Skoda Octavia Wagon iV plug-in hybrid 2021: prima prova

Al volante della nuova station wagon ceca equipaggiata con meccanica ibrida plug-in per carpire ogni suo segreto.

Skoda prosegue la sua strada verso una mobilità sempre più sostenibile ampliando la gamma della quarta generazione della Octavia con una nuova versione equipaggiata da un sofisticato powertrain ibrido plug-in, utilizzato con successo anche da altri modelli del Gruppo Volkswagen, tra cui spiccano le “cugine” Golf, Audi A3 e Seat Leon. In occasione del lancio sul mercato italiano della nuova media ceca ricaricabile alla spina, abbiamo avuto l’occasione di testare in anteprima su strada la Skoda Octavia Wagon iV plug-in Hybrid, con l’obiettivo di raccontarvi come si comporta questa poliedrica familiare attenta all’ambiente.

Look moderno e rassicurante

Prima di raccontare come è fatto e come va questo inedito modello elettrificato, bisogna sottolineare che la Octavia Wagon è ormai da anni la station wagon più venduta sul mercato europeo. Questo incredibile successo conferma le numerose qualità intrinseche di questo modello che nella sua nuova variante plug-in raggiunge a nostro avviso la sua massima espressione. La Skoda Octavia Wagon iV si presenta come una classica familiare di segmento “C”, lunga 469 cm, larga 183 cm, alta 147 cm e con un abbondante passo di 269 cm.

Esteticamente la vettura sfoggia linee moderne e senza fronzoli, impreziosite da un frontale scolpito che si distingue per la grande mascherina anteriore cromata e dalla forma quadrangolare, chiamata a separare i fari dal design sottile e dotati di tecnologia Full-LED. La fiancata risulta muscolosa e al tempo slanciata grazie alla presenza di due nervature, mentre la coda alta e snella sfoggia un lunotto ampio e piuttosto inclinato, lambito nella zona superiore da uno spoiler e nella parte inferiore dai proiettori a sviluppo orizzontale, dotati anch’essi di tecnologia LED.

Abitacolo hi-tech e confortevole

Tra le qualità più appetibile di una station wagon troviamo ovviamente la sua abitabilità interna e capacità di carico. La versione in prova, declinata nell’allestimento top di gamma denominato “Style”, vanta una dotazione e finiture di una vettura di segmento premium, il tutto coadiuvato da un elevato livello di tecnologia. I sedili rivestiti in pelle risultano nella zona anteriore molto comodi e contengono il corpo alla perfezione quando si affrontano le curve più allegre, inoltre permettono di trovare la posizione di guida ideale grazie alle regolazioni elettriche con memoria, senza dimenticare la possibilità di raffreddarli o riscaldarli, a seconda delle stagioni. Il volante (riscaldabile e rivestito in pelle) è tra i più originali che si trovano nel panorama automobilistico: le due razze centrali ospitano i comandi che servono a richiamare alcune funzioni di guida e del sistema di infotainment, non mancano inoltre i paddle dedicati alla trasmissione. La grafica della strumentazione 100% digitale offre differenti schermate per permettere di visualizzare le informazioni che si necessitano al momento, come ad esempio la cartografia del navigatore GPS e il radar.

Nella parte superiore della plancia troviamo una fascia a sviluppo orizzontale in tessuto che risulta abbinata a plastiche di qualità e morbide al tatto. Nella zona inferiore le plastiche sono invece più dure e meno convincenti, anche se non pregiudicano l’ottima qualità generale dell’auto. La console centrale sfoggia forme semplici e minimali: nella zona superiore spicca l’ampio display da 10 pollici del sistema multimediale che permette di gestire quasi tutte le funzioni dell’auto, dalla climatizzazione, all’impianto audio con radio DAB, passando dalla connettività per smartphone (compatibile con Mirror Link, Apple CarPlay e Android Auto) e fino ad arrivare alla navigazione satellitare.

Come quasi tutte le auto di ultima generazione, anche la Octavia sposa la filosofia del cockpit minimalista, quasi privo di tasti fisici. Come accennato in precedenza, quasi tutte le funzioni della vettura sono controllabili tramite il display “touch” centrale posizionato sopra le bocchette centrali d’aerazione e l’unica fila di tasti fisici, peraltro molto utili, che servono a richiamare in maniera intuitiva e veloce alcune importanti funzioni, come ad esempio la climatizzazione elettronica multi zona, la radio e le tre differenti modalità di guida (Eco, normal e Sport). Nella console centrale spicca la piccola leva del cambio automatico DSG shift by wire decisamente “stilosa” e molto funzionale.

Soluzioni “simply clever”

Ma a stupire sono anche le numerose soluzioni “simply clever” di Skoda che permettono di ottimizzare al meglio la vivibilità di questa vettura. Tra queste soluzioni spicca la clip per biglietti di parcheggio o autostrada, il caricatore wireless per smartphone, per le prese USB 3 posizionate anteriormente e nella zona posteriore. Dietro non manca anche l’utilissima presa da 12 volt, i comandi separati della climatizzazione, la sacca porta tablet e smartphone posizionata dietro gli schienali anteriori, le tendine laterali parasole e i poggiatesta posteriori dotati di sezioni laterali mobili per offrire il massimo confort a collo e testa.

Passando al bagagliaio, scopriamo che l’ampio vano dalla forma regolare della Plug-in Hybrid vanta una capacità che scende da 640 a 490 litri, ovvero meno 150 litri spazio a causa della presenza delle batterie che alimentano il powertrain ibrido. Grazie ad un apposito comando posizionato nel bagagliaio, a cui si accede tramite l’ampio portellone ad apertura elettrica, è possibile abbattere velocemente il divano posteriore, ottenendo in questo modo uno spazio di ben 1.555 litri.

Meccanica

La Octavia Wagon iV plug-in Hybrid sfrutta una meccanica ibrida plug-in che utilizza un motore quattro cilindri a benzina 1.4 litri TSI da 150 CV, abbinato ad una unità elettrica da 85 kW (115 CV), il tutto gestito da un cambio doppia frizione DSG a sei rapporti. La potenza complessiva del powertrain raggiunge i 205 CV, mentre la coppia massima tocca quota 350 Nm. L’unità elettrica è alimentata da un pacco di batterie agli ioni di litio da 13 kWh che offrono fino a 60 km di autonomia a zero emissioni. Utilizzando il caricabatterie  da 3,6 kW è possibile fare il pieno di energia in sole 3,5 ore tramite la wallbox specifica. Il tempo sale a 5 ore se si sceglie una presa domestica. Ricaricando le batterie fino all’80% si impiega circa un’ora e un quarto in meno.

Al volante della Octavia Wagon iV plug-in Hybrid

 

Dopo aver apprezzato la qualità degli interni, trovato la giusta posizione di guida e la colonna sonora preferita, abbiamo guidato per un giorno intero la nuova Octavia Wagon iV plug-in Hybrid tra le strade congestionate di città, ma anche in autostrada e su strade extra urbane, con l’obiettivo di carpire la vera essenza di quest’auto. Iniziamo la nostra esperienza di guida in modalità ibrida, prima scegliendo il settaggio normal e successivamente passando in sport. In questo modo la vettura ci sorprende immediatamente per le sue accelerazioni fulminee che ci incollano letteralmente al sedile, tanto che il dato di 7,8 secondi da 0 a 100 km/h dichiarato dalla casa, ci sembra addirittura troppo alto. Se non si attiva la modalità sport, oppure non si ricorre alla funzione boost schiacciando tutto l’acceleratore, la potenza disponibile rimane di 150 Cv, più che sufficiente ad affrontale la maggior parte delle esigenze di guida quotidiana.

Nonostante una lunghezza di quasi 4,70 metri, la vettura risulta agile e si districa bene nel traffico e nelle manovre per merito del suo ottimo raggio di sterzata. L’assetto risulta ben equilibrato, assorbendo egregiamente le asperità della strada ed evitando i fastidiosi rollio e beccheggio. Ottimo anche il cambio, molto rapido e privo di esitazioni. Purtroppo, quando si adotta una guida molto allegra la carica della batteria scende in maniera decisamente rapida. A proposito di batteria, se si guida in maniera oculata è possibile raggiungere tranquillamente i 60 km a zero emissioni promessi dal Costruttore. In modalità 100% elettrica si viaggia nell’assoluto silenzio, sfruttando l’ormai famoso effetto da “tappeto volante”, inoltre le accelerazioni sono tutt’altro che sottotono ed possibile raggiungere una velocità massima di 140 km/h.

In città, con la modalità ibrida selezionata, siamo riusciti ad ottenere un consumo di 4,9 litri/100 km, un dato a dir poco ottimo, mentre in tangenziale a circa 120 km/h il consumo è stato di circa 6 litri per 100 km. Degni di nota anche i numerosi sistemi ADAS che facilitano la guida e aumentano la sicurezza in maniera esponenziale. Non manca infatti il cruise contro adattivo, il controllo dell’angolo cieco, la frenata automatica d’emergenza, il sistema di parcheggio assistito e tanto altro ancora.

Allestimenti e prezzi

La nuova Skoda Octavia iV Wagon plug-in Hybrid è disponibile negli allestimenti Executive e Style, offerti rispettivamente ad un prezzo di listino pari a 38.050 e 39.400 euro. Bisogna però sottolineare che la vettura può accedere agli incentivi statali con rottamazione. Grazie anche al contributo economico delle concessionarie, lo sconto può addirittura raggiungere gli 11.000 euro, inoltre è possibile acquistare la vettura con rate mensili di circa 250 euro.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Ibride/elettriche

Tutto su Ibride/elettriche →