Renault guarda ad oriente: partnership con Geely per la produzione di auto ibride in Cina

Il Gruppo francese guidato da De Meo ha siglato un accordo con il colosso cinese per la produzione di vetture ibride per il mercato asiatico.

Renault guarda al futuro puntando sui mercati asiatici e strizzando l’occhio all’elettrificazione: Il presidente e amministratore delegato del Gruppo francese, Luca De Meo, ha infatti siglato una nuova e strategica partnership con Geely. Quest’ultimo è il primo gruppo automobilistico privato cinese, controlla i brand automobilistici europei Lotus, Volvo e Polestar ed è azionista del Gruppo Daimler con una quota del 9,7%.

Auto ibride per Cina e Corea

La collaborazione tra la Casa del Rombo e la Geely partirà con la costruzione di automobili ibride dedicate al mercato cinese e a quello sudcoreano: si parla di vetture elettrificate a marchio Renault costruite su piattaforme fornite dal Costruttore asiatico. L’accordo prevede il controllo da parte di Renault della “strategia di branding, canale e sviluppo dei servizi” nei mercati precedentemente nominati.

Risorse e tecnologie condivise

Questa nuova partnership rientra nella nuova strategia del marchio d’oltre alpe battezzata con il nome di Ranaulution e fortemente voluta dal Presidente De Meo. Nell’ambito di questa strategia sarà possibile “condividere risorse e tecnologie” con tutto il Gruppo Geely, comprese le già nominate Lotus, Volvo e Polestar anche il marchio Lynk&Co, distribuito anche in Italia e in Europa.

Joint venture 50:50

L’accordo tra Renault e Geely è una joint venture 50:50 molto simile a quella stretta tra il colosso cinese e il Gruppo Daimler (Mercedes e Smart). Quest’ultima permette ai cinesi di costruire Smart elettriche per i mercati internazionali, operazioni che faranno anche con le vetture marchiate Renault.

Ultime notizie su Mercato auto

Tutto su Mercato auto →