Volkswagen ID.4 GTX: il nuovo SUV sportivo elettrico

La nuovissima lineup Sport-Utility a zero emissioni e hi-tech di Wolfsburg si arricchisce con l’imminente arrivo della versione da quasi 300 CV che porta al debutto la denominazione GTX corrispondente alla sigla GTI per i modelli a combustione.

Un nuovo capitolo nella storia di Volkswagen sta per fare il proprio ingresso commerciale: è VW ID.4 GTX, inedita declinazione sportiva del compact-SUV elettrico di recentissimo debutto. Una versione che, per caratteristiche e obiettivi di mercato, equivale a ciò che da 45 anni rappresenta l’immagine più dinamica di Wolfsburg, ovvero i modelli GTI. Una “famiglia” a sua volta evoluta nelle varianti GTD (turbodiesel) e GTE (ibrido plug-in).

Il debutto è imminente

La produzione di Volkswagen ID.4 GTX avviene nelle linee di montaggio di Zwickau. Il suo esordio in Europa è fissato per l’estate 2021. Per il mercato tedesco, il prezzo di listino parte da 50.415 euro (ricordiamo che i prezzi “chiavi in mano” di VW ID.4 partono da 43.150 euro per la versione City con batteria da 52 kWh e 170 CV di potenza massima): più avanti verranno resi noti gli importi di vendita anche per l’Italia.

I dettagli di alimentazione

Il sistema di propulsione di Volkswagen ID.4 GTX ricorre a due motori elettrici (anteriore di tipo asincrono, posteriore sincrono da 204 CV) in modo da ottenere la trazione integrale senza albero di trasmissione. La potenza massima “di picco” (vale a dire disponibile per brevi tratti – in questo caso 30 secondi – per non incidere negativamente sull’autonomia del veicolo) è di 299 CV. Nel dettaglio, il controllo della trazione fa riferimento ad un sistema di gestione della ripartizione della coppia motrice fra i due motori, con trazione al retrotreno nelle normali situazioni di marcia e trasferimento di potenza verso l’avantreno a seconda delle condizioni richieste.

L’equipaggiamento comprende anche il sistema di recupero dell’energia (per inerzia con cambio su “D”, e con funzione di generatori dalle unità elettriche con selettore in “B”). Le modalità di guida – funzionali ad intervenire su unità motrici e sterzo (e anche sugli ammortizzatori regolabili se la vettura ne viene equipaggiata in opzione; allo stesso modo, l’assetto può essere ordinato anche a sistema adattivi Dcc-Dynamic Chassis Control) sono cinque:

  • Eco;
  • Comfort;
  • Sport;
  • Individual;
  • Traction.

Batteria, autonomia, prestazioni

All’alimentazione provvede una batteria da 77 kWh utili di capacità (il peso è di 486 kg), collocata nella zona inferiore del pianale e provvista di 8 anni o 160.000 km di garanzia. L’autonomia di marcia a ciclo WLTP è di 480 km. La ricarica avviene con il cavo (di serie) Mode 3 per l’allaccio della vettura ad una presa a corrente alternata fino a 11 kW; alle colonnine pubbliche a corrente continua e fino a 125 kW; oppure, in modalità domestica, anche con la Wallbox da 11 kW e proposta in tre configurazioni. Su strada, Volkswagen ID.4 GTX raggiunge una velocità massima di 180 km/h (autolimitati) ed i 100 km/h con partenza da fermo in 6”2.

Corpo vettura: gli elementi di distinzione

Sulla piattaforma modulare MEBModularer Querbaukasten (gli ingombri esterni sono pressoché invarianti rispetto alle altre versioni), VW ID.4 GTX porta in dote una serie di accenti che ne denotano la nuova immagine più sportiveggiante: feritoie frontali verniciate in nero lucido e firma luminosa a tre Led sovrapposti, gruppi ottici Led Matrix a disegno dedicato e fanaleria posteriore a Led ad effetto 3D raccordate da una striscia orizzontale rossa, nuovi paraurti e nuovo diffusore inferiore, finitura in nero per il tetto e lo spoiler posteriore, modanature laterali in tinta carrozzeria, cerchi da 20” (a richiesta da 21”).

Nella nuova configurazione GTX, la capienza utile di carico rimane invariata rispetto alla gamma già presentata (ciò in virtù dell’adozione della piattaforma MEB). Le sue caratteristiche sono dunque ampiamente funzionali alla versatilità di utilizzo che si richiede ad un veicolo “a ruote alte”: da 543 a 1.575 litri.

Dimensioni esterne e bagagliaio

  • Lunghezza: 4,58 m;
  • Larghezza: 1,85 m (specchi retrovisori esclusi);
  • Altezza: 1,61 m;
  • Altezza libera da terra: 170 mm;
  • Passo: 2.765 mm;
  • Coefficiente di penetrazione (Cx): 0,29
  • Capienza vano bagagli: 543 litri nel normale assetto di marcia, fino a 1.575 litri a sedili posteriori completamente abbattuti. A richiesta sono disponibili il doppio ripiano di carico, una rete divisoria ed una rete portaoggetti. Molto buona la capacità di traino: 1.200 kg a rimorchio frenato e fino ad una pendenza del 12%.

Abitacolo: stile, equipaggiamenti, abitabilità

Come si accennava a proposito delle possibilità di carico, la piattaforma Modularer Elektrobaukasten consente di avere a disposizione un notevole spazio interno, secondo il concetto “Open Space” che caratterizza la nuova lineup ID. L’impostazione stilistica viene sottolineata da tinte scure che dominano l’ambiente-abitacolo, con zona superiore della plancia e inserti in ecopelle ai pannelli porta in blu scuro, finitura in nero per volante, piantone dello sterzo, alloggiamento del display e tasche portacarte, mentre il colore scelto per le cinture di sicurezza è rosso a contrasto.

La dotazione specifica si completa con pedaliera (nel design “Play & Pause” della gamma ID.) in acciaio inox, monogramma “GTX” collocato su volante, battitacco e parte superiore degli schienali dei sedili anteriori, illuminazione “ambient” in 30 tonalità, volante riscaldabile, sedili posteriori frazionabili, braccioli regolabili ai sedili anteriori.

Digitalizzazione

Di serie, Volkswagen ID.4 GTX viene equipaggiata con un display strumentazione da 5.3” (configurabile mediante il volante multifunzione) ed il pacchetto Infotainment con schermo da 10” (12” a richiesta), navigatore Discover Pro e comandi vocali “Ciao ID.” con riconoscimento della voce naturale. Di seguito i dettagli delle dotazioni.

  • Navigatore Discover Pro fornito di pianificazione online integrata di ogni percorso in ordine di determinare le soste per la ricarica, in modo da raggiungere la destinazione di arrivo il più rapidamente possibile, funzione;
  • Funzione App Connect, per lo streaming attraverso il device portatile utente compatibile con Apple CarPlay, Android Auto e MirrorLink;
  • Interfaccia telefonica “Comfort”, di collegamento dello smartphone all’elettronica di bordo e ricarica a induzione;
  • Servizi online We Connect Start, che collegano la vettura al telefono del proprietario ed alle infrastrutture esterne di traffico: il kit comprende servizi di navigazione (con infotraffico, aggiornamenti delle mappe online e servizio stazioni di ricarica, importazione online delle destinazioni da smartphone a infotainment di bordo con la App gratuita We Connect ID., Web radio) e controllo di ricarica e pre-climatizzazione.

L’architettura hardware e software di VW ID.4 GTX è tutta nuova: due computer ad alte prestazioni ICAS (In Car Application Server) si incaricano di svolgere il ruolo principale, mentre il software segue il principio dei server statici, ovvero un’ampia piattaforma di servizi per semplificare lo scambio di dati e funzioni tra i sistemi in misura significativa. In questo modo, gli utenti possono ricevere gli aggiornamenti a bordo anche successivamente all’acquisto. Un primo upgrade sarà messo a disposizione già a partire dalla prossima estate.

Dispositivi ADAS

L’equipaggiamento di sistemi di ausilio attivo alla guida di Volkswagen ID.4 GTX utilizza il modulo IQ.Drive, con assistenza attiva nelle manovre di parcheggio con avvisi acustici e funzione di frenata automatica in manovra, Lane Assist, assistenza Front Assist alla frenata autonoma d’emergenza con funzione di svolta e ausilio nelle manovre di scarto, e connettività Car-to-X, attraverso cui la vettura scambia informazioni su eventuali zone di pericolo con altri veicoli e con le infrastrutture di traffico attraverso lo standard WLANp.

I “pacchetti” a richiesta

Già definito il catalogo degli accessori disponibili in opzione, che come per le versioni del nuovissimo SUV “zero emission” di recente presentazione si affidano a diversi pacchetti (tutti ordinabili anche nella ancor più ricca configurazione Plus) e ciascuno dei quali amplifica una specifica caratteristica:

  • Design;
  • Confort;
  • Infotainment;
  • Assistance;
  • Sport.

Più nello specifico, indica Volkswagen, i “kit” Design e Comfort prevedono anche l’ampio tetto panoramico in cristallo, la finestratura laterale anteriore in vetro fonoassorbente, i finestrini posteriori Privacy (oscurati), i sedili anteriori riscaldabili, l’impianto A/C Climatronic bi-zona o tri-zona, ed una consolle centrale ancora più versatile. Il pacchetto Infotainment offre il display multimediale da 12” anziché 10”. Con l’Infotainment Plus c’è anche l’Head-up Display a realtà aumentata (si tratta, occorre specificare, di una interessante “primizia” hi-tech nel segmento dei veicoli compact-SUV ad alimentazione elettrica).

Relativamente al pacchetto Assistenza, la dotazione comprende fra gli altri la telecamera di retromarcia, l’antifurto immobilizer ed il dispositivo di ingresso a bordo senza chiave “Keyless Access”, oltre al modulo proattivo di protezione per gli occupanti che provvede a chiudere i finestrini e a pretensionare le cinture di sicurezza. La versione “evoluta” Assistance Plus prevede inoltre il già conosciuto Travel Assist (con Side Assist, Emergency Assist e videocamere Area View a visuale del veicolo dall’alto) che, entro i limiti di sistema, offre un ausilio attivo e semi-automatizzato al controllo da parte del conducente su acceleratore, freni e sterzo per il mantenimento della vettura al centro della propria corsia di marcia.

Per un’intonazione ancora più sportiva dell’abitacolo, sono a richiesta i sedili “Top Sport” (con regolazione elettrica, supporto lombare, funzione Memory e massaggio) a più elevato contenimento laterale (sono certificati AGR-Aktion Gesunder Rücken), provvisti di poggiatesta integrati e di finiture e decorazioni dedicate.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →