Porsche Taycan Cross Turismo Turbo S: la prova su strada

Incarna l’immagine del futuro sostenibile, se la cava anche in off-road, e, all’occorrenza, è velocissima.

Una volta c’erano le auto sportive, i SUV, e le vetture elettriche; adesso c’è la Porsche Taycan Cross Turismo Turbo S, che racchiude in un unico concetto tutto lo scibile del mondo automobilistico per offrire una soluzione di mobilità totale. Nel traffico si fa notare attraverso una linea lontana anni luce dalle auto convenzionali, grazie al frontale da concept e quell’andamento da shootingbrake che non nasconde ambizioni di protagonismo.

A renderla ancora più affascinante pensa la combinazione di colori con il piacevole contrasto tra il bianco Carrara del corpo vettura e gli accenti in nero lucido del pacchetto off-road mediante i quali vengono enfatizzati i passaruota, e la parte bassa della carrozzeria. I cerchi in lega da ben 21 pollici fanno pandant con le barre sul tetto e le altre componenti nere grazie alla speciale verniciatura in nero Jet metallizzato.

Tanto spazio a tutto schermo ed un tetto aperto sul mondo

I quasi 5 metri di lunghezza si aprono al cielo sfruttando l’estensione del tetto panoramico che arriva oltre i poggiatesta posteriori. L’abitacolo a 4 posti offre ai passeggeri posteriori ben 5 cm in più sopra la testa rispetto alla Taycan, ed avvolge guidatore e passeggero anteriore attraverso una plancia avveniristica che non rinuncia a dei raffinati richiami retrò come la strumentazione digitale che riprende lo stile del quadro strumenti della 911.

C’è anche il pulsante d’accensione sulla sinistra, come per le auto che correvano la 24 Ore di Le Mans dei tempi d’oro, mentre gli schermi sono 3: uno centrale per l’infotainment; un altro posizionato davanti al passeggero; e l’ultimo, situato nella parte iniziale del tunnel, dedicato al climatizzatore 4-zone. Il contrasto tra la livrea esterna e l’interno bordeaux e nero, con selleria in pelle liscia, è davvero appagante, in quanto le conferisce uno charme a cui è difficile resistere. Volendo, si può viaggiare anche in 5, mentre per i bagagli non c’è alcun problema, considerando che la capacità di carico può arrivare fino a 1.200 litri.

Accelera come un Concorde e non disdegna l’off-road

La guida è un’esperienza unica, tanto che un amico seduto al mio fianco mi ha raccontato di non aver provato un’accelerazione simile neanche nel 1981 quando volò con il Concorde. I 761 CV di potenza in overboost con launch control impressionano, e lo scatto da 0 a 100 km/h viene divorato in appena 2,9 secondi, che per un’auto da oltre 2.000 kg è un dato degno di nota.

L’azione dei 1050 Nm di coppia massima toglie il fiato, mentre la trazione integrale scarica la potenza sulle grandi ruote e morde l’asfalto con rara avidità. Il bello è che i freni carboceramici con dischi da ben 420 mm all’anteriore, e 410 mm al posteriore, riescono a garantire decelerazioni assolute, quindi nessuna staccata è impossibile. La grande capacità rigenerativa, capace di arrivare fino a 290 kWh, consente di risparmiare molto lavoro all’impianto frenante, e questo consente di poter cambiare le pasticche ogni 6 anni.

Quando non si è alla ricerca delle super prestazioni, la Taycan Cross Turismo offre un comfort da ammiraglia, grazie alla grande cura riservata all’insonorizzazione, e, se necessario, non rinuncia a mettere le ruote oltre l’asfalto: basta selezionare la modalità Gravel per alzarsi di 30 mm rispetto alla Taycan. Nonostante le sue performance, la Taycan Cross Turismo Turbo S della nostra prova, capace di raggiungere i 250 km/h molto rapidamente, vanta un consumo di energia decisamente contenuto: il computer di bordo infatti ha indicato 25 kWh/100 km nel ciclo misto.

Ricarica superfast  in 22 minuti

Grazie al pacco batteria da 93,4 kWh, l’autonomia si avvicina ai 400 km, un dato che migliora significativamente nel ciclo urbano. Inoltre, mediante l’architettura della batteria ad 800 Volt, la Taycan Cross Turismo Turbo S può sfruttare la ricarica rapida fino a 270 kW, e passare dal 5% all’80% della carica in circa 22 minuti. Con le colonnine a corrente continua da 50 kW l’operazione dura all’incirca 90 minuti, mentre con le stazioni di ricarica a corrente alternata da 11 kW per fare il pieno d’energia bisogna calcolare un intervallo di tempo di circa 9 ore.

Per la Turbo S il listino parte da oltre 193.000 euro

Entrare nel futuro direttamente dalla porta principale, al volante di una Porsche Taycan Cross Turismo Turbo S, comporta l’emissione di un bonifico da 193.343 euro, ma questa è solamente la base di partenza, perché l’elenco degli accessori per personalizzarla è davvero corposo. Non a caso la lista di voci presenti sulla vettura in prova eleva la spesa complessiva di oltre 29.000 euro, per un prezzo definitivo superiore ai 222.000 euro. Nel momento in cui si sceglie un’auto del genere però, personalizzarla diventa quasi obbligatorio, considerando le combinazioni di colore, e le tante sfumature di carattere che può assumere.

Ultime notizie su Porsche

Porsche viene fondata nel 1931 ed è la principale realtà tedesca specializzata nella produzione di automobili sportive. Inizia la propria attività con l’obiettivo di vendere su piccola [...]

Tutto su Porsche →