Nuova Volvo EX90 elettrica: novità, sicurezza, uscita

Sarà basata sulla stessa piattaforma della XC90 ma monterà un powertrain elettrico al 100% e cambierà nome. Arriverà sul mercato a fine 2023.

La SUV grande del marchio svedese si convertirà all’elettrico, 100% EV, e lo farà con un modello (quasi) tutto nuovo che affiancherà la versione convenzionale con motori termici e ibridi Recharge. Questa nuova Volvo sarà basata sulla piattaforma SPA-2, la stessa attualmente utilizzata dalla Volvo XC90, ma si chiamerà Volvo EX90.

Il rilascio del primo teaser della nuova sport utility a batterie della Casa svedese è avvenuto durante il primo evento tenuto dal nuovo CEO del marchio, Jim Rowan, che ha anche spiegato che con la nuova Volvo EX90 il brand entra in una nuova “era della sicurezza”. Il nuovo modello debutterà infatti con un inedito e avanzato “scudo protettivo”. 

Nuova Volvo EX90: una nuova era della sicurezza

Questo sistema disporrà di un LiDAR (Laser Imaging Detection and Ranging), un dispositivo che consente di determinare la distanza da un emettitore laser a un oggetto o superficie utilizzando un raggio laser pulsato, posizionato sul tetto e che funziona sia di giorno che di notte. Grazie al software sviluppato da Volvohttps://www.autoblog.it/categoria/marca/volvo e alla capacità di calcolo centrale dell’EX90, viene introdotta il concetto di ridondanza che, secondo il marchio svedese, servirà ad aumentare la sicurezza e poter così controllare ancora più potenziali rischi di prima, sia all’interno che all’esterno.

Inoltre lo scudo protettivo della Volvo EX90 – che aggiunge 8 telecamere, 5 radar e 16 sensori al LiDAR – sarà in grado di rilevare un pedone a 250 metri di distanza e uno pneumatico a 120 metri. Secondo i dati forniti dal marchio svedese, l’innovativo sistema di sicurezza del nuovo veicolo elettrico Volvo ridurrà del 20% gli incidenti gravi e del 9% gli incidenti minori.

Nuova Volvo EX90: software intelligente

Oltre allo scudo protettivo esterno, la nuova Volvo EX90 includerà un sistema di sicurezza interno. Questo sistema, che sarà composto da due telecamere, monitorerà continuamente il guidatore, anche se, secondo i responsabili di Volvo, “non registrerà nulla di ciò che accade all’interno” per rispettare la privacy. Quello che farà questo cervello artificiale è analizzare il comportamento del conducente e, sulla base degli algoritmi di Volvo, sarà in grado di rilevare situazioni di potenziale rischio, identificando e misurando la concentrazione dell’occhio.

Con questa tecnologia, insomma, la Volvo EX90 è in grado di dire se sei distratto, stanco o addirittura sotto l’effetto dell’alcol. E in caso di rilevamento di una situazione potenzialmente rischiosa, il sistema ti avviserà, prima a bassa voce e poi con maggiore insistenza se necessario. E se accade il peggio come addormentarsi o un malore improvviso (infarto, ad esempio) durante la guida, l’EX90 può fermarsi automaticamente e chiedere aiuto in tutta sicurezza.

La nomenclatura di Volvo cambierà con i SUV elettrici?

Una domanda che sorge dopo la presentazione del teaser della nuova Volvo EX90 è se il marchio svedese smetterà di utilizzare la nomenclatura XC per i suoi SUV o se, al contrario, le sue auto elettriche utilizzeranno la designazione EX. Secondo le indiscrezioni l’EX90 farà parte della gamma elettrica Recharge e nulla è stato ancora deciso al riguardo. Tutti questi dubbi e quelli che potrebbero sorgere verranno comunque chiariti il ​​9 novembre, data annunciata in cui sarà presentata ufficialmente la nuova Volvo EX90, che sarà prodotta, come la Volvo XC90, nello stabilimento in Carolina del Sud (Stati Uniti). Le prime unità del SUV elettrico Volvo EX90 arriveranno sul mercato alla fine del 2023.

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni, bozzetti e foto spia delle auto in arrivo nei prossimi anni

Tutto su Anticipazioni →