Toyota bZ4X VS Subaru Solterra: il confronto tra le due SUV elettriche giapponesi

Basate sulla stessa piattaforma ma con differenze interessanti che le distinguono. Quale tra le due sport utility a batterie conviene comprare?

Sempre più modelli di marchi diversi condividono ormai gran parte dei componenti. Le partnership tra i costruttori automobilistici, anche al di fuori dei vari Gruppi ufficiali, non sono rare. Una di queste ha visto nascere in questi ultimi mesi due interessanti prodotti a batterie, due SUV elettriche che hanno condiviso la fase di progettazione e che possono essere considerate gemelle diverse. Toyota bZ4X VS Subaru Solterra, in questo confronto vedremo tutte le caratteristiche che differenziano questi due prodotti, cercando di capire quale conviene comprare. 

Nella realizzazione di questi due modelli Subaru si è focalizzata soprattutto nei reparti sicurezza, dinamica di guida e trazione. In linea di massima il suo approccio è rivolto alle avventure fuoristrada (grazie al sistema 4×4 standard) con una certa aria premium, mentre Toyota ha pensato di più alle esigenze quotidiane dei clienti per aumentare il proprio potenziale.

Toyota bZ4X VS Subaru Solterra: dimensioni e pianale

Probabilmente è la parte in cui troveremo meno differenze e dove l’equilibrio punta ai gusti di ciascuno. Sia la Subaru Solterra che la Toyota bZ4X hanno le stesse dimensioni (4.690 mm in lunghezza, 1.860 mm in  larghezza e 1.650 mm di altezza con un passo di 2.850 mm). Normale, visto che entrambe si basano sulla stessa piattaforma, progettata e sviluppata appositamente per concepire le auto elettriche: Toyota la chiama e-TNGA e Subaru l’ha battezzata e-Subaru Global Platform.

Le differenze di Design

A livello estetico ognuno dei brand ha dato il suo tocco in linea con il suo linguaggio progettuale. La Toyota bZ4X ha un aspetto meno radicale e più convenzionale per adattarsi ai gusti generali. La Subaru Solterra ha dei dettagli più marcati, soprattutto sul frontale dove troviamo una delle poche differenze: il logo si trova al centro della calandra, mentre nel caso della Toyota è sul bordo del cofano.Il profilo e il posteriore (con tutti gli elementi differenzianti come il doppio spoiler superiore) si ripetono in entrambi i modelli. 

Toyota bZ4X VS Subaru Solterra: gli interni a confronto

Lo stesso avviene all’interno dell’abitacolo di entrambi i SUV: stemmi del marchio e volante a parte, sono identiche, anche se è vero che Toyota si è occupata del sistema operativo e delle particolarità del posto di guida con un quadro strumenti digitale che, nel caso della Solterra è sospeso sopra il volante e non dietro ai raggi.

Tra l’altro la bZ4X (proprio come la Lexus RZ 450e) avrà la possibilità di equipaggiare un volante di tipo “yoke” con sterzo “by wire” che non ha alcun collegamento meccanico tra il volante e le ruote. Un optional che però Subaru ha escluso dalla sua gamma. 

Toyota bZ4X VS Subaru Solterra: i due powertrain a confronto

La Subaru Solterra vince la partita meccanica visto che è configurata, di serie, con due motori sincroni a magneti permanenti in corrente alternata. Ciascuno è posizionato su un asse e contribuisce per il 50% dell’energia sviluppando una potenza combinata di 218 CV e coppia massima di 337 Nm. Questo powertrain è accompagnato da un sistema di trazione integrale. La Toyota bZ4X, invece, ha fatto una scommessa diversa. Viene fornita di serie, infatti, con un unico motore elettrico da 204 CV e trazione anteriore, ma offre la possibilità di aggiungere un secondo motore per avere la stessa configurazione della Subaru Solterra.

La sfida sull’Autonomia

In entrambi i casi troviamo, sotto il pianale, una batteria con 71,4 kWh di capacità netta che si traduce in un’autonomia di 466 chilometri, secondo il Ciclo WLTP, per la Subaru e 516 chilometri per la Toyota, che vince in questa sezione. La differenza è spiegata in base all’efficienza dei motori elettrici e alla gestione dell’energia di tutti i componenti del powertrain. Ammette la ricarica della batteria a 6,6 kW (corrente alternata) e fino a 150 kW (corrente continua) nel cui caso recupera l’80% della capacità in 17 minuti.

Guida

Le differenze continuano quando si accendono entrambe le vetture. La Toyota bZ4X ha infatti impostazioni diverse per il controllo di trazione, ma non ha modalità di guida come la Subaru Solterra (Eco, Normal e Power, quest’ultima con un’accelerazione più reattiva) di serie. Nonostante ciò, in questa occasione il bilancio è abbastanza equilibrato. Ciò che accomuna entrambe è invece la guida a pedale singolo, che migliora la rigenerazione dell’energia in frenata e consente al guidatore di accelerare e rallentare utilizzando solo l’acceleratore. Va notato che la Subaru Solterra aggiunge una coppia di paddle al volante con cui è possibile controllare la frenata rigenerativa, che ha quattro livelli di ritenzione.

Toyota bZ4X VS Subaru Solterra: il confronto off-road

La Subaru Solterra offre a tutti i guidatori il ​​sistema di controllo X-MODE AWD a doppia funzione (Neve/Fango e Neve Profonda e Fango) e aggiunge una nuova funzione Grip Control con la quale il veicolo può operare a velocità costante durante la guida. Nel caso della Toyota bZ4X è opzionale e con questa funzione si parla di diverse modalità di guida: neve/fango, neve alta e fango (sotto i 20 km/h) e controllo dell’aderenza per la guida fuoristrada più dura (sotto i 10 km/h). Nella sezione off-road Subaru inclina la bilancia a suo favore perché oltre ad avere l’X-MODE AWD di serie, ha anche una maggiore altezza da terra e il suo angolo di attacco è leggermente più alto, permettendole di raggiungere determinati punti dove la Toyota non potrebbe accedere.

I prezzi a confronto

La Subaru Solterra è offerta in Italia con due livelli di allestimento e prezzi che partono da 59.900 euro per la 4E-xperience, con wallbox inclusa e garanzia illimitata, e arrivano a 63.400 euro per l’allestimento 4E-xperience+, che aggiunge i cerchi in lega da 20 pollici, lʼimpianto audio Harman Kardon, il tetto panoramico e la ricarica wireless dello smartphone.

La Toyota bZ4X ha un prezzo di listino indicativo che parte da circa 50.000 euro oppure con la formula di noleggio a circa 670 euro (più Iva) per 36 mesi. I prezzi in dettaglio verranno comunicati più avanti, ma sicuramente dal punto di vista del listino vince l’elettrica delle Tre Ellisi, che ha un vantaggio di prezzo di circa 10.000 euro rispetto alla cugina Subaru.

Ultime notizie su Novità

Tutto su Novità →