BMW M135 xDrive versus Mercedes A45 AMG: la sfida delle turbo 4x4 in video

BMW M135 xDrive vs Mercedes A45 AMG, due cattive compatte turbo a trazione integrale, espressioni di tecnologia e performance dei rispettivi reparti sportivi messe a dura prova in pista, sui circuiti di Vallelunga e ISAM, e su strada per un confronto tutt'altro che scontato.

Oltre 300 cavalli, cambio sequenziale e paddle al volante, trazione integrale e motori turbocompressi... qualche anno fa vetture con queste caratteristiche incendiavano gli animi degli appassionati, oggi è quasi la regola base per offrire performance importanti ma in completa sicurezza. Una ricetta preparata con cura anche dalle nostre due contendenti.

BMW M135i xDrive e Mercedes CLA 45 AMG. Due auto tanto uguali quanto diverse. In comune il prezzo, circa 48.000 Euro per la BMW e 45.000 per la AMG, le potenze “over 300”, la trazione integrale e l'appartenenza allo stesso segmento delle compatte sportive. A differenziarle invece c'è lo schema meccanico che rispecchia il know how del reparto sportivo BMW M da una parte, anche se la 135 non è una vera Motorsport, e il concentrato tecnologico Mercedes di Affalterbach di AMG, dall'altra. Le abbiamo messe una contro l'altra su strada e in pista, portandole al limite in due circuiti tanto ostici quanto diversi, l'ISAM di Anagni e il Piero Taruffi di Vallelunga. Vediamo come se la sono cavata.

BMW M135iXDrive VS Mercedes A45 AMG - Round 1: Vallelunga


BMW M135Xdrive vs Mercedes A45 AMG

A spingere la BMW M135 è un tremila sei cilindri in linea sovralimentato con turbo Twin Scroll da 320 CV e 46 “kilogrammetri” di coppia posizionato longitudinalmente che trasmette potenza prevalentemente all'asse posteriore. La trasmissione è integrale con frizione multidisco a controllo elettronico e cambio a convertitore di coppia ad otto rapporti. La A45 monta invece un 2 litri turbo da 181 CV/l capace di 360 CV e sempre 46 kgm di coppia erogati però più in alto. Il motore è anteriore trasversale con preponderanza della coppia all'anteriore. La trazione è integrale 4Matic a controllo elettronico e il cambio è doppia frizione DCT a sette rapporti.

Al volante le differenze sono enormi in termini di carattere, ma molto simili in quanto a performance. La M135i Xdrive è più morbida e alta da terra, ha uno sterzo preciso e un cambio eccellente. Il 3.0 turbo spinge forte sempre, e nelle marce basse mette a dura prova la trazione integrale, ma regala anche qualche bel sovrasterzo di potenza. La A45 ha un assetto granitico e preciso. Ama girare in alto per sfogare tutti i 360 CV erogati con decisione e con un sound da pelle d'oca. Ha una naturale tendenza al sottosterzo, ma su strada è dannatamente facile e veloce, come anche sul bagnato, ma se la pista è asciutta la M135i vende cara la pelle.


Sul tracciato di Vallelunga la Mercedes A45 AMG riesce a sfogare con decisione tutta la potenza sul dritto, si lancia dentro al Curvone oltre i 180 e arriva ai Cimini superando i 200 km/h. La frenata è paurosa per potenza ed efficacia, in pochi metri la A45 perde velocità con un leggero movimento della coda che aiuta ad inserire in curva. I Cimini vengono percorsi in un unica traiettoria con un sottosterzo via via crescente. Lo sterzo è preciso nella prima fase, anche se poi perde progressivamente efficacia una volta che la A45 trova l'appoggio e si accelera con decisione. Sul tratto veloce di Vallelunga è facile e rapida, mentre nel misto gli pneumatici anteriori vanno rapidamente fuori temperatura. La trazione integrale aiuta ed elimina qualsiasi pattinamento, ma non genera mai sovrasterzi di potenza.

La BMW M135i xDrive, ha un comportamento quasi completamente opposto. Sul veloce è meno precisa, anche per via dell'assetto più alto da terra e tendenzialmente più morbido. L'appoggio in curva va cercato con più delicatezza, perchè la M135 X rolla abbastanza, ma una volta trovata la linea si può accelerare con più forza e decisione lasciando lavorare al meglio la trazione integrale che aiuta a uscire dalle curve con lo sterzo dritto. Il motore spinge forte ai bassi e medi regimi, ma allunga anche, senza indecisione. L'accoppiamento con il cambio Steptronic è perfetto. Lo sterzo è tosto e abbastanza comunicativo. La frenata è consistente, ma non è impressionante come quella della A45 AMG.


BMW M135Xdrive vs Mercedes A45 AMG

BMW M135iXDrive VS Mercedes A45 AMG - Round 2: in Strada


BMW M135Xdrive vs Mercedes A45 AMG

Lasciamo Vallelunga senza aver compiuto un confronto diretto con i tempi sul giro, avendo potuto girare solo per grazie divina perchè il circuito era super impegnato. Abbiamo quindi proseguito al circuito Guida Sicura ACI sulle piastre a bassa aderenza dove abbiamo giocato con i sistemi di “torque vectoring” elettronici prima, e poi con la trazione libera di esp poi, facendo traversi e tondi a più non posso.

La sfida è continuata su strada, dove la A45 AMG vanta un comportamento sublime e un grande piacere di guida. L'assetto è irreprensibile e tra le curve è quasi imprendibile, anche se per ottenere il massimo bisogna giocare con il doppia frizione DCT per avere sempre il 2 litri sopra i 4.000. Di tutt'altra pasta la M135 x, con il tremila sempre reattivo, anche ai bassi, e un assetto decisamente meno affaticante che, alla lunga, rende la BMW più confortevole, anche se meno affilata tra le curve. Ad aumentare il divertimento ci pensa la trazione integrale con prevalenza al posteriore, che in uscita di curva consente spettacolari sovrasterzi di potenza.



BMW M135iXDrive VS Mercedes A45 AMG - Round 3: Isam


BMW M135Xdrive vs Mercedes A45 AMG

Il nostro supertest si conclude al circuito dell'ISAM di Anagni. Questa volta abbiamo pista libera e il confronto è inevitabile. Il tracciato è più stretto e tortuoso di Vallelunga e alla fine la AMG paga una stabilità eccessiva e una dinamica che sfrutta l'anteriore per girare a centro curva. La BMW anche se meno “track oriented” in uscita di curva riesce a sovrasterzare quel poco che alla lunga la rende più efficace e divertente.

Dentro alle Esse di Anagni, si riesce quindi ad anticipare il gas e ad uscire più forte, con lo sterzo dritto quando si guida puliti e in controsterzo quando si vuole giocare. Il 3 litri poi è più corposo ai medi e lancia la BMW con una decisione che spesso manca alla A45 AMG che gode di una enorme spinta ma solo agli alti regimi. Sull'asciutto e quando la pista è tortuosa, c'è poco da fare, la trazione BMW avvantaggia la M135 xDrive fermando le lancette del cronometro a 1'16'2 contro quelle della A45 AMG a 1'16”6.



E proprio mentre ci fermiamo ad analizzare i dati, inizia a piovere. Un'occasione buona per un'altra sfida. Ripartiamo a posizioni invertite, ora c'è la A45 in fuga. Bastano un paio di giri per capire che la musica è cambiata di nuovo. Ora la BMW fatica. L'asfalto bagnato ha reso la A45 praticamente imprendibile.

Il bilanciamento più da “trazione anteriore” aiuta in inserimento e percorrenza di curva, guadagnando metri su metri. In uscita poi la 4Matic sul bagnato mette meno in crisi il posteriore e giro dopo giro la Mercedes allunga. Un altro evidente segnale di quanto queste due vetture siano simili in termini di performance, anche se in questo caso le Continental Conti Sport Contact da 19” della AMG hanno aiutato e non poco, contro le Michelin Pilot Sport della BMW.

In estrema sintesi, ragionando, torniamo alle nostre stesse premesse. Due vetture tanto uguali, quanto diverse. Emozioni on board e stile di guida agli antipodi, ma la stessa, quasi identica, capacità di andar forte. Alla luce di questa prova, voi quale scegliereste?!
crono-anagni

  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: