzarsi davanti al suo compagno di squadra. Un dato abbastanza eloquente.

  • shares
  • +1
  • Mail