Vivere in auto: ragazza racconta sui social la sua esperienza

Alcune scelte di vita sono obbligate, ma a volte anche le grandi disavventure possono aprire nuovi scenari.

Una ragazza statunitense, della Carolina del Nord, di nome Nikita Crump, ha deciso di vivere in auto, per far quadrare i conti. Una scelta obbligata per lei, dopo aver vissuto sulla propria pelle la difficoltà di pagare l’affitto di una residenza tradizionale. A quel punto ha dovuto assumere una decisione drastica, dettata dalla necessità di non privarsi dei pasti per pagare l’affitto, come talvolta era costretta a fare in precedenza. Poi ha deciso di raccontare su TikTok i trucchi messi in atto e le modalità di vita in auto, raccogliendo 1 milione di follower.

Il successo sui social

Non so se questa notorietà sarà sufficiente a dare una svolta alla sua vita, ma la popolarità spesso aiuta a far cambiare passo, almeno sul piano economico.  Speriamo che le cose, ora, vadano meglio per lei e, al più presto, ci auguriamo che il più alto numero di persone possa uscire dalle sacche di povertà, anche se il momento di crisi economica che attraversa gran parte del mondo non sembra disegnare scenari felici per il futuro. La tematica è delicata e meriterebbe grande attenzione, ma non sempre i leader politici si preoccupano adeguatamente di certi disagi, rispetto ai quali l’indifferenza è a più alto raggio, coinvolgendo tantissimi di noi.

Come vivere in auto

I trucchi per la sopravvivenza offerti sui social dalla protagonista del post odierno non devono diventare una guida per incentivare l’uso dell’auto come abitazione, ma devono spronarci ad una maggiore sensibilità verso chi è stato meno fortunato di noi. Vivere in auto sarà anche possibile, ma nessuno dovrebbe essere costretto a farlo, in una società moderna ed avanzata. Nikita Crump, come ci ricorda “Il Fatto Quotidiano”, usa TikTok per raccontare la sua vita su 4 ruote. L’auto scelta come abitazione, a partire dal 2019, è stata una Honda Civic. Riferendosi ad alcune clip, TikTok avverte: “Partecipare a questa attività potrebbe causare danni a te o ad altri”. Siamo d’accordo. Ecco perché invitiamo a non imitarle.

Dritte più o meno raffinate

Alcuni trucchi sono elementari, come la schermatura dei finestrini durante la notte. Altri sono più raffinati ed hanno avuto una migliore “messa a punto” nel corso del tempo. Per la scelta dell’area di sosta, effettuata su Google Maps, la giovane protagonista del post, anche per una questione di sicurezza personale, cerca delle zone non abbandonate, con strutture dove si possa accedere per fruire di bagno e doccia, in modo da curare bene la propria igiene, giovandosi di un apposito kit. Pranzo e cena si consumano su un vassoio attaccato al volante. Il menu? Cibo da asporto ed altri prodotti alimentari di facile preparazione. Le lavanderie automatiche vengono scelte per il lavaggio dei panni.

Possibile senza soldi?

Ovviamente, per fare questo, bisogna avere qualche fonte di introito. Non sappiamo cosa faccia la ragazza per mantenersi: forse lavorerà al computer, con piccoli incarichi di smart working, che le consentono di sostenere le spese, ma è solo un’ipotesi. La notorietà acquisita su TikTok, probabilmente, concorrerà agli incassi mensili, ma non è il suo profilo che vogliamo investigare, quanto i trucchi della sua vita in auto.

Nella scelta dei siti dove stazionare, Nikita punta sulle aree di sosta in quartieri “carini”, magari dove abita gente facoltosa, forse per la maggiore presenza di apparati di sorveglianza, che fanno sentire più sicuri. Ovviamente il campionario di suggerimenti che lei dà nel suo profilo social è molto più ampio. Se la cosa vi incuriosisce, sapete dove cercare, ma in questo post non vogliamo incentivare nessuno a vivere in auto. Speriamo, soprattutto, che nessuno sia costretto a farlo.

Fonte | Il Fatto Quotidiano

 

Ultime notizie su Curiosità

Abbiamo raccolto le notizie le più strane, i video i più divertenti e le auto più originali: scopri con noi le curiosità del mondo automobile e condividi con noi i tuoi aneddoti insoliti.

Tutto su Curiosità →