Reiter Lamborghini Gallardo GT3: anche stradale




Quando un tuner tedesco si occupa di "pure" auto da corsa non c'è dubbio che la sua attività cominci a entrare nell'universo della coerenza: almeno lì, potenze esorbitanti e carrozzerie stravolte hanno un loro senso.

Ne sa qualcosa Lamborghini, che ha affidato alla Reiter Engineering lo sviluppo della sua Murcielago da corsa, la R-GT. Più recentemente, anche la Gallardo è stata coinvolta in questa tipologia di progetto, nell'ambito dello sviluppo di una vettura per la classe GT3.

Tuttavia, un buon tuner non può smentirsi: ed allora la Gallardo GT3 da corsa diventa disponibile anche nella versione stradale. Con poche ma significative modifiche, al bellissimo design della "piccola" di Sant'Agata Bolognese si sostituisce quello "squisito" tocco tutto "crucco" che trasforma un sinuoso e armonioso design in un pasticcio ai limiti del grottesco. Ma, si sa, la bellezza è negli occhi di chi la guarda.

Paradossalmente, nonostante alcune evidenti modifiche nella zona del muso con prese d'aria nuove o maggiorate e un'ala posteriore che ricorda la Countach degli anni Ottanta, ci sono solo una dozzina di cavalli in più grazie a un nuovo scarico. Per il resto, la Gallardo GT3 Stradale di Reiter non presenta rilevanti modifiche meccaniche (in abitacolo si segnalano sedili e volante da corsa, intonati all'estetica).

Pur prediligendo il design pulito della Gallardo standard, pensiamo che, probabilmente, alla Reiter, "dato che hanno fatto 30, potevano fare anche 31": con un centinaio di cavalli in più aveva più senso.

  • shares
  • +1
  • Mail
38 commenti Aggiorna
Ordina: